Quattordicesima: quando arriva e a quanto ammonta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Con lo stipendio o la pensione di luglio 2021 molti italiani hanno ricevuto, o riceveranno nei prossimi giorni, anche la quattordicesima.  Il tesoretto complessivo ammonta a 6,8 miliardi da distribuire a circa 7,5 milioni di italiani. Secondo un’elaborazione Confesercenti basata su un sondaggio condotto da Swg, tra pensionati e dipendenti che la riceveranno, il 29% del totale delle quattordicesime sarà utilizzato per andare in vacanza

Per quanto riguarda i pensionati, la quattordicesima arriva insieme alla pensione sul conto corrente il 1° luglio. Per coloro che invece sono titolari di un libretto di Risparmio presso le Poste, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution, o che comunque ricevono la somma in contanti presso gli Uffici Postali, c’è un calendario da rispettare per il ritiro

I cittadini con il cognome che inizia per A o B hanno già potuto ritirare pensione e quattordicesima di luglio il 25 giugno. Il 26 giugno sono state pagate invece le quote dei cognomi con iniziale C o D. Dalla E alla K possono andare alle Poste il 28 giugno, da L a O il 29 giugno, da P a R il 30 giugno e da S a Z il 1° luglio

I cittadini con età superiore ai 75 anni possono anche richiedere di ricevere gratuitamente la pensione a domicilio delegando al ritiro i carabinieri. La quattordicesima è una somma aggiuntiva tra i 336 e i 655 euro

L’ammontare è fissato dall’Inps e spetta ai pensionati con almeno 64 anni d’età e un reddito complessivo al massimo fino a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo lavoratori dipendenti

A determinare la somma sono gli anni di contributi e i limiti di reddito. Per esempio, ai pensionati con assegni fino a 1,5 volte il trattamento minimo, che per il 2021 è pari a 515.58 euro per 13 mensilità, spetta un importo aggiuntivo di 437 euro, se ex lavoratori dipendenti con almeno 15 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con almeno 18 anni di contributi

Se si è ex lavoratori dipendenti dai 15 anni ai 25 anni di contribuzione o ex lavoratori autonomi dai 18 ai 28 anni di contribuzione l’importo è di 546 euro; mentre gli ex lavoratori dipendenti con oltre 25 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con oltre 28 anni di contributi versati ricevono 655 euro

Ai pensionati con assegno fino a 2 volte il trattamento minimo spettano 336 euro di quattordicesima, se ex lavoratori dipendenti con almeno 15 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con almeno 18 anni di contributi

Sono invece 420 euro per gli ex lavoratori dipendenti dai 15 anni ai 25 anni di contribuzione o ex lavoratori autonomi dai 18 ai 28 anni di contribuzione e 504 euro, se ex lavoratori dipendenti con oltre 25 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con oltre 28 anni di contributi versati

PEr i lavoratori dipendenti, la quattordicesiam viene corrisposta in base al proprio contratto collettivo. Dal sondaggio Swg su tutti i beneficiari di quattordicesima, lavoratori e pensionati, se il 29% la userà per le vacanze, al 21% servirà per pagare i conti rimasti in sospeso a causa della crisi innescata dalla pandemia di Covid-19

Si tratta di un totale di 1,4 miliardi di spese obbligate, tra arretrati con il fisco, bollette, bolli e multe scadute. Il 16% degli italiani userà poi la quattordicesima per pagare mutui e finanziamenti, il resto verrà investito soprattutto in acquisti di abbigliamento in vista dei saldi estivi di inizio luglio, in spese sanitarie o altre voci di spesa e solo il 5% andrà a finire in risparmio e investimenti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.