Da Salerno “Buon Compleanno Italia – Democrazia, Cittadinanza Studentesca, Rappresentanza Politica”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
consulta_studenti_comune_Salerno_1Dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno…Buon Compleanno all’Italia. Nella “Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”, istituita con Legge n°222, oggi, lunedì 17 marzo la Consulta si ritrova, in Plenaria, nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città per aprire un momento di riflessione sul senso dell’identità nazionale, sui valori della Democrazia, della Costituzione e sul significato di Cittadinanza.La traccia “Buon Compleanno Italia – Democrazia, Cittadinanza Studentesca, Rappresentanza Politica” avrà le voci degli Studenti della Consulta, dell’Associazione Nazionale Partigiani con l’intervento del dottore Ubaldo Baldi su “ I Salernitani dal Risorgimento alla Resistenza” e dell’onorevole Vincenzo De Luca, Sindaco di Salerno già vice Ministro ai Trasporti.Ad aprire il programma, con il coordinamento di Ketty Volpe esperta MIUR, sarà il presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno Vittorio Nevio Biasini. Poi un breve e veloce avvicendarsi di rappresentanti della Consulta, sull’Unità Nazionale dirà il past president Simone Buonomo, Adolfo Fortunato sulla Costituzione, Vito Carone sull’Inno e Martina Parisi sulla Bandiera.L’iniziativa della Consulta di Buon Compleanno all’Italia avrà la partecipazione dell’Orchestra dei fiati del Liceo Alfano I. La Wind Orchestra. Settantanove elementi diretti dal maestro Giovanni D’Auria con il bel canto degli allievi Dorothy Manzo, Daniela Riccio e Vincenzo Monetta per intonare l’Inno d’Italia.Note a margineLa CPS,Consulta Provinciale degli Studenti, nasce nel 1996 con il DPR 567/96 modificato ed integrato dai DPR 156/99, 105/01, 301/05 e 268/07.E’ un organismo istituzionale di rappresentanza studentesca. Ne fanno parte due studenti, di ogni Scuola Secondaria di II Grado, eletti dai compagni di Istituto. Resta in carica due anni. Ha un suo Presidente e il direttivo, di cui fanno parte il vice presidente, due componenti l’Organo di Garanzia e la segretaria.

La CPS di Salerno, in carica per il biennio 2013/2015, é presieduta da Vittorio Nevio Biasini ed è coordinata da Ketty Volpe esperta MIUR. Fanno parte del Direttivo il vice presidente Vincenzo Pandolfo, Veronica Azhischeva e Vito Carone per l’Organo di Garanzia e per la segreteria Daniela Abate. I Presidenti delle Consulte Provinciali compongono il Consiglio Nazionale detto CNPCP. Il Consiglio Nazionale dei Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti é organo consultivo del Ministro della Istruzione Università e Ricerca. La Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno sarà alla convention nazionale a Roma dal 31 marzo al 3 aprile prossimi.

 

GUARDA IL VIDEO

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.