Crescent, De Luca: “Prima del nostro intervento area degradata e cementificata”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
27
Stampa
Crescent_plasticoLa prossima settimana invieremo alla Soprintendenza la documentazione necessaria per ottenere il parere relativo al Crescent e all’Apu che riguarda l’area di Santa Teresa: dalla documentazione risulterà con chiarezza come era l’area prima che iniziassimo l’intervento, ovvero totalmente cementificata e degradata. Ci auguriamo di arrivare presto alla conclusione perché vorremmo attivare quanto prima il parcheggio interrato”. A dichiararlo il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca che è ritornato a parlare dell’emiciclo di Bofil in Piazza della Libertà.  

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

27 COMMENTI

  1. ma ciò non toglie che il crescent è un gabinetto e il suo iter deve rispettare le regole vigenti.

  2. X ANONIMO
    NON TI PREOCCUPARE. VEDRAI CHE L’OPERA SARA’ TERMINATA COSI COME PROGETTATA
    E POI SE IL CRESCENT E’ UN GABINETTO , PREFERISCO IL GABINETTO A QUELLO CHE C’ERA PRIMA .
    FORSE A TE PIACEVA PIU’ QUELLO CHE C’ERA PRIMA …………….

  3. Il nostro sindaco su cosa c’era prima del Crescent fa disinformazione. Mostra infatti le foto di quell’area risalenti almeno agli anni 80. In realtà fino al giugno 2011, quindi ben 3 anni fa, dove ora sorge il mausoleo c’era un grande e funzionale parcheggio. Da quando è stato chiuso le difficoltà per residenti, turisti, lavoratori e per chiunque abbia in mente di farsi un giro in centro sono aumentate vertiginosamente. Di qui anche l’aumento dell’inquinamento dell’aria. Certamente non fanno bene auto che girano e girano e non trovano parcheggio, contestualmente alla crisi del trasporto pubblico dovuta anche al Comune di Salerno. Tuttavia noi salernitani fingiamo di non vedere, aspettiamo che costruiscano il nuovo Colosseo fiduciosi …

  4. Ci siamo rotti le palle con questo balletto del Crescent……la vera opposizione a questo progetto è stata data ed è data da chi ha interesse a non perdere la veduta a mare,altro che italia nostra,no crescent de sto’ ca….zo e altri comitati ridicoli di sfasulati e palafrenieri da quattro soldi. A qualcuno forse piaceva piu’ com’era prima per le evidenti frequentazioni di froci,ricchioni,trans,puttane e drogati che ivi stazionavano,per non parlare dei milioni di ratti e topi da fogna che banchettavano allegramente tra migliaia di preservativi pieni,lacerati e con tutto il carico fuoriuscito…….se l’opera non si fa’,proporrei di destinare l’area tutta,ma com’era prima, a quei pagliacci che formano il sedicente “figli delle chiancarelle” alta espressione di magnifica demenza.

  5. “area degradata e cementificata”?? beh .. adesso è solo cementificata! o mi sbaglio?! c’è forse un bosco o un prato adesso lì al posto del Jolly?!
    degradata?? questa è un’opinione! era un’area sul mare, un porto, il cuore di una città di mare quale Salerno è; ed è proprio come area portuale che io immagino una “riqualificazione”! dire che questo blocco di cemento è una riqualificazione è quantomeno riduttivo: si sarebbe potuto fare un concorso tra architetti di Salerno e provincia e fare una sorta di referendum cittadino.. vi pare troppa democrazia?!? sinceramente questo crescent è brutto a MIO avviso, per un motivo: non ha alcuno stile! una sorta di palazzone privato come tantissimi in giro per l’Italia.
    I ratti?? le prostitute? cosa c’entra tutto questo?? forse adesso il ratto vedendo il crescent dirà “ah no, adesso è riqualificata, qui non posso andare”??!
    p.s. è così necessario offendere quelli che la pensano diversamente? riuscite ad immaginare SOLO crescent e chiancarelle?? non esiste null’altro al mondo?? …siete proprio messi male…

  6. Bravo Fabio, ottimo intervento quel fantasma di Anonimo dice solo stronzate per questo sta sempre nascosto dietro ai water.

  7. chiunque abbia cns di architettura sa che questa opera è superata da anni luce. il fatto che a te possa piacere non vieta che io possa esprimere il mo giudizio. Inoltre qualunque opera fosse, gli iter procedurali vanno rispettati, forse sarai a corto di cns architettonica e di legislazione urbanistica, quindi cullati nel paragonare il gabinetto con le chiancarelle di un tempo.

