Morta Elvira, la 34enne investita da una moto pirata a via Caracciolo

Stampa
Elvira Zibra, la ragazza 34enne investita a via Caracciolo, all’altezza dei pontili Snav, da una moto, non ce l’ha fatta ed è deceduta all’ospedale Cardarelli dove era stata ricoverata. Elvira, la notte tra il 28 ed il 29 agosto, stava terminando la sua giornata di lavoro in un locale sul lungomare e stava attraversando la strada sulle strisce pedonali quando è sopraggiunta uno moto a forte velocità guidata da un 30enne e con a bordo un’altra ragazza.

Come diversi testimoni hanno anche raccontato al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, il quale aveva dato notizia sull’incidente, sembra che il motociclista senza casco e con un persona a bordo stesse procedendo oltre che a gran velocità anche impennando, motivo per il quale non sarebbe riuscito a vedere la 34enne che era in procinto di attraversare.

A Elvira è toccata la stessa sorte di suo fratello maggiore, Mustafha, travolto ed ucciso da un’auto pirata mentre percorreva via Montagna Spaccata a Pianura in bici. I fratelli Zibra erano due membri della comunità molto amati dalla gente.

“Erano due ragazzi eccezionali, li conoscevo da una vita, ora è rimasta solo la mamma e dovrà farsi forza. I suoi nipoti, figli di suo figlio Mustafha, gli daranno la forza di andare avanti.”- racconta chi li conosceva al consigliere Borrelli-  “Abbiamo abitato nello stesso palazzo per anni e so che persone erano. Meritano giustizia. Non è possibile che questi due bravi ragazzi abbiamo avuto lo stesso destino! Questa storia non dovrà finire nel dimenticatoio.”.

Europa Verde, dopo che Borrelli e il membro del consiglio cittadino del Sole che Ride Enzo Vasquez hanno effettuato un sopralluogo presso il luogo dell’incidente, più volte teatro di incidenti e di investimenti, si prepara a scendere in strada e a manifestare.

“Innanzitutto faremo in modo che questa tragedia non venga dimenticata e che i familiari (madre, zii e nipoti) di Elvira non vengano lasciati soli nel loro dolore. Gli inquirenti dovranno portare a termine in breve tempo le indagini così da poter accertare le responsabilità del motociclista e da lì in poi la giustizia dovrà fare il proprio percorso senza intoppi ed indugi. L’assurda morte di questa ragazza non dovrà rimanere impunita.”- spiegano Borrelli e Vasquez assieme all’assessore di Europa Verde della Municipalità I Benedetta Sciannimanica e ai consiglieri municipali del Sole che ride Lorenzo Pascucci e Gianni Caselli, che stanno organizzando una manifestazione contro i pirati della strada partendo proprio dal punto in cui Elvira è stata investita e uccisa – “E’ urgente, però, anche intervenire su questa strada dove l’alta velocità, l’irresponsabilità e la sciaguratezza hanno provocato nel corso degli anni numerosi incidenti e vittime. L’amministrazione cittadina, quindi, dovrà immediatamente provvedere ad installare dispositivi anti-velocità ed attuare misure per fermare i pirati della strada. Non bisogna indugiare. Contro i pirati della strada bisogna essere implacabili.”

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.