Beni confiscati alla criminalità organizzata: inaugura a Capaccio la sala Hera Argiva

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

È stata inaugurata stamattina, in località Ponte Barizzo, la Sala Hera Argiva. I locali messi a disposizione della Città di Capaccio Paestum sono stati riqualificati grazie a un progetto di riuso e di rifunzionalizzazione di un immobile confiscato alla criminalità organizzata finanziato attraverso l’utilizzo congiunto dei fondi strutturali e di investimento europei messi a disposizione dal POR FESR Campania 2014/2020 e dal PON FESR/FSE Legalità 2014/2020.

Il bene oggetto dell’intervento è stato confiscato alla criminalità organizzata e consegnato all’amministrazione comunale di Capaccio Paestum nel 1999 per adibirla a centro polifunzionale dedicato all’aggregazione sociale. I lavori di rifunzionalizzazione, che hanno previsto una migliore razionalizzazione degli spazi, sono stati realizzati sia internamente che esternamente sulle tre facciate, con la realizzazione dell’isolamento termo-acustico. È stato creato un unico locale multifunzionale con la possibilità, mediante pareti divisorie mobili, di suddividere l’intera superficie in tre ambienti distinti e separati: una sala conferenza di circa 65 posti a sedere, schermo, proiettore e impianto di diffusione sonora dolby 5.1; un’area lettura con tavoli circolari, sedie, poltroncine e libreria; un’area associazioni con tavolo conferenze, sedie e libreria. L’intero locale è dotato anche di impianto di videosorveglianza.

«Grazie al programma regionale in materia di politiche di sicurezza e legalità siamo riusciti a portare definitivamente a termine un intervento atteso da anni – dichiara il sindaco Franco Alfieri – Abbiamo finalmente messo a disposizione della Comunità di Capaccio Paestum uno spazio, in località Ponte Barizzo, importante anche dal punto di vista simbolico. Con un progetto di riuso e rifunzionalizzazione, nuovi locali realizzati in un immobile confiscato alla criminalità organizzata più di venti anni fa da oggi saranno dedicati all’aggregazione sociale».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.