Afghanistan: Regione Campania al lavoro per accogliere i rifugiati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Prosegue il lavoro della Regione Campania per garantire accoglienza e assistenza alle famiglie afgane provenienti da Kabul. L’Unità di Crisi ha immediatamente disposto, in aggiunta ai test antigentici eseguiti a Roma, tamponi molecolari in ingresso: uno solo sugli 87 afgani arrivati in Campania è risultato positivo ed è stato posto in isolamento.
Tutte le persone arrivate a Napoli sono state poste in quarantena, come previsto dalle vigenti norme anti-Covid. Per uno degli afgani è stato necessario il ricovero a causa di un forte stato d’ansia e di una frattura al ginocchio. Sono attesi per il tardo pomeriggio odierno ulteriori 40 arrivi.
Intanto Protezione Civile della Regione Campania e Asl Napoli 1, anche attraverso le associazioni di volontariato e la Caritas, hanno già provveduto a raccogliere e far pervenire indumenti, scarpe, abbigliamento intimo, giocattoli per i bambini e generi di prima necessità, oltre che dispositivi di protezione individuale. E’ stato inoltre organizzato il servizio lavanderia.
Al termine della quarantena sarà prevista la possibilità di usufruire di un parrucchiere/barbiere. I volontari della protezione civile regionale e i mediatori culturali sono impegnati h24 per supportare eventuali ulteriori esigenze o richieste.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ottimo , vacciniamo gli italiani così si estinguono e questi senza green caxxo fanno la loro vita alle nostre spalle

  2. Ahhhh che bella notizia dai….sempre più profughi in questa cloaca di Paese mentre i cittadini si sciroppano le cacchiate giornaliere su green pass ecc.

  3. Redazione da ammirare perchè da la possibilità di esprimersi anche agli asini, altro che dittatura. Posso capire “indignarsi” e fare complottismo per giovanotti di colore che prima arrivano nei barconi e poi spacciano e vivaccano nelle piazze ma paragonare gente che viene davvero da un paese in guerra è da poveracci, quelle persone hanno collaborato con noi occidentali e perciò sono in pericolo di vita, molti di loro sono persone che fino a pochi giorni fa facevano delle vite agiate, sono diplomatici, medici, avvocati, interpreti ecc ecc ecc sicuramente più acculturati degli asini che si lamentano qui sopra (tipici leghisti-fdi).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.