Pasquetta a Salerno: i controlli delle forze dell’ordine – VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Controlli serrati nel giorno di Pasquetta in alcuni punti strategici della città di Salerno per il rispetto delle normative antiCovid. Presidiate le piazze ed il corso principale, verifiche anche nella zona orientale della città. Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili Urbani e Polizia Provinciale presidiano i luoghi di maggiore affluenza. Da Piazza San Francesco a piazza della Concordia, dal Lungomare a Santa Teresa fino a Mercatello e in prossimità degli accessi alle spiagge che, lo ricordiamo, sono interdette.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Ma quali controlli e controlli, c’è gente in libera uscita ovunque, bar stracolmi di avventori senza mascherina, il parco pinocchio era gremito, biciclette,monopattini e roller, e come ciliegina una pattuglia della polizia che chiacchiera tranquillamente con i passanti.

  2. La famosa via Centola a Torrione stamattina era sold Out. Birre in mano e mascherina a fasciacollo…

  3. È vero!
    Non ne usciremo mai perché ci sono itaDioti e babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati come ore 13.02!
    Ma è così difficile rimanere chiusi in casa propria con la museruola e non uscire mai più?
    Dividiamo la popolazione :
    Babbeoti museruolati a casa a guardare la tv e sentire i consigli dei “super esperti”, e tutti gli altri a vivere normalmente

  4. Ma quando mai ahhah solite notizie inventate! Stanno tutti in giro a prendere IL SOLE e quelle poche pattuglie non osano rompere le scatole e fanno bene

  5. Canada, è allarme per una nuova misteriosa malattia
    Le persone colpite dalla nuova malattia, riportano le autorità, sono almeno 43, con sintomi che assomigliano a quelli del morbo della mucca pazza

    Gerry Freda – Ven, 02/04/2021 – 09:37
    commenta
    È allarme in Canada a causa del propagarsi di una malattia “nuova e misteriosa”, con sintomi simili a quelli della cosiddetta “mucca pazza” e che ha già provocato più di 40 infezioni tra i cittadini e 5 decessi.

    La sindrome sconosciuta colpirebbe le facoltà neuronali delle persone e, per il momento, i contagi sarebberlo limitati alla costa est del Paese, in particolare nella provincia del New Brunswick. Secondo i dati preliminari, la malattia in questione colpirebbe tutte le fasce di età.

    A detta delle autorità sanitarie canadesi, le persone colpite sono almeno 43, con sintomi che assomigliano all’encefalopatia spongiforme bovina (BSE), il morbo della mucca pazza appunto. Nonostante le somiglianze, i funzionari sanitari ritengono però che non si tratti di BSE né di altre malattie dovute all’azione di prioni. La misteriosa infezione ha causato ai soggetti contagiati, nel giro di 18-36 mesi, sintomi sempre più gravi, come cambiamenti del comportamento, problemi di coordinazione dei movimenti, dolori inspiegabili e allucinazioni visive. Andando a controllare gli archivi epidemiologici, le autorità locali hanno scoperto che un primo caso di infezione compatibile con la recente sindrome sarebbe stato accertato nel Paese nel 2015.

    Diversi laboratori di ricerca sono al lavoro per cercare di identificare, nel più breve tempo possibile, la malattia e le sue possibili cause. Secondo i dati preliminari di un gruppo di esperti guidato dal neurologo Alier Marrero, accademico in servizio presso una delle principali università del New Brunswick, non si tratterebbe di una sindrome genetica e potrebbe venire contratta dall’acqua, dal cibo o dall’aria. Dagli accertamenti finora effettuati è emerso sempre più il carattere completamente ignoto della sindrome apparsa ultimamente nell’est del Canada. “È qualcosa di inaspettato per me, francamente”, ha commentato esterrefatto il professor Marrero, all’indomani delle prime analisi su campioni biologici dei soggetti infettati.

    Una prima spiegazione avanzata dagli esperti in merito alle cause dei focolai è che, dato che al momento i casi sembrano essere limitati ad alcune aree, c’entrerebbe una tossina ambientale: “Alcune ipotesi sugli agenti patogeni responsabili”, ha evidenziato il dottor Neil Cashman, della British Columbia University, “includono la B-metilammino-L-alanina (BMAA) e l’acido domoico, entrambe tossine che a volte si accumulano nei pesci e nei crostacei”. Tuttavia, lo stesso accademico ha sottolineato che tale sua spiegazione è al momento solo una semplice supposizione e che l’identificazione della vera causa potrebbe richiedere tempo: “È possibile che le indagini in corso ci rivelino la causa in una settimana, così come è possibile che per scoprirla occorra anche un anno”.

  6. Controllate chi ha causato tutto questo invece di fare i duri con chi vuole prendere aria sana e non quella contaminata delle case…governo passato che non ha mai contrastato il virus con blocco delle frontiere, l’anno scorso operatori sanitari senza protezioni, gente che ha altri problemi e gli ospedali li cacciano a calci in culo, ormai mettetevi nella testolina che si cura e si muore solo per coviddi…invece mettete dieci macchine a fare il vostro comodo e inutile lavoro di controllori di certificazioni. Ma iat a cacà

  7. ma dove?!?!? a torrione da mesi e mesi non si vede nessuno!! addirittura la gente ha aperto di sua volontà una piazza per che per legge doveva essere chiusa!!!!

  8. Ognuno può dire quello che vuole ma ne usciremo:
    a) quando la natura avrà fatto il suo corso
    b) quando avranno vaccinato la popolazione tutta
    Il resto è solo fuffa.

  9. Era ora infatti imposto di blocco c’erano almeno dove sono io e i controlli sono stati massicci

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.