Salerno: tentano di rubare in un tabacchino di Via Baratta, 3 arrestati dopo folle inseguimento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
prostitute_polizia_arresti_1Questa notte, intorno alle ore 04.00, i poliziotti di due equipaggi della Sezione Volanti della Questura di Salerno, a seguito della segnalazione fatta da un cittadino al numero di emergenza “113” sulla presenza sospetta di alcune persone nei pressi di un esercizio commerciale, sono immediatamente intervenuti in Via Silvio Baratta a Salerno, riuscendo ad individuare tre uomini che stavano armeggiando davanti ad un negozio di rivendita di tabacchi e valori bollati. I tre malfattori, visto il sopraggiungere della Polizia di Stato, sono fuggiti in diverse direzioni nel tentativo di sottrarsi alla cattura. Ne è scaturito un inseguimento a piedi che ha consentito ai poliziotti di bloccare ed identificare immediatamente uno dei tre, tale A. T., napoletano, di 32 anni, incensurato.

Intanto, gli altri due complici riuscivano a salire sull’autovettura a bordo della quale avevano raggiunto il luogo scelto per portare a termine il furto e tentavano di fuggire a fortissima velocità. L’autovettura dei fuggitivi è stata inseguita da due equipaggi della Sezione Volanti che hanno ben presto tallonato il veicolo che procedeva a forte velocità e con manovre spericolate in direzione Via Irno, dove, a scopo intimidatorio, gli agenti della Polizia di Stato hanno esploso un colpo di pistola in aria. L’inseguimento è proseguito fino allo svincolo autostradale di Fratte dove i poliziotti sono riusciti ad affiancare l’autovettura dei fuggitivi e, nonostante il tentativo del conducente di quest’ultima di speronare la volante della Polizia, a bloccarla spingendola a fermarsi sul lato destro della strada.

Il conducente ed il passeggero dell’autovettura sono stati bloccati ed identificati rispettivamente per G. S., di 32enne e B. F., di 34 anni , entrambi di Napoli e con precedenti a carico. La perquisizione dell’autovettura ha consentito ai poliziotti di trovare e sequestrare guanti in lattice ed arnesi atti allo scasso utilizzati per forzare la saracinesca dell’esercizio commerciale in Via Silvio Baratta le cui serrature erano state già divelte. I tre partenopei sono stati arrestati in flagranza di tentato furto aggravato e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per essere sottoposti nel corso della giornata odierna al rito direttissimo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Eccola la città sicura, la bomboniera, la città a misura d’uomo, la città civile, vivibile e quant’altro… aria fritta !!! che manco una metropolitana si è riuscita a tenere nella sua megalomania, Salerno, una città da QUINTO MONDO !!!

  2. napoletani che vengono a rompere il caxxo per rubare?????????? Strano mai sentita una notizia simile eppure a napoli sono tutte brave persone!!!

  3. Vorrei rassicurare i parenti di questi signori, non vi preoccupate domani i verranno già a casa.

  4. X per franco: che commento da imbecille evidentemente nelle altre città non esiste la microcriminalità!accendi il cervello prima di parlare ed esci un po’ invece di stare a casa!

  5. Quoto Ivano. I commenti qualunquisti evitateli. Piuttosto complimenti agli agenti che alle 4 di mattina invece i rorm, hanno fatto di tutto e sono riusciti nell’intento di fermarli. Questa è la prova che non sono tutti fannulloni. Franco, ma fa che li volevi inseguire in metro??

  6. Bicchiere di birra in mano, militanti leghisti che lo accolgono con il coro «Matteo capogruppo». Poi parte il ritornello: «Senti che puzza, scappano anche i cani. Stanno arrivando i napoletani… Oh colerosi, terremotati… Voi col sapone non vi siete mai lavati». “Matteo” è Salvini, deputato della Lega ed europarlamentare di fresca nomina, capogruppo del Carroccio al Comune di Milano. Un politico non estraneo alle provocazioni: poco tempo fa aveva proposto di riservare alcuni vagoni del metrò ai milanesi, escludendo gli extracomunitari. La “performance” anti-napoletani di Salvini è stata immortalata in un video girato all’ultimo raduno di Pontida, il 13 giugno, e pubblicato in Rete.

    Leggi l’articolo: Salvini e il coro contro i napoletani Pd: «Si dimetta». Ma Bossi lo difende – Corriere della Sera http://bit.ly/1kPJyJl

  7. vorrei capire che centra de luca, scommetto che lo sognate anche di notte ma fatela finita servi siete il nulla lo dice uno che credeva nella destra alla fine mi sono dovuto ricredere oltra che fanno pena tutti almeno vincenzo ci mette la faccia…pene severe io utilizzerei i guanti in latttice per analizzare il loro deretano tanto sono vermi che strisciano e devo essere solo caplestati

  8. Anche la nostra città ha una piccola percentuale di imbecilli. Io dico ma proprio qui devono venire a fare i loro pseudo commenti?

  9. Un cittadino coraggiosamente allerta le forze dell’ordine che intervengono prontamente fermando i delinquenti…forse non siamo europei ma certamente civili…vero miserabile Franco????

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.