Skin ADV




Fiume Irno, residente della zona mostra gli effetti dell’inquinamento


fiume-irno-inquinamentoQuasi un mese fa una nota ufficiale del Comune di Pellezzano informava che non erano stati riscontrati scarichi in atto, né colorazioni anomale delle acque del fiume Irno, tanto meno presenza di moria di pesci.

Le rilevazioni erano state fatte dall’Arpac mentre la nota ufficiale del Comune  di Pellezzano era datata 20 dicembre 2016. Rilevamenti effettuati anche dal comune di Baronissi

Alcuni residenti della zona, particolarmente sensibili alle problematiche ambientali, si sono messi in moto, in modo autonomo dopo quel parere ed hanno riscontrato fonti di inquinamento non evidenziate nella relazione  .

Dalle successive verifiche sul percorso del letto e non solo sono emerse criticità come scrive Angelo Iovotono Scafuri che mostra mappa, coordinate, indicazioni stradali e luoghi facilmente riconoscibili con tanto di foto relative allo stato dei luoghi e punti d’interesse segnati sulla mappa.

«Si evidenzia sostanza arancione, in via Nofilo e via Aldo Moro, sempre presente e di sconosciuta origine. Si ipotizza siano ferrobatteri ma non si conosce se di origine naturale o dovuta agli interventi dell’uomo. Facilmente identificabili sono gli scarichi fognari che tranquillamente si riversano nel fiume in località via tommaso san severino ed in via nofilo.

In quest’ultima zona, sono presenti i pozzetti del collettore generale fogne, che con una semplice pioggia riversano i reflui nel fiume».

 

 


Salerno Notizie
   
   


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Aggiungi una immagine