Femminicidio di Cava, il fratello di Nunzia: “I figli non vogliono più il cognome del padre”

Stampa
Ieri, in occasione del 25 novembre, data in cui ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è stata di nuovo installata una targa alla memoria di Nunzia Maiorano, la 41enne di Cava che fu uccisa dal marito con 47 coltellate.

Il fratello della vittima, nella sala teatro dell’istituto pe penitenziario di Fuorni, nel corso di un incontro con i detenuti, ha portato – come scrive il quotidiano “Il Mattino” oggi in edicola – una testimonianza raccapricciante: “Mio nipote ricorda tutto: ancora oggi non si dà pace e ripete sempre: sono il figlio di un assassino. 

Ora davanti al tribunale per i minorenni pende il procedimento per il cambio del cognome: i miei nipoti non vogliono più portare il cognome dell’uomo, che ha ucciso la loro mamma e vogliono che lui resti in cella per tutta la vita”.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.