  8. Se la storia avesse dato retta ai vari soloni, teorici,castigatori e aspiranti architetti non avremmo il Colosseo, San Pietro e la Tour Eiffel che i grandi illuminati ci hanno lasciato.Il bello e il progresso non si può fermare per minuzze di Anonimi paesani.Se la scienza e il progresso la infastidisce può sempre scegliere di vivere in un deserto assolato. Si porti sempre un gabinetto con se.

  9. X ANONIMO

    NON SARO’ CERTO UN CONOSCENTE DI ARCHITETTURA , MA TU A LIVELLO DI GUSTO SARAI SICURAMENTE SCARSO .
    COME FAI TU INSIEME AD ENZO – DISINFORMAZIONE – A DIRE CHE QUELLA NON ERA UN’AREA DEGRADATA ?
    C’ERANO CAPANNONI FATISCENTI, UNA PUZZA CHE DOVEVI UTILIZZARE LA MASCHERINA , VITA DI OGNI GENERE.
    MA COME SI FA A NEGARE IN QUESTO MODO LE COSE EVIDENTI ?
    SOLO CHI E’ IN MALA FEDE PUO’ DIRE CHE QUELLA NON FOSSE UN’AREA DEGRADATA E PENSO A QUESTO PUNTO CHE SALERNITANO FIERO ABBIA PIENAMENTE RAGIONE . C’E’ UN GRUPPETTO DI PERSONE CHE CERCA DI DIFENDERE I PROPRI INTERESSI A DISCAPITO DELLA COLLETTIVITA’, MA ALE GRUPPETTO ALLA FINE RESTERA’ CON LA BOCCA APERTA AD OPERA FINITA PERCHE’ QUELLO CHE NON CAPISCONO E’ CHE I VANTAGGI SARANNO PER TUTTI. DICO INOLTRE AD ENZO CHE IN DEMOCRAZIA SI VOTA E CHI VIENE ELETTO PRENDE LE DECISIONI , IN QUESTO CASO E’ DE LUCA. E’ PAGATO PER DECIDERE . E’ IL SUO LAVORO .
    UN’ISTITUZIONE DOVE TUTTI VORREBBERO DECIDERE NON CI SAREBBE DEMOCRAZIA , MA SOLO CONFUSIONE , COME SUCCEDE A LIVELLO NAZIONALE .

  10. La piazza sicuramente SI, il condominio privato se tirato su senza le debite autorizzazioni andrebbe…
    Malauguratamente ci dovesse essere una ordinanza di abbattimento, il conto a De Luca non autorizzato a concedere incredibili ed insostenibili condizioni alla stazione appaltante.

  11. I Salernitani sono appassionati del loro lungomare. Speriamo che qualche politico salernitano parlerà presto della riqualificazione del nostro lungomare. Della piazza che verrà ai salernitani veri non interessa. Poi del Crescent figuriamoci cosa ci importa. Andremo a vedere i “vip” che scendono di casa la domenica e che portano a spasso i loro animali domestici per i loro bisogni ????? A noi salernitani veri interessa fare una bella passeggiata a Salerno sul lungomare e se possibile fare un bagno con un mare pulito e non inquinato come risulta oggi inquinato per 2 kilometri di costa salernitana. Spero che un politico salernitano vero si prodighi a ridarci un lungomare degno per questa città “turistica”; “europea”; “giardino”; ecc. ecc.

  12. FABIO: 1.abito da tutt’altra parte e non ho alcun tipo di interesse in zona se non quello di usufruirne da cittadino.. IO! forse qualcuno che vende/compra edifici pubblici passandoli a privati sì che ha interessi!..
    2.quale sarebbe la disinformazione? io ho detto che per un’area vicino al mare, di una città di mare, ci vedevo AD ESEMPIO un tipo di “riqualificazione” attinente al mare! dove ho scritto che era bello e che non c’era nulla da migliorare??!
    3.il sindaco è stato eletto per fare il crescent? non mi pare. comunque io intendevo dire che vista l’importanza e la centralità dell’opera si sarebbe potuto attingere a idee e architetti salernitani, pagando la metà del grande architetto e con una soluzione DIVERSA! capisci cosa vuol dire DIVERSA?! diversa sia dalle baracche sia da questa colata di cemento! e incentivando anche l’economia salernitana.. fare una sorta di concorso cittadino sarebbe una confusione?? mah.. e uscite da questo ottuso monoblocco crescent-baracche! c’è vita fuori!
    4.su internet trovi immagini successive all’abbattimento del Jolly e precedenti a tutte le sopraelevazioni: c’è un’area bellissima, luminosa, si vede il mare e la costiera! adesso che vedi?? vai dalla zona ingresso porto-questura e mi fai sapere..
    5.ancora non ho capito di architettonicamente o stilisticamente nuovo o innovativo cos’ha questa specie di fabbricato popolare.
    p.s. come fai a giudicare il gusto di “anonimo”?? ha solo detto che questo non gli piace! mica ha proposto un progetto? quindi per te dire che “questo” non è bello vuol dire che tutto il resto è brutto?! ri-mah!… contenti voi

