Musica: l’Hub Project approda a Villa Guariglia di Vietri sul Mare con 2 appuntamenti esclusivi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Hub_ProjectRiparte nel segno del soulful  britannico Hub Music Project, la kermesse estiva dedicata ai linguaggi musicali della contemporaneità che quest’anno avrà come location Villa Guariglia, a Raito. Venerdì 18 luglio (ore 21,30), protagonisti del festival – ideato e promosso da Toto Valitutti, Gianluigi Palamone e Alfredo Siniscalco – saranno gli Stateless, formazione originaria di Leeds. Quattro anni dopo il loro chiacchieratissimo debutto pubblicato dalla K7, prodotto da Jim Abiss (Arctic Monkeys, Unkle) e a cui aveva collaborato anche DJ Shadow, gli Stateless hanno poi pubblicato “Matilda”, album curato da Damian Taylor (Bjork, The Prodigy), che si muove lungo le coordinate del songwriting di matrice elettronica, caratterizzato come il precedente disco dal timbro particolare della voce di Chris James (voce e chitarra), da Kidkanevil alla programmazione dei groove; con loro anche: Justin Percival (voce e basso), David Levin (batteria).

Tra gli ospiti presenti nell’album figurano Shara Worden dei My Brightest Diamond ed il violinista Alex Balanescu con il suo quartetto. Tra i due album ricordiamo anche lo speciale remix di Bloodstream, inserito nella colonna della serie TV “Vampire Diares” (1^ Stagione) , ottimamente accolto dal pubblico. Ad aprire la serata sarà la band salernitana de I Fiori di Cadillac. La seconda serata, sabato 19 Luglio (ore 21,30) vedrà l’esibizione dei The Bad Plus: jazz trio composto dal pianista Ethan Iverson, dal bassista Reid Anderson e dal batterista Dave King. Il combo incise il primo album, The Bad Plus, rilasciato dalla Fresh Sound Records, dopo aver suonato insieme in soli tre concerti; un’esibizione dal vivo allo storico Village Vanguard fu notata dal rappresentante della Columbia Records, Yves Beauvais, e la band fu scritturata dalla Columbia, nel 2002.

Il loro album di debutto con una major, These Are the Vistas (2003), fu seguito dagli album Give (2004) e Suspicious Activity? (2005). Separati poi dalla Columbia, il gruppo ha sottoscritto un contratto con la Heads Up Records (una divisione della Telarc), e ha pubblicato un nuovo progetto discografico, “Prog”,  l’8 maggio del 2007. La musica del trio combina elementi di jazz d’avanguardia con influenze pop e rock; tuttavia, la loro musica sfugge ad ogni classificazione di genere. La band ha realizzato anche cover di brani storiche band quali Nirvana, Aphex Twin, Blondie, Ornette Coleman, Pixies, Rush, Tears for Fears, David Bowie, Interpol e Black Sabbath.Ad aprire la serata i Ny City-Sa Connection.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.