Stop emergenza, storia di 2 anni da incubo

Stampa
Si chiamava Adriano Trevisan, pensionato dell’operoso paese veneto Vo’ Euganeo, grande amante delle carte, protagonista di epiche partite con gli amici nel bar in piazza.

L’ultima partita gli e’ stata fatale: la febbre che non se ne va, le difficolta’ respiratorie, il ricovero d’urgenza e in due giorni, il 21 febbraio 2020, la morte. Parte necessariamente da lui, prima vittima ufficiale del Covid in Italia, il ricordo di questi due anni da incubo nel primo giorno senza stato di emergenza, il simbolico avvio di una nuova stagione di convivenza.

In quei primi giorni era ancora possibile, per i giornalisti, fare una scheda sulle vittime del giorno. Pensionati, con patologie, anziani, qualcuno forse un po’ meno anziano, morti, si diceva, “con” Covid e non “per” Covid.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.