Covid, l’occupazione dei posti letto negli ospedali regione per regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
I casi di coronavirus in Italia sono in aumento e, anche se per ora tutte le regioni sono in fascia bianca, si ricomincia a parlare di rischio zona gialla per alcune aree. Tra i parametri che incidono sul passaggio in una fascia di rischio più alta c’è l’occupazione dei posti letto in ospedale, sia in terapia intensiva sia nei reparti ordinari: la soglia critica per la terapia intensiva è 10%, nei reparti ordinari 15%. Ecco la situazione, secondo i dati Agenas aggiornati al 16 novembre, in ogni regione italiana

Al momento la regione con la situazione peggiore è il Friuli-Venezia Giulia: la percentuale di ricoverati positivi in terapia intensiva rispetto ai posti disponibili è del 14%, nei reparti ordinari del 13%

Nelle Marche, le terapie intensive sono occupate al 10% e i reparti ordinari al 7%

Nella Provincia autonoma di Bolzano, le terapie intensive sono occupate al 9% e i reparti ordinari al 14%

Nel Lazio, le terapie intensive sono occupate all’8% e i reparti ordinari al 9%

In Abruzzo, le terapie intensive sono occupate al 7% e i reparti ordinari al 6%

In Calabria, le terapie intensive sono occupate al 6% e i reparti ordinari al 12%

In Umbria, le terapie intensive sono occupate al 6% e i reparti ordinari al 6%

In Veneto, le terapie intensive sono occupate al 6% e i reparti ordinari al 5%

In Toscana, le terapie intensive sono occupate al 6% e i reparti ordinari al 5%

In Sicilia, le terapie intensive sono occupate al 5% e i reparti ordinari al 10%

In Liguria, le terapie intensive sono occupate al 5% e i reparti ordinari al 6%

In Emilia-Romagna, le terapie intensive sono occupate al 5% e i reparti ordinari al 5%

In Campania, le terapie intensive sono occupate al 4% e i reparti ordinari al 9%

In Puglia, le terapie intensive sono occupate al 4% e i reparti ordinari al 6%

Nella Provincia autonoma di Trento, le terapie intensive sono occupate al 4% e i reparti ordinari al 5%

In Sardegna, le terapie intensive sono occupate al 4% e i reparti ordinari al 3%

In Valle d’Aosta, le terapie intensive sono occupate al 3% e i reparti ordinari all’8%

In Lombardia, le terapie intensive sono occupate al 3% e i reparti ordinari all’8%

In Piemonte, le terapie intensive sono occupate al 3% e i reparti ordinari al 5%

In Molise, le terapie intensive sono occupate al 3% e i reparti ordinari all’1%

In Basilicata, le terapie intensive sono occupate all’1% e i reparti ordinari al 7%

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.