Pasqua in zona rossa, cosa si può fare e cosa no: viaggi, spostamenti e seconde case

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tutta Italia in semi-lockdown: da sabato 3 a lunedì 5 aprile in vigore misure nazionali simili a quelle previste per le ultime vacanze natalizie. Dagli spostamenti tra regioni ai viaggi all’estero, dalle seconde case alla possibilità di muoversi all’interno del proprio Comune: ecco cosa si può fare e cosa no.

Da sabato 3 a lunedì 5 aprile le regole generali previste dal governo sono in vigore su tutto il territorio nazionale, salvo strette ulteriori decise da ciascuna regione

Chiusi, come tutti i week end in zona rossa, i centri commerciali e le grandi e medie strutture. Aperti farmacie e parafarmacie, edicole e tabacchi, anche nei centri commerciali. Molte regioni hanno deciso di tenere aperti i supermercati solo con la chiusura a Pasqua, e il lunedì di Pasquetta

Per quanto riguarda lo sport, sempre possibile svolgere attività motoria, ma solo in prossimità della propria abitazione. L’attività sportiva all’aperto è consentita in forma individuale e stando a due metri di distanza dagli altri. Al mare si potrà nuotate ma è vietato prendere il sole. Molti comuni hanno deciso la chiusura delle spiagge. Chiusi i circoli sportivi

Se normalmente però, per le regioni in zona rossa, non è consentito andare a trovare amici o parenti, è possibile farlo nel weekend lungo di Pasqua. Ammessi gli spostamenti  per ragioni di necessità e per raggiungere affetti e familiari, ma solo una volta al giorno, per un massimo di due adulti e verso una sola abitazione

Rimane in vigore il divieto generale di spostamento tra regioni. E’ però ammesso muoversi all’interno dei confini nazionali per motivi di lavoro, salute, urgenza e rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione

Sono molti gli italiani che si chiedono se potranno raggiungere le loro seconde case. Rispondono direttamente le Faq del governo: è concesso, ma soltanto al nucleo familiare e soltanto per andare in abitazioni con contratto regolare di affitto o proprietà precedente al 14/01/2021

Fatta salva la regola generale, alcune regioni hanno deciso di blindarsi

I non residenti non potranno raggiungere le proprie seconde case in Piemonte, Valle d’Aosta, Alto Adige, Trentino, Toscana, Marche, Calabria e Sardegna

Campania e Puglia vietano gli spostamenti nelle seconde case anche ai residenti. Così come la Liguria, dove il divieto è in vigore dal 31 marzo ed è applicabile anche al raggiungimento delle barche ormeggiate dentro i confini regionali

Restano consentiti i viaggi all’estero, a meno che la meta desiderata non sia nella lista dei Paesi in cui è vietato andare perché ad alto rischio coronavirus

Possibile dunque raggiungere aeroporti anche al di fuori del proprio Comune, se muniti di autocertificazione

Sarà consentito visitare gran parte delle mete europee, ma al rientro in Italia sarà obbligatorio fare il tampone, una quarantena di 5 giorni, e ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. È indicata l’effettuazione di test molecolare o antigenico

La quarantena sale a 14 giorni per chi rientra da Australia o Regno Unito. Previsto un isolamento al ritorno in Italia anche per chi viene da Australia, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore e Thailandia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.