Autismo: scatta la protesta delle famiglie per percorsi socioeducativi e fondi per metodo ABA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Attivare in tempi brevi il percorso socio educativo dei bambini affetti da disturbo dello spettro autistico. A chiederlo le famiglie dei bambini che svolgono presso i centri il trattamento con metodo ABA. In una petizione indirizzata Al Dr. Mario Iervolino Direttore Generale Asl di Salerno e al Dott. Giulio Corrivetti
Direttore Dipartimento Salute Mentale dell’Asl Salerno le famiglie chiedono l’immediata attivazione e l’erogazione delle ore socio-educative previste dalla delibera Asl Salerno 594/2019,
già prescritte e o da prescrivere sul Modello A dai Medici Prescrittori dell’Asl di Salerno.

 

Una situazione non più sostenibile che potrebbe costringere molte famiglie, in caso di mancata attivazione del percorso, ad adire le vie legali per ottenere l’erogazione delle prestazioni socio-educative per i figli anche luce del taglio drastico delle ore sanitarie, in virtù del solo criterio dell’età anagrafica.

In virtù di tale taglio di ore – sostengono le famiglie –  risulta ancor più urgente l’attivazione del percorso socio-educativo, ampiamente previsto e normato dalla Asl di Salerno.

Il tutto in un contesto drammatico reso ancor più grave dalla emergenza coronavirus. E’ dunque
necessario predisporre programmi educativi e abilitativi che si svolgeranno il più possibile in
ambiente “naturale” con adeguata/qualificata mediazione anche dei familiari. Tali programmi
riguarderanno l’educazione domestica, la mobilità (uso dei mezzi pubblici, treni, aerei e dove
possibile di auto/moto), l’educazione al lavoro possibilmente in contesti non protetti, la gestione del denaro, l’educazione alla convivenza (anche in coppia).

In ultimo, ma non meno preoccupante per le famiglie, è lo spettro di una NON sufficiente capienza del budget 2021 stanziato dall’Asl Salerno per il Metodo ABA (circa 6,5 mln), che a parere dei genitori non garantirebbe la copertura economica per l’intero 2021 per i pazienti attualmente in trattamento (a loro parere sottostimato), ed inoltre rappresenta un limite all’ingresso di nuovi bambini in caso di nuova diagnosi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.