Riprese cinematografiche a Furore, traffico in tilt in Costiera Amalfitana rabbia Gagliano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
traffico-costiera-amalfitanaE’ scandaloso quanto da giorni avviene sulla Divina Costiera Amalfitana, questo è quanto dichiara il già Consigliere Regionale Salvatore Gagliano. Da giorni assistiamo, sul tratto stradale che collega il bivio Amalfi- Agerola con Praiano, ad una autentica paralisi del traffico a causa di blocchi stradali. Non un avviso, non un’indicazione, solo interruzioni, a mio avviso abbastanza abusive.

Da informazioni assunte, sembra che esista una semplice comunicazione della Questura, con la quale si avverte che per 5 giorni, nel tratto di Furore si sarebbero svolte delle riprese cinematografiche. Questo, però, non significa autorizzare la paralisi del traffico, se così fosse sarebbe un atto grave in quanto non autorizzato da chi è preposto per farlo. E’ impensabile pensare che si possa bloccare, per ore intere, l’unica arteria stradale che consente il collegamento Amalfi- Positano, in un periodo di elevata presenza di turisti stranieri. Il colmo è stato raggiunto questo pomeriggio, alle ore 15 circa, allorquando una persona con il braccio sanguinante, diretta al Presidio Ospedaliero di Castiglione di Ravello, è stata bloccata e solo dopo veementi proteste, anche inoltrate dal sottoscritto, gli è stato consentito il transito. Non è questo, certamente, il modo migliore per rappresentare la nostra Costiera.

Mi documenterò per comprendere bene come sia stato possibile consentire a due poliziotti, presenti sul posto, di bloccare sia il lato Positano, sia il lato Amalfi, riservandomi ogni iniziativa successiva. Preciso che il Funzionario presente in Prefettura, con il quale ho interloquito, mi ha precisato che a lui non risultava essere stata concessa alcuna autorizzazione dalla Prefettura, a mio parere unica e sola Istituzione preposta ad emettere un provvedimento di chiusura del traffico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Grazie gagliano siamo stati prigionieri per più di un’ora e mezza senza motivo con persone anziane che si stavano sentendo male .
    Per un film non si può paralizzare la costiera è una vergogna!

  2. Caro Consigliere fa bene a denunziare queste cose questi signori vi daranno ancora problemi in quanto per non pagare i canoni dovute fanno tutto abusivamente e le spiego che oltre la Prefettura e i Comuni l’autorizzazione alla chiusura viene data dall’Anas unica responsabile e visto che tale ente e molto responsabile a chiudere le strade della costiera.
    Visto che io sono del settore le posso assicurare che lei non troverà nessuna richiesta da parte della casa di produzione cosi come dice la legge ma una semplice richiesta da parte della Fi********** che sta a questi giochetti chi sa perche e non e una società di produzione ma lo sportello del cinema in campania.
    Con la speranza che non zittiscano pure lei faccia rispettare la legge e li denunzi per interruzione di pubblico servizio e blocco stradale.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.