Milano: ristoratore non paga l’affitto post lock-down, giudice ferma lo sfratto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Un giudice del tribunale di Milano, Arianna Chiarentin, ha “congelato” lo sfratto ai danni di un ristoratore di Settimo Milanese che a causa delle conseguenze del lockdown non è riuscito a pagare l’affitto di marzo, aprile, maggio, al proprietario del locale (complessivamente 10.600 euro). Il magistrato, che ha rinviato la causa a dicembre, chiedendo alle parti di rinegoziare il canone, ha fatto appello al dovere di solidarietà così come è sancito dalla Costituzione.

Con l‘emergenza sanitaria e il lockdown molte attività hanno visto drasticamente ridurre le proprie entrate. Uno dei settori più colpiti è stato sicuramente quello della ristorazione, e, per questo, il giudice ha dichiarato che “nell’emergenza sanitaria in corso è da ritenersi necessaria, alla luce del principio di buona fede e correttezza nonché dei doveri di solidarietà costituzionali, una rinegoziazione del canone“. Altrimenti, ha chiarito, si scaricherebbero i sacrifici imposti solo sull’affittuario che ha sofferto di una “limitazione nel godimento del bene”.

Inoltre, il giudice ha osservato che se il locale fosse rimesso sul mercato, nell’attuale situazione, “verosimilmente non otterrebbe” più il valore fissato dall’ultimo contratto; il valore del bene infatti sarebbe ridotto. Il magistrato ha quindi chiesto alle parti di trovare un accordo, poiché a causa delle misure restrittive imposte l’attività non ha potuto procedere a pieno regime. L’ordinanza del pm si ricollega alla relazione con la quale la Cassazione a luglio ha affrontato il tema della “Eccessiva onerosità dei canoni conseguente all’ emergenza Covid-19”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.