Quali sono le città italiane che rischiano il lockdown per l’emergenza covid

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il governo pensa a misure più stringenti per frenare la curva dei contagi di coronavirus.

Sul tavolo anche mini zone rosse per i territori dove l’indice Rt è pericolosamente elevato. Specialmente per quanto riguarda le grandi città, in cui l’allerta rimane alta, si pensa a dei lockdown per evitare che l’infezione si espanda ai territori dove la curva è ancora sotto controllo.

Oggi il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, incontrerà i governatori delle Regioni insieme ai rappresentati di Province e Comuni per fare il punto sui lockdown mirati nelle città e nelle aree più colpite dal coronavirus. Nel mirino ci sono Milano, Napoli, Torino e Genova, ma anche gran parte del Nord-Est.

In queste zone potrebbero quindi arrivare misure più stringenti. Oltre che al coprifuoco si potrebbe procedere con restrizioni di orari anche per le attività commerciali e chiusure totali nel fine settimana. Per ora gli esperti considerano meno critica la situazione a Roma, dove però il livello di allerta resta alto e non è escluso che anche nella capitale possano arrivare provvedimenti più stringenti.

Ci sarebbe poi la limitazione agli spostamenti, se non per ragioni legittime (come lavoro, salute e urgenza), in modo da circoscrivere l’infezione ed evitare che si espanda a territori dove la curva è ancora sotto controllo.

Per alcune Regioni potrebbero chiudere i confini: queste sarebbero la Lombardia, il Piemonte, la Campania, la Liguria e la Valle d’Aosta. Ma anche la provincia autonoma di Bolzano. Su questo fronte si aspettano però chiarimenti dal comitato tecnico scientifico, che dopo essere stato convocato ieri urgentemente dal governo, dovrebbe ora aggiornare la lista dei territori in cui la situazione è più critica. E nei quali saranno quindi necessari interventi più incisivi, come appunto dei lockdown mirati e circoscritti.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.