Intervento Crescent: oltre 46 milioni di danno erariale, esposto alla Corte dei Conti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
crescent_lungomare_1Italia Nostra e il comitato No Crescent hanno depositato presso la Procura Generale della Corte dei Conti di Napoli un corposo esposto per i danni che l’intervento urbanistico di Santa Teresa ha già provocato alle casse erariali.

Nell’esposto le associazioni mettono sotto i riflettori il contratto per la cessione dei diritti edificatori tra il comune e l’impresa Crescent che pone il “rischio d’impresa” in capo al solo ente pubblico.

Italia Nostra e il comitato hanno inoltre messo in risalto le quattro rilevanti voci di danno individuate dai periti nominati dai pubblici ministeri che hanno chiuso le indagini penali sul Crescent: la variante adottata con la delibera numero 177 del 2011 per 7 milioni di euro, la illegittima restituzione della cauzione alla Cogefer per un milione e cento mila euro, la sottostima del valore di cessione delle aree, con danno all’Agenzia del Demanio per 17 milioni circa, la sottostima del valore di cessione ai privati con danno al comune quantificato in 21 milioni e novecento mila euro. In tale ultima ipotesi “il danno erariale” – secondo i consulenti – “si èconcretizzato nel momento in cui il Comune di Salerno, dopo aver messo in gara le aree acquistate dal Demanio unitamente ai diritti edificatori, non ha accollato ai privati gli oneri di spesa per opere di urbanizzazione che avevano inciso nella stima di valore dell’area”.

Oltre 46 milioni di euro è il danno provocato alle casse comunali e dello Stato, tra i possibili responsabili dei pregiudizi erariali sono individuati molti degli amministratori attualmente in carica, molti dirigenti comunali e diversi funzionari dell’Agenzia del Demanio.

“E’ la mala gestio che in tanti esposti, anche contabili, abbiamo nel tempo denunciato”, affermano gli ambientalisti. “In un panorama tanto desolante” – continuano – “constatiamo come tante istituzioni, ad ogni livello di competenza, hanno determinato il danno alle casse pubbliche, a beneficio dei protagonisti della speculazione edilizia”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. Sono Italia Nostra e i comitati No Crescent, guidati in gran parte da figli di papà, architetti frustrati e condomini dei palazzacci circostanti il Crescent a costituire un danno per la società. I loro ricorsi hanno il solo effetto di prolungare l’agonia delle imprese, di far gravare sui cittadini onesti la previdenza per gli operai che non lavorano, di togliere al comune e ai privati i soldi che sarebbero ricavati con l’opera compiuta e di privare ai cittadini salernitani tutti la loro piazza sul mare.

  2. questa storia dovrà pur finire…quel giorno mi auguro vivamente che verrete chiamati a rimporsare in solido i cittadini che con le vostre beghe figlie solo della vostra presunzione state danneggiando. vogliamo la piazza il parcheggio ed il crescent al più presto fruibili da tutti!

  3. Il comune di Salerno si mangia oltre 40 milioni dei salernitani, li regala a un palazzinaro, gli costruisce parcheggi, fogne e illuminazione, si accolla il rischio delle cause E IL PROBLEMA SONO GLI AMBIENTALISTI?? spero tanto che voi che commentate a favore del Crescent un giorno andiate a fare compagnia ai vostri amichetti a Fuorni. Nemmeno le arance vi porto…

  4. Un appello all’agenzia delle entrate: controllate questi pseudo ambientalisti, non riesco a capire dove prendono i soldi x gli innumerevoli esposti a varie procure!!!! Urge un vostro deciso intervento x farla finita una volta x tutte. Il vostro problema è che avete perso x sempre la veduta a mare con quel mostro di palazzo( quello si da abbattere). Vergognatevi finti ambientalisti!!!!!!

  5. Come da titolo…che senso ha fare tutti sti ricorsi? Condivisibile o meno ormai la strutture e’ quasi terminata ed e’ giusto completarla.

    Altrimenti avremo un’altra capitale nel deserto ma soprattutto milioni di euro buttati al vento nel costruirlo etc.

    Quindi che il Crescent venga terminato e si vuole protestare lo si faccia alle urne.

  6. Italia ultima per energia ultima per incemeritori ultima per i ponti ultima per le dighe ecc.ecc.siamo ultimi in europa in tutto e gli ambientalisti sono contenti.vorrei sapere in altre nazioni ma gli ambientalisti esistono?

  7. siamo sicuramente primi in qualcosa.
    In ruberia. se questo ci può consolare invece di essere o pro o contro qualcosa allora vuol dire che siamo alla frutta(alla buccia). Smettiamola e prendiamo coscienza che questi sistemi hanno significato questo declino italiano che non ha precedenti.

  8. italiavostra e comitato no crescent ambientalisti????????ahahahah
    queste sono associazioni politiche di chiara matrice che non riuscendo a vincere le elezioni si camuffano per andare contro de luca e contro salerno.
    *****

  9. x Gianluca, Gli ambientalisti? Tutti figli di mammà,proletariato usato e strumentalizzato per tenere il profondo sud sempre arretrato in un fantomatico nome chiamato giustizia per pochi e arretratezza per molti.
    Un emigrato al nord.

