Campania, contagi alti e percentuale in risalita: a rischio ritorno in arancione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Si contano nelle ultime 24ore in campania oltre 2200 nuovi casi di Covid-19 su oltre 21mila tamponi processati Resta dunque alto il tasso di positività, superiore al 10 %. I dati arrivati oggi dall’Unità di Crisi non fanno ben sperare, soprattutto in vista del tanto atteso passaggio, che si vocifera possa essere annunciato venerdì, della Campania in zona arancione. L’andamento dei nuovi positivi è in controtendenza rispetto ai cali che ci si aspetterebbe dopo un periodo di zona rossa tanto lungo quanto quello che ha visto protagonista la regione governata da De Luca.

Staremo a vedere, dunque, cosa deciderà l’Its tra due giorni in base ai dati settimanali: nel caso in cui la Campania dovesse essere idonea al declassamento alla zona arancione, ciò avverrà a partire da lunedì 19

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Salerno,Pontecagnano,Bellizzi,Battipaglia, non stanno messe così male. Perchè rendere tutta la campania rossa, se alcune zone della regione non sono messe male a livelli di contagi, perchè si parla di contagi eh. I negozi hanno bisogno di riaprire, anche perchè il governo fà orecchie da mercanti, e penso che non darà mai i ristori a chi non ha lavorato.

  2. La Campania ormai è allo sbaraglio , un pinocchio che crede di essere dio e nn ha mai azzeccato niente , a parte usare presunzione e scostumatezza, se la prende col mondo perché vuole far credere che è colpa degli altri . Rossi gialli arancioni nn vi sopportiamo più . In inverno potevamo morire di fame , per il turismo estivo aprite le porte senza farvi problemi . Ma andatevene tutti a f….. salvare sempre a cavoli vostri

  3. La mia ultima Cassa integrazione(51 per cento dello stipendio normale) è datata novembre scorso. Ho due figli, lavoro nella ristorazione. Sto dando fondo agli ultimi risparmi che ho e la cosa che più mi fa stare male è che le persone che hanno un lavoro non si rendono conto di quello che stiamo vivendo. Stiamo perdendo tutto. Dovremmo essere uniti per il diritto di lavorare e il diritto alla dignità che nessuna politica sul virus può togliere. Salerno è una città di cuore. Non giratevi dall’altra parte solo perché avete le tasche piene.

  4. …..il governo fà orecchie da mercanti, e penso che non darà mai i ristori a chi non ha lavorato.

    Facciamo Zona rossa tutta l’Italia ..Ma niente stipendi e niente pensioni ,semplice no! NIENTE PIU’ SOLDI alla politica, tanto a che servono!! a dire solo “faremo, diremo, salveremo,vedremo etc.”

    ….ristori a chi non ha lavorato.
    Ristori a quelli brutti e cattivi (partite IVA etc.) CHE IL GOVERNO HA INDICATO COME UNTORI quindi giustamente PUNITI in nome della salute….

  5. Ci sono tanti stronzi cke lavorano in nero da anni anni e anni tengono la casa del comune 30 euro al mese pacchi del comune buoni spesa e adesso reddito di cittadinanza a questi dovete colpire non ad un povero cameriere di ristorante viva la revolution

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.