Crisanti: Riaperture Draghi porteranno aumento casi. Estate a rischio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Con una situazione di contagio  elevato, pensare alle riaperture vuole dire che tra un mese avremo un  aumento dei casi di Covid-19 e l’estate sarà a rischio e dovremmo  richiudere”. Così all’Adnkronos Salute Andrea Crisanti, direttore di  Microbiologia e virologia dell’università di Padova, commenta le  riaperture annunciate ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza  e dal premier Mario Draghi. “Riproporre le zone gialle, quelle  arancioni e rosse, è continuare con un sistema infernale – avverte –  ed è la dimostrazione che in un anno non si è trovata un’alternativa  efficace e non si sono costruiti strumenti adeguati per contenere  l’epidemia. Siamo sempre lì, con oscillazioni tra zone gialle e  arancioni, nelle prime si apre e il contagio aumenta”. L’espressione ‘rischio ragionato’ è vuota Ieri, il presidente del Consiglio ha parlato di “rischio ragionato” per la road map delle riaperture: “Mi auguro che abbiano delle proiezioni – osserva Crisanti – Ma i numeri non li vediamo, non c’è trasparenza.  L’espressione ‘rischio ragionato’ è vuota e decisamente politica e non scientifica. Il rischio è dato da due componenti, la probabilità e  l’intensità del rischio. Per la prima sappiamo già che i contagi  aumenteranno e non è una probabilità, con le riaperture accadrà  questo. Servirebbe un programma di vaccinazioni a tamburo battente per evitarlo. L’intensità – ricorda l’esperto – è la gravita del fenomeno  e i nostri dati sono ancora alti, con le aperture aumenteranno e  dovremmo chiudere proprio in estate, quando invece gli altri Paesi  saranno fuori dal tunnel”. Quello che sta accadendo in Italia è “il  risultato di una mediazione tra chi è cauto e chi vuole aprire tutto – avverte Crisanti – Siamo un Paese ostaggio di un gruppo di pressione  che fa prevalere gli interessi di parte alla sanità pubblica”. Nelle prossime settimane aumenteranno i contagi Ma quale sarà allora lo scenario delle prossime settimane? “Non ho la sfera di cristallo, ma aumenteranno i contagi”, risponde il virologo  che poi riflette anche sul dato dei decessi “ancora molto alto in  Italia e non si capisce il perché, forse – ipotizza – questo dato è  falsato da quello dei nuovi positivi che sono sicuramente di più di  quelli registrati, perché il sistema di tracciamento è da mesi che non funziona più”.

fonte www.rainews.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Quindi,fatemi capire, se qualcuno di aprire è uno che ragiona,se dice di chiudere è una ciucciuettula

  2. Fesso qua non ne ha sbagliato UNA!
    Veneto prima ondata….Sardegna bianca….sempre coerente a dispetto di Zangrillo e Bassetti…. siamo alla resa dei conti…si riapre con un grande numero di contagi…. ed indice RT sopra il 10%. se la situazione dovesse andare male ….questi 4 imbecilli delle aperture a tutti i costi devono solo scomparire!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.