  10. Vogliamo il crescent e i parcheggi. E soprattutto una magnifica grande piazza sul mare. E i posti di lavoro e un attratto re turistico. Tutto ciò non si discute, il resto è solo la più bassa e detenere politica a danno di un’intera collettività e a beneficio di una presunta casta di nobili

  11. CHE NESSO CHE PUO’ AVERE UN RICORSO PER DANNI ERARIALI FATTO DA UNA ASSOCIAZIONE PSEUDA AMBIENTALISTA ? QUINDI E PSEUDA A TUTTI GLI EFFETTI ? SPERO SOLO CHE IL CRESCENT VENGA PORTATO A TERMINE QUANTO PRIMA E SIA IL COMUNE CHE L’IMPRESA FARA’ PIANGERE A QUESTI QUATTRO PEZZENTI CHE GIA’ ADESSO PER 6000€ STANNO FACENDO LA COLLETTA. SARA UNA GODURIA VEDERE N.V. PIANGERE ANCHE SE NON E’ MAI TROPPO IN QUANTO STA GIA’ RUBANDO LO STIPENDIO DELLO STATO DA PARECCHI ANNI.

  12. ma lo sapete com’era l’area del crescent prima dell’intervento? era una pattumiera a cielo aperto con depositi malmessi e topi, ovviamente completamente cementificato!

    ma siete impazziti? ma vi rendete conto che è un abominio questa guerra al crescent? sapete che tutto nasce dal fatto che il crescent toglie il panorama ad un promotore della vertenza?

    si gioca con il presente di centinaia di lavoratori e il futuro di una intera città! svegliatevi!

    PS: non sono salernitano, vivo a roma e non ho alcun interesse ad esprimere opinioni di parte, sono solo indignato da questa italia fatta di associazioni che non fanno altro che ingolfare il paese. ZAVORRA.

  13. Dopo aver preso bastonate su tutti i fronti ora hanno presentato un altro ricorso .
    Quando anche questo ulteriore ricorso sara’ respinto e si riprenderanno i lavori mi chiedo :
    ma e’ mai possibile che un’associazione o un comitato abbia in italia il potere di bloccare delle opere pubbliche facendo ricorsi su ricorsi senza assumersi le responsabilita’ di quello che fanno ?
    Siccome e’ ormai chiaro che queste 2 associazioni hanno una matrice politica e non ambientalista , e’ mai possibile che gli organi di giustizia permettano questi comportamenti che vanno a danno della collettivita’, del lavoro e dell’economia? quando i ricorsi vengono respinti perche’ non si fa pagare a queste associazioni i danni causati alle imprese , al comune etc……..

  14. Vogliamo il cemento! Vogliamo che le nostre spiagge siano terreno edificatorio per i costruttori! Vogliamo le tragedie figlie della speculazione! Vogliamo parcheggi e non un trasporto efficiente! Non vogliamo alberi, mare pulito e altre cose inutili! Non vogliamo giustizia e il rispetto delle leggi! Vogliamo che l’illuminato nostro signore sindaco amatissimo gli venga concessa l’immunita totale e l’affidamento di poteri da pluropotenziariato! Vogliamo amministratori e sorpintendeze corrotte, vogliamo sciacalli che mangiano sulle spalle dei cittadini e sul territorio, non vogliamo ambientalisti di persone che vogliono le cose giuste ed utili! Vogliamo che i ricchi possano avere il loro appartamento sul mare….firmatonun disoccupato.

  15. X salernitano medio Io voglio solo che al posto di non so quanti m3 di cemento misto ad amianto e porcherie varie che rendevano quella zona invivibile la vergogna di Salerno , ci siano altrettanti m3 di cemento che saranno attrattiva e vanto per Salerno ,oltre a 700 posti auto che significano un bel respiro di parcheggio per quella zona oltre a tanti posti di lavoro. A me non me ne fotte chi e’ il proprietario o se me lo posso permettere io o pure no ,a me interessa solo Salerno .

  16. i Carabinieri immediatamente sui cantieri e nella mia cassetta postale a sequestrare lavori e gabelle comunali.

  17. Vorrei tanto sapere, ma per lo stato e le istituzioni esistono solo questi 4 gatti di italia nostra e figli di…. chianca? Nessuno chiede ai Salernitani se lo vogliono o no questo benedetto crescent?
    Anche perche’, mi sembra, che e’ stato fatto piu’ di un sondaggio e il risultato era piu’ che positivo in merito.
    Per quelli che a salerno ci sono venuti pensando di ritrovare le loro montagne incontaminate le pecorelle e gki uccellini cinguttanti, tornate ai vostri bei luoghi di nascita e lasciate salerno ai salernitani

  18. quando avrai finito di starnazzare per la propaganda, sarebbe utile conoscere i tuoi estremi economici dove poter rivalersi per il danno erariale comminato dalla presente Amministrazione alla relativa Ragioneria.
    Leggiti nel frattempo Diritto degli Enti Locali, Diritto Amministrativo, Procedura Civile e poi, magari , ti facciamo un cuzzetto e ti perdoniamo

  19. Complimenti !!!!! mi sei piaciuto, sono un avvocato e hai dato una risposta molto ironica a quel insaputo bananas e senza nome-ignoto del 14 maggio at 22:55. Troppa stupidità.

  20. Ultimiamo il crescent, sequestriamolo e confischiamolo….. Poi la giunta comunale e i suoi amici costruttori ripaghino il danno ai cittadini….. Questa é giustizia

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.