Renzi. Tre mesi per cambiare: “Mille euro in più all’ anno a chi guadagna fino a 1.500 euro al mese”. Ecco tutte le novità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Matteo_Renzi_PremierJobs Act, piano casa e interventi per la riduzione del cuneo fiscale. Sono questi i temi principali affrontati oggi dal governo in un lungo consiglio dei ministri conclusosi solo pochi minuti fa. Lo stesso premier Matteo Renzi sta illustrando i provvedimenti adottati nel corso di una conferenza stampa – la prima della storia di Palazzo Chigi con hashtag ad hoc (#lasvoltabuona) e slide proiettate – che è possibile seguire in diretta su Corriere Tv. I nuovi provvedimenti erano particolarmente attesi sia sul fronte interno, come possibile stimolo al rilancio dell’economia, sia come segnale di azione da parte dell’esecutivo per i mercati e i partner internazionali a pochi giorni dall’incontro che il premier Matteo Renzi avrà lunedì a Berlino con Angela Merkel.

Renzi ha promesso un lavoro «serio e articolato» e 100 giorni di grande impegno per cambiare pubblica amministrazione, fisco e giustizia e arrivare al primo luglio, giorno di inizio del semestre di presidenza italiana della Ue, con i conti in ordine e una struttura più leggera. E prima di allora dovranno essere affrontate molte questioni nei campi di politica, economia e occupazione, a partire da riforma della legge elettorale (oggi l’Italicum ha ottenuto il primo via libera alla Camera e ora la parola passa al Senato) e dalle riforme costituzionali, in primis l’abolizione del Senato. E poi la riforma del titolo V con l’abolizione della legislazione concorrente, ovvero la sovrapposizione di funzioni tra Regioni e Stato Centrale.

Renzi ha poi snocciolato una serie di provvedimenti di carattere economico. «Dal 26 marzo al 16 aprile – ha spiegato ad esempio – le auto blu andranno all’asta come abbiamo fatto a Firenze. Sono oltre 1500. Dal 26 marzo `venghino signori, venghino´ andranno all’asta». Il premier ha poi garantito lo sblocco «immediato e totale» dei debiti della pubblica amministrazione: «22 miliardi già pagati – ha sottolineato – e 68 miliardi che pagheremo entro luglio». Un’altra misura a favore delle piccole e medie imprese è uno stanziamento di 500 milioni di euro in più per il fondo di garanzia per la lotta al credit crunch, «vero o presunto che sia e che ha già garantito 10 miliardi di accesso al credito».

Infine il neo premier  ha poi promesso sgravi fiscali che dovrebbero portare mille euro netti in più all’anno a chi guadagna meno di 1.500 euro al mese, una platea che riguarda, secondo le stime del governo, una platea di 10 milioni di italiani. Il provvedimento, che dovrebbe avere effetto dal 1° maggio, è rivolto a persone che hanno contratti da lavoro dipendente o parasubordinato e avrà un costo di circa 10 miliardi di euro. La copertura di questa somma arriverà «dal risparmio di spesa», da altre manovre di bilancio e, ha assicurato il premier, «senza aumento di tassazione». «Sarà lo Stato – ha precisato – a stringere un po’ la cinghia». Il dettaglio dei numeri sarà nel Def che sarà presentato nei prossimi giorni, ma già il premier ha cercato di dare un’idea delle possibili fonti di raccolta della somma necessaria precisando che circa 7 miliardi arriveranno dalla spending review.

Fonte:  il corriere.it

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.