Il sindaco di Salerno: “Fermiamo contagi, siamo preoccupati”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
“Grande attenzione, grande cautela e facciamo in modo di bloccare questa pandemia perché, intanto, abbiamo realizzato i centri vaccinali”.

Lo ha detto il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, annunciando le nuove misure restrittive disposte dalla Regione Campania. “La crescita dei contagi in Italia sta assumendo proporzioni preoccupanti.

Anche nella nostra città il contagio si sta espandendo e ha raggiunto quantità pericolose”, ha sottolineato il primo cittadino, ricordando che parchi, ville, giardini, piazze e lungomare saranno chiuse.

“È fatto divieto di uscire se non per comprovate esigenze di lavoro o salute. Stiamo facendo in modo che questa sollecitazione che ci viene anche dalla Regione sia pubblicizzata al massimo – spiega –

In queste ore sta girando una macchina della protezione civile che ricorda ai concittadini le misure da rispettare. Inoltre apporremo una segnaletica davanti alle piazze che sono da ritenersi chiuse”.

Al momento a Salerno l’ordinanza è ancora in via di applicazione e, specie sul lungomare, si registra un via-vai di persone. La polizia locale sta pattugliando la zona, segnalando che non è possibile percorrere quell’area.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Il sindaco si preoccupa dei 6000 euro al mese… Andate via non siete capaci

  2. E basta co sta pagliacciata fermiamo aspettavamo te x rendercene conto noi persone x bene

  3. Sindaco, sindaco cosa ne pensa della sentenza del Tribunale di Reggio Emilia, che si somma a quella del Tribunale di Roma di Dicembre , e che si sommerà alla pronuncia della Corte Costituzionale sull’illegittimità e incostituzionalità di tutti questi atti amministrativi? Ma fa che per caso lei, e quelli sopra di lei, sta agendo al di fuori della Costituzione? fa che qualcuno adesso inizia a svegliarsi? Non vorrei che qualche magistrato stesse già indagando su tutto ciò. Politicamente sarebbe un disastro per lei e per chi le sta sopra. Chissà

  4. Le ordinanze emanate dai Sindaci in forza degli artt. 50 e 54 del T.U.E.L. e delle modifiche apportate a quest’ultimo con il decreto-legge n. 92 del 2008 convertito dalla legge n. 125 del 2008 (c.d. pacchetto sicurezza), rinvengono il loro primo fondamento giuridico nell’art. 153 del R.D. n. 148 del 1915 che attribuiva al Sindaco un generale potere extra ordinem per far fronte a tutti i casi di urgenza e necessità in ambito locale.
    Tuttavia, negli anni più recenti, la resistenza dell’urgenza quale presupposto per l’adozione di un’ordinanza sindacale, ha subìto un evidente indebolimento alla luce delle modifiche apportate all’art. 54, e particolarmente in seguito all’attuazione del comma 4-bis del novellato articolo ad opera del decreto Maroni emesso in data 5 agosto 2008. Di fatti, oltre alle ordinanze contingibili e urgenti adottate dal Sindaco in qualità di rappresentante della Comunità locale in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere locale (art. 50 del T.U.E.L.), al Sindaco – qui però nelle vesti di ufficiale del Governo – è attribuito il potere di adottare con atto motivato «provvedimenti, anche contingibili ed urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza.

    Una cosa è la carenza di motivazione, ma essendoci una Pandemia mondiale, tranne per qualche demente che crede che sia inventata da B.Gates, i sindaci hanno questi poteri, e trovano fondamento nel testo unico, non nel testicolino mononeurone negazionista.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.