  13. Qualcuno dica a De Luca che di questa questione al cittadino importa poco. Pensi piuttosto ad abbassare le prossime aliquote per i tributi comunali. Le precedenti erano tra le più alte in Italia.

  14. Io sono dell’opinione che l’opera va completata.E’ chiaro che senza i soldi dei privati la piazza non si sarebbe fatta e le spese non poteva sostenerle il comune.
    Per cui,non vedo cosa vi sia di paesaggistico nel far rimanere o far vedere ai salernitani e ai turisti quell’obbrobrio del palazzo Inail alle spalle !!Meglio abbatterlo od oscurarlo,grazie al Crescent !!

  15. X ENZO

    DISINFORMAZIONE E’ IL NOME DELL’ALTRO UTENTE CHE HA SCRITTO, NON ERA RIFERITO A TE.
    SICURAMENTE SI POTEVA FARE QUALCOSA DI DIVERSO AL POSTO DEL CRESCENT . SI POTEVA FARE QUALSIASI COSA , MA STA PUR CERTO CHE COMUNQUE NON SAREBBE ANDATA BENE .
    E POI COME SI FACEVA : A ME SAREBBE PIACIUTA UNA GROSSA SPIAGGIA, A TE MAGARI UN GROSSO PARCO VERDE , A QUALCUN’ALTRO QUALCHE ALTRA COSA E POI CHI DECIDEVA ?
    LA PERSONA PREPOSTA A DECIDERE E’ IL SINDACO . LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE E’ STATA INCENTRATA SUL CRESCENT , PER CUI I SALERNITANI CHE LO HANNO VOTATO BEN SAPEVANO CHE
    AVREBBE FATTO IL CRESCENT E PIAZZA DELLA LIBERTA’ (TRA LE ALTRE COSE) E TIENI PRESENTE CHE E’ STATO VOTATO DAL 75% DEI CITTADINI SALERNITANI . PER CUI MAGARI A QUEL 25% CHE NON LO HA VOTATO IL CRESCENT NON PIACE , MA QUESTO NON E’ GIUDICABILE DA NESSUNO, SONO GUSTI, MA IN DEMOCRAZIA BISOGNA ADATTARSI A COSA SCEGLIE LA MAGGIORANZA. SE AD ESEMPIO AD ANONIMO NON PIACE IL CRESCENT MA VOLEVA FARE QUALCHE ALTRA COSA , DOVEVA CANDIDARSI , PRENDERE VOTI E UNA VOLTA DIVENTATO SINDACO DECIDERE DI PRENDERSI LA RESPONSABILITA’ DI COSA FARE DELLA CITTA’ DI SALERNO.

  16. siamo tutti architetti:
    tutta questa questione del Crescent è una manovra politica di un gruppo di persone che ha solo interesse a fare ammuina. Alcuni abitano nella vera porcheria del posto: il fabbricato Ex Inail di cui non sento mai parlare di un possibile abbattimento, guarda un po’.
    Bello o brutto il Crescent è un’ opera con la quale si è finanziata la piazza (purtroppo al momento non agibile con i relativi posto auto). Il consiglio di stato , in due sentenze, ha stabilito che l’iter procedurale è legittimo, mentre l’aspetto paesaggistico va perfezionato. Incredibilmente la magistratura penale, per le stesse procedure, ha disposto il sequestro. mi sembra che ce ne sia abbastanza.

  17. Bravo … con la crisi che c’è pensi a demolire il crescent…. sei sicuramente uno che ha un lavoro fisso…. o sei un politico?

