A Napoli centinaia di medici e infermieri in coda per vaccinarsi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Lunga fila all’esterno della Mostra d’Oltremare per la prima giornata di vaccinazione per il covid19. Intorno alle 17 c’erano circa 400 persone in una lunga coda unica all’esterno del polo fieristico, sotto la pioggia. La coda è controllata da polizia di stato e polizia municipale, ma tutti sono ordinatamente in fila, alcuni mostrano segni di stanchezza ,ma non ci sono manifestazioni di protesta eclatanti.

I carabinieri si sono posti al termine della coda vietando ad altri sanitari di aggiungersi alla fila, in modo da terminare la giornata di vaccinazioni quando verranno smaltiti quelli che già ci sono. Una volta finita l’attesa all’esterno, la fila riprende all’interno della Mostra lungo il padiglione 1 fino all’ingresso ai dieci desk accettazione per avere poi accesso alla coda davanti ai box.

L’eurodeputato napoletano Andrea Cozzolino (PD): “Una bellissima prova di serietà e senso di responsabilità”.

“Una risposta eccezionale – ha proseguito Cozzolino – da parte degli operatori sanitari napoletani e campani, che come già accaduto nei giorni scorsi continuano a dare una bellissima prova di serietà e senso di responsabilità, fino a portare la Campania a essere la prima regione italiana per numero di vaccinati.
Una storia che oggi prende il volto del dottor Ernesto Grasso, primario di medicina all’Ospedale del Mare andato in pensione il 31 dicembre scorso, che dopo poche ore ha deciso di tornare al lavoro per dare una mano nella somministrazione dei vaccini.
“Mi sono offerto volontario perché avevamo subito avuto la sensazione che serve personale per le vaccinazioni, mentre il resto dei medici è impegnato in prima linea”, ha detto.
E oggi il dottor Grasso era lì, in uno dei 15 padiglioni allestiti alla Mostra d’Oltremare, per aiutare i suoi colleghi.
Perché per dirla con le sue parole: “L’unico modo per fermare il Covid è vaccinarsi in massa. Noi ci siamo, è un impegno che sentiamo nostro e portiamo avanti”.
Un obiettivo per il quale gli operatori sanitari della Campania e del Sud stanno rappresentando un modello virtuoso di comportamento, di cui essere orgogliosi” – ha concluso il parlamentare
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.