Salerno, raffica di furti, ladri scatenati nel salotto della città

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
ladri_negozi_furti_salernoLadri scatenati a Salerno. Presi di mira numerosi negozi del centro cittadino. Da Via Santi Martiri al Corso Vittorio Emanuele una banda di malviventi ha agito nel cuore della notte portando a termine diversi colpi. Saracinesche divelte e vetrine forzate. Stupore ed angoscia per i commercianti che questa mattina hanno ritrovato le saracinesche forzate. In alcuni casi i ladri non sono riusciti a portare a termine il colpo, in altri, invece, le razzie sono andate a buon fine. In alcuni casi è sparito anche il denaro in cassa. Al danno la beffa quella di dover riparare le saracinesche divelte e le vetrine danneggiate.

@Drago 2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Decreto “svuota carceri” , incertezza di “pena”, denuncia a “piede libero” , forze dell’ordine sempre in minor numero rispetto a questi personaggi “munnezz’ ” che di notte fanno i propri comodi. Grazie ai politici che tutelano anche le condizioni di vita dei “carcerati” (vedi i Radicali e Pannella) ma andate a ca….e !!! Invece noi commercianti costretti a installare impianti di allarme, catenacci fissati alle serrande… Ecc ed avere sempre paura di essere i “bersagli” scelti da questi “innocenti” o “anime del purgatorio” poveri ladri mi viene da piangere !!! Prima o poi qualcuno si sveglierà….

  2. E che ti aspetti? I politici difendono i loro compari. Non ti puoi nemmeno difendere se no sei tu che finisci in galera o ti sopprime no il cane da guardia . In America basta che entrano nella tua proprietà e gli puoi sparare senza se e senza ma.

  3. Secondo la Snai il primo che dirà “Grazie De Luca la città Europea” è quotata a 1.10…tutti a scommettere…..Vamos Argentina Vamos a Ganar el Mundial..NON CENSURARE

  4. Salerno è diventata invivibile,si ha paura a lasciare la propria abitazione incostudita per il timore dei ladri.Ovunque si vada chiesa,supermercato,farmacia oppure parcheggi a pagamento trovi qualcuno che chiede soldi e ti capita anche di essere investito da tantissime parole incomprensibili ma minacciose.Ormai di sera, uscire per andare a fare una passeggiata, è diventato un rischio. SALERNO E’ DIVENTATA CITTA’ DEI BABBI ?

  5. L’altro ieri depredata una scuola,ieri alcuni appartamenti,oggi i negozi.Purtroppo chi subisce è sempre da solo,chi ancora ci deve passare se ne frega.Popolo di Ignavi,anch’essi in un girone dell’Inferno Dantesco,pronti a sbraitare però quando succederà a loro.Poche volte ci danno la possibilità di esprimere il Nostro dissenso e guarda caso siamo sempre in pochi,evidentemente la maggioranza riesce ancora a vivere in questo Paese Sudamericano,solo la Nazionale di calcio,non si è ancora abituata al clima…………..cosi giustificano la sconfitta.

  6. IL PROBLEMA NON E DE LUCA MA SONO I PREFETTI I QUESTORI LORO SONO RESPONSABILI PER LA SEICUREZZA E L’ORDINE PUBBLIVO TUTTO CIO CHE RIGUARDA LE FORZE DELL’ORDINE E LA GESTIONE BISOGNA RIORGANIZZARE UTTTO E CON GENTE CAPACE LA NOTTE DEVONO CONTROLLARE LE TELECAMERE SE CI SONO DEVONO ESSERE GUARDATE CHI LAVORA LA NOTTE PERCEPISCE PIU SOLDI QUINDI DEVE CONTROLLARE E NON DORMIRE POI A CHE SERVONO TANTE POLIZIE NE BASTA UNA SAI QUANTO PERSONALE SI RECUPERA

  7. …..e ti pareva che non c’entrava De Luca. Ma con teste come quella di Giggino, ci sono poche speranze di miglioramenti.

  8. il problema non e il questore o il prefetto in primis sono i radicali che proteggono i delinquenti poi vengono i parlamentari tutti, sia di destra che di sinistra che non fanno leggi severissime per paura che prima o poi tocca a loro. ci vuole la certezza della pena, dove se visto che gente con 3 ergastoli durante il giorno escono per rubare mutande, vedi vallanzzasca, u vili assassini usufruire di permessi premio.

  9. Guarda che non ho dato la colpa a De Luca ho semplicemente dato le quote vincenti, stasera Germania-Algeria sarà 1 fisso 4-0 per i tedeschi e tutti a festeggiare con Birra e Wrustel….Vamos Vamos Vamos Argentina vamos vamos a ganar…..effetto rallenty sui tifosi sudamericani alle esultanze dei goal Vaaa Mooo Ssss…..come mi piace la lingua spagnola, pure Mexico si pronuncia Méjico per la pronuncia servono gli incisivi superiori sporgenti come Mascherano o Suarez viva el Mejico….NON CENSJURARE

  10. Certezza delle pena. Non serve altro. Chi sbaglia ed ha effettivamente commesso il reato, deve pagare e restarci in prigione. Altrimenti è tutto inutile. Un po’ di anni fa mia moglie fu rapinata (del cellulare e portamonete) alle poste centrali (di Salerno) ed il ladro (un “venditore” di fazzoletti e calzini !!!) fu beccato in flagranza di reato dai poliziotti in servizio presso le PP.TT. Il giorno dopo tutti in Pretura per il processo per direttissima. Volete sapere come andò a finire: il ladro, già con precedenti della specie, fu condannato ma subito rilasciato. Viva l’Italia !!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.