  18. in democrazia vince la maggioranza de luca ha vinto le elezioni sottoponendo ai cittadini la Salerno che avrebbe voluto fare con il progetto del crescent e i cittadini in larga parte lo hanno approvato !!
    forza de luca forza Salerno

  19. De Luca vi passa la dose quotidiana!!!! Solo così si può spiegare il gradimento per la cementificazione estrema (anonima piattaforma di cemento armato e mega edificio) di un’area affacciata sul porticciolo che andava conservata con tanto verde proprio sul mare e parcheggi alle spalle. Ma è arcinoto che tale tipologia di intervento sarebbe costata poco e non avrebbe consentito gli affari ed il tornaconto per colui che continua a spingere con le frottole dell’area degradata!!! Inoltre, a chi sostiene che la piattaforma (chiamata eufemisticamente “piazza”) è stata realizzata con soldi privati, dico che invece è stata costruita (ed è pure pericolante in diversi punti) con soldi pubblici, cioè dei cittadini! Solo il megaedificio è privato: ed è qui che la delinquenza ha avuto la possibilità di pulire tanti soldi! Infine, non è la maggioranza, o meglio una specie di ducetto arrogante con i suoi YES MEN, che decide il destino futuro di una città! Questo deve scaturire da un profondo e civile dibattito nel quale ogni forza, ogni comitato, ogni cittadino può esprimere la propria opinione! Questa è democrazia, non le decisioni “interessate” imposte da palazzo di città e fatte passare come scelte fortemente democratici!

  20. De Luca vi passa la dose quotidiana!!!! Solo così si può spiegare il gradimento per la cementificazione estrema (anonima piattaforma di cemento armato più mega edificio) di un’area affacciata sul porticciolo che andava conservata con tanto verde proprio sul mare e parcheggi alle spalle. Ma è arcinoto che tale tipologia di intervento sarebbe costata poco e non avrebbe consentito gli affari ed il tornaconto per colui che continua a spingere con le frottole dell’area degradata!!! Inoltre, a chi sostiene che la piattaforma (chiamata eufemisticamente “piazza”) è stata realizzata con soldi privati, dico che invece è stata costruita (ed è pure pericolante in diversi punti) con soldi pubblici, cioè dei cittadini! Solo il megaedificio è privato: ed è qui che la delinquenza ha avuto la possibilità di pulire tanti soldi! Infine, non è la maggioranza, o meglio una specie di ducetto arrogante (perchè tutto il contorno conta meno di zero!), che decide il destino futuro di una città! Questo deve scaturire da un profondo e civile dibattito nel quale ogni forza, ogni comitato, ogni cittadino può esprimere la propria opinione! Questa è democrazia, non le decisioni “interessate” imposte da palazzo di città e fatte passare come scelte fortemente democratiche!

  21. Al cogl…. che dice che è abusivo, consiglio di leggere le due sentenze del consiglio di Stato….. impara almeno l’Italiano….

  22. La politica in Italia è diventata come il calcio. I Cittadini, fanno i tifosi. Pagano le tasse, così come i tifosi pagano il biglietto dello stadio. Si azzuffano su contese di natura politica-amministrativa, come i tifosi che se le suonano davanti allo stadio. I Politici, come i Presidenti delle società calcistiche ed i loro sottopanza, come i calciatori, ne guadagnano soldi e benefici.
    Il punto di sofferenza in questo paese è che nessuno ragiona più con la propria testa e per gli interessi pubblici che sono anche i suoi. Al di la della querelle tra Crescent e Chiancarelle, non ultimo il Palazzo ex Inail, che ritengo puerile e stuccosa, quello che non vedo è un salto di qualità culturale e di pensiero che vada al di là degli steccati. Un dato è certo, la città di Salerno sta subendo un decremento di residenti e parimenti si stanno costruendo abitazioni come mai avvenuto negli ultimi trent’anni. Ma in un momento di crisi così, dove disoccupazione e bassissimi redditi la fanno da padrone, chi può comprare? E poi, possibile che esistono solo soluzioni imposte dall’alto? Ed infine, se ti do il mio consenso elettorale debbo considerarlo “ad libitum”, nel senso che una volta che te l’ho dato debbo accettare tutto quello che viene fatto senza possibilità di confutarlo?

  23. Cittadella della giustizia, stazione marittima, polo cantieristico (fallito), palazzo Genovese, solarium piazza della concordia, ex cinema diana, lungomare senza alberi, corso disselciato. Parcheggi: sottopiazza piazza della concordia: giostre, piazza S.Agostino vuoto assoluto. Fategli fare il crescent almeno si tranquillizza. Abito in via Ligea e della metropolitana non me ne può fregare di meno. Ogni mattina, 5 giorni alla settimana, prendo il treno per Napoli e vado in stazione in bicicletta. La consiglio a tutti, si risparmiano soldi, si riduce l’inquinamento e ne guadagna la salute. Da Mercatello alla stazione ci vogliono 10 minuti di bicicletta e con i soldi buttati per le idee megalomani del nostro reuccio si sarebbero potuto fare tante altre cose. Saluti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.