Decreto Sostegni bis, nuovi requisiti per il bonus affitto a P. Iva e settore turistico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nella bozza del decreto Sostegni bis sono contenute alcune novità che riguardano il bonus affitto 2021, il credito d’imposta al 60% dei canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo pagati nel periodo da gennaio a maggio di quest’anno

Il testo dovrebbe essere approvato entro la fine della settimana e modifica i requisiti della platea dei beneficiari. Possono accedere all’agevolazione gli esercenti di attività d’impresa, arte o professione che hanno i requisiti per ottenere i contributi a fondo perduto

Il calo del fatturato passa dal 50% al 30%. Ovvero, non si basa più sulla diminuzione del 50% dei corrispettivi rispetto all’anno precedente, ma sul calo pari almeno al 30% registrato nel confronto tra ammontare medio mensile del 2020 e quello del 2019

Confrontato l’ammontare medio mensile dei corrispettivi, il bonus spetta quindi a chi registra un calo del 30% e nel 2019 non ha superato il limite dei ricavi di 10 milioni di euro

Oltre a crescere la platea dei potenziali beneficiari, viene confermata per un altro mese l’agevolazione prevista per le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator

Il beneficio per il settore del turismo era stato stabilito fino al 30 aprile, ma è stato prolungato al 31 maggio 2021

Il decreto Sostegni bis stabilisce gli stessi requisiti previsti dal precedente decreto per beneficiare dei contributi a fondo perduto

Le partite Iva che hanno ricevuto il contributo potranno quindi accedere anche al bonus affitto 2021 per i canoni di locazione versati da gennaio a maggio. Ai titolari di partita IVA spetterebbe: un bonus pari al 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili ad uso non abitativo; un bonus pari al 30% dell’ammontare mensile dei canoni per affitto d’azienda

Il bonus affitto 2021 in versione standard fa riferimento a un confronto basato su 12 mesi mentre quello specifico per il settore turismo resterebbe ancorato alla singola mensilità. Inoltre il credito d’imposta verrebbe confermato in misura pari al 60% del canone di locazione per le imprese del turismoIn caso di affitto d’azienda, invece, la percentuale di bonus spettante sale al 50%

Le novità devono comunque essere confermate con l’approvazione del testo definitivo del Decreto Sotegni bis

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.