Stampa
La commissione bilancio del Senato si prepara alla votazione della manovra di bilancio. Le trattative tra le forze di maggioranza del governo, e il ministero dell’economia, sembrano essere giunte al punto di chiusura. Il lavoro odierno è il risultato di 150 rinvii e numerosi pacchetti di proposte di modifica. Dopo una lunga nottata pare che il Ddl di bilancio sia giunto ad un punto di svolta.

Il termine per il pagamento delle cartelle notificate nel primo trimestre del 2022 passa a 180 giorni. Nella relazione tecnica, è stato reso noto il prolungamento da 60 a 180 giorni, come una nuova misura che non determina oneri per la finanza pubblica. I proprietari delle case che sono state occupate abusivamente, avranno a disposizione un fondo di solidarietà pari a dieci milioni euro.

La commissione ha dato anche il via libera allo stop del pagamento della tassa sui tavolini, per il primo trimestre del nuovo anno. Scende da 36 a 32 anni di contributi, la soglia con la quale gli edil-ceramisti potranno andare in pensione, con il raggiungimento dei 63 anni d’età e l’adesione all’Ape Sociale. Il tetto di spesa per il bonus mobili passa da 5.000 a 10.000 euro.

Infine, è stata rinviata al 2024, l’entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore. Quelle elencate sono le misure più importanti emerse dalla sessione notturna della commissioni. In mattinata sono ripartite le votazioni, con l’obiettivo di essere concluse nella giornata di oggi e inviare il testo in aula il 23 dicembre.

L’ultimo nodo da sciogliere è il Superbonus, in quanto l’emendamento riformulato è stato immediatamente accantonato. La proroga al 2025 ha interessato soltanto le aree colpite da sisma, che potranno disporre ancora delle agevolazioni per gli interventi edilizi.

Caterina Bini, sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento, ha annunciato l’inizio delle votazioni in Senato. L’obiettivo è portare la discussione il 27 dicembre alla Camera.

Le modalità di attuazione delle nuove norme verranno dettate con mdecreto del Ministero dell’Interno, di concerto con quello della Giustizia e con quello dell’Economia, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio.

Olindo Nuzzo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.