Bonus bici e monopattini: ripartono le richieste per i rimborsi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Fino al 15 febbraio si apre un’altra “finestra” per il rimborso degli acquisti previsti del Programma sperimentale del Buono mobilità effettuati tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020. Già 119mila persone si sono pre-registrate

Per fare la domanda c’è tempo fino al 15 febbraio. Basta visitare il sito dedicato al programma: www.buonomobilita.it, al quale si può accedere anche dal sito del ministero dell’Ambiente

Non può accedere al bonus chi ne ha già usufruito. Per la domanda bisogna compilare il form con i propri dati, il costo del prodotto o del servizio comprato e allegare la documentazione che attesta l’acquisto

rimborsi coprono il 60% della spesa sostenuta e, comunque, non sono superiori a 500 euro

L’erogazione dei rimborsi del bonus mobilità avverrà dopo il 15 febbraio

Il ministero dell’Ambiente ha assicurato, in una nota, che “sono stati contabilizzati i fondi necessari per poter soddisfare tutte le richieste di rimborso

Già 119mila persone risultano pre-registrate e idonee a ricevere il bonus, per un valore stimato di 35 milioni di euro. Si tratta di coloro che hanno comprato una bici o un monopattino elettrico dal 4 maggio al 2 novembre 2020 e non sono riusciti a ottenere il bonus mobilità perché i fondi, 215 milioni, erano andati esauriti in poche ore il 3 novembre

Coloro che si sono pre-registrati nelle scorse settimane dovrebbero ricevere un’e-mail all’indirizzo indicato con l’invito a caricare i dati e la documentazione che attesti l’acquisto effettuato

La Legge di Bilancio 2021 ha rifinanziato il Programma sperimentale buono mobilità con 100 milioni di euro

Il fondo dovrebbe coprire il rimborso degli acquisti dei beni e servizi effettuati dal 4 maggio 2020 al 2 novembre 2020

Inclusi negli acquisti idonei per fare richiesta del bonus mobilità sono: biciclette, anche a pedalata assistita; veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, come monopattini, hoverboard, segway; servizi di mobilità condivisa a uso individuale, esclusi quelli mediante autovetture

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Soldi buttati x monopattini fatti dove? In cina?
    Solo un contributo all’aumento di morti ed incidenti sulle strade e sui marciapiedI (dove,lo ricordo, è fatto divieto , SALVO DIVERSA INDICAZIONE, la circolazione di bici cazz e mazz varie, sui marciapiedi POSSONO STARCI SOLO I PEDONI). TUTTO IL RESTO DEVE CAMMINARE X STRADA TENENDO LA DESTRA IL PIÙ POSSIBILE.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.