Salerno: incontro pubblico su “Banche, cittadini, imprese: anatocismo, tutele”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

cammarota_5Lunedì 23 Giugno, dalle ore 16.00, nel Salone Genovesi della Camera di Commercio in via Roma di Salerno, l’associazione La Nostra Libertà in collaborazione con il centro di studi giuridici Mayora ha organizzato un pubblico incontro dal tema “Banche, cittadini, imprese: anatocismo e tutele”, valorizzato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati con la concessione di tre crediti formativi per l’esercizio della professione forense. “E’ un tema sociale e non solo giuridico, perché la funzione pubblica della banca prevale sul suo interesse privato e vincola l’economia intera della nostra terra, ed è tempo di una tutela di sistema e non più solo nei Tribunali”, ha dichiarato l’avv. Antonio Cammarota, promotore della manifestazione, su un tema che lo ha visto protagonista nelle Istituzioni: “in Consiglio Provinciale feci approvare una proposta di modifica dei parametri di Basilea 3, l’insieme delle norme che regola l’accesso al credito per le piccole e medie imprese, nonché la mozione per la distinzione tra banca commerciale e banca d’affari contenuta nella legge Glass Steadall voluta da Roosvelt nel 1933 e in Italia dalla legge bancaria nel 1936, ma poi uniformate in banche universali nell’ultimo ventennio con la pericolosa commistione dei rischi di investimento”.

Nondimeno “oltre che di diritto, come compete”, annuncia Cammarota, “si cercherà di elaborare proposte concrete e nuove”, ad esempio “un focus sulla giurisprudenza salernitana, un tavolo sul rapporto tra banche e imprese nella nostra provincia, uno sportello istituzionale di tutela per i consumatori, l’informatica per la consegna di documenti necessari al giudizio risarcitorio, le ipotesi penalistiche di appropriazione indebita, la violazione dell’obbligo di correttezza come autonomo profilo risarcitorio”. “La prassi anatocistica contrappone da anni nelle aule giudiziarie, cittadini e banche”, dichiara l’avv. Vincenzina Maio, Presidente dell’Istituto Mayora, che con La Nostra Libertà ha organizzato l’evento: “con questo convegno vogliamo avviare una riflessione che non manchi di evidenziare forme di tutela degli utenti ma anche strumenti di armonizzazione dei contrapposti interessi”.

 

Ai lavori, presieduti dall’avv. Antonio Cammarota, prenderanno parte, oltre all’avv. Maio, il direttore della Banca di Credito Cooperativo di Aquara dott. Antonio Marino, il dott. Antonio Picardi, noto commercialista e consulente del Tribunale, il Presidente della Prima Sezione Civile del Tribunale di Salerno dott. Roberto Ricciardi, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Salerno avv. Americo Montera, e il Presidente di Confindustria Salerno dott. Mauro Maccauro.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.