Sanità: attivata per la prima volta la rete oncologica in Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
medici_corsia_ospedale“Abbiamo riorganizzato la rete oncologica“. Così Ferdinando Romano, capo dipartimento della Salute della Regione Campania. “La tutela dei cittadini nei confronti del rischio tumore era scarsa e i malati oncologici terminali non ricevevano nessuna assistenza appropriata. I ricoveri ospedalieri – ricorda – erano molto sopra la media nazionale e molti di questi inappropriati; e gli ospedali erano largamente inefficienti. Oggi è organizzata, per la prima volta, l’assistenza territoriale 24 ore su 24. Così come disponeva il decreto Balduzzi. Tutto questo grazie alla nostra azione che si unisce alla professionalità di chi opera nel settore” conclude Romano.

 “Un altro risultato storico. Recuperiamo antichi ritardi e consegniamo ai campani un sistema più efficiente.” Così il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro. “Fatti e ancora fatti, per noi contano questi” conclude il presidente.

Ecco come cambia l’assistenza oncologica.

 a)     Attivazione di posti letto di hospice (DCA 158/2012 e 82/2013):

32  in provincia di Salerno

• 35 in provincia di Caserta

• 12 in provincia di Napoli

• 22 in provincia di Avellino

• da attivare ulteriori 25 posti letto nel 2014 e 37 nel 2015

b)     Rafforzamento della rete territoriale per la presa in carico domiciliare dei pazienti oncologici e potenziamento della rete di terapia del dolore per i pazienti oncologici terminali (DCA 92/2013)ù

c)     Istituzione del registro tumori di popolazione della Regione Campania (LR 19/2012, DCA 104/2012, DCA 141/2012, LR  9/2014): ai registri delle AA.SS.LL. di Napoli 3 Sud e Salerno si aggiungono quelli di Caserta, Napoli 1, Napoli 2 Nord, Avellino, Benevento.

d)    Istituzione del registro dei tumori infantili (DCA 7/2014)

 e)      Riorganizzazione ed attualizzazione delle modalità di erogazione dello screening per i tumori della mammella, della cervice e del colon, al fine di garantire la piena copertura della popolazione target (DCA  14 /2014)

f)      Fra gli Interventi  di riqualificazione dell’assistenza: riduzione del tasso di ospedalizzazione • riduzione della degenza preoperatoria (indicatore di efficienza gestionale) • incremento dell’assistenza domiciliare

g)     Riorganizzazione dell’assistenza primaria: dopo dieci anni è stato approvato l’Accordo Integrativo Regionale con i Medici di Medicina Generale, che consentirà di dare piena attuazione a quanto previsto dal DL 158/2012 (cd decreto Balduzzi, convertito dalla L 189/2012)

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.