Salerno: uccise la madre e ne mangiò il corpo, ora chiede la grazia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Cannibale_Torrione_RIS“Per Lino Renzi, forse il primo caso di cannibalismo materno in Europa, confermate la pericolosità sociale e l’infermità mentale”. Lo dice anche il perito del tribunale, il docente universitario Antonello Crisci: “L’imputato è socialmente pericoloso e totalmente infermo di mente”. L’uomo in questione è Lino Renzi, che il 22 luglio dell’anno scorso ha ucciso sua madre e ne ha mangiato pezzi di cadavere, nella casa che condividevano a Salerno, dopo averli cucinati. Una storia incredibile se non fosse che è stato proprio lui a confessare quanto aveva fatto. Al momento è ancora ricoverato all’ospedale di Aversa, sotto cura psichiatrica, ma il processo nei suoi confronti viene condotto dal gip Maria Carmela Polito.

IL DELITTO – Il 22 luglio 2013 Renzi e sua madre, Maria Pia Guariglia, 73 anni, hanno un litigio nell’appartamento di via Martuscielli a Salerno: lei insiste sul fatto che lui debba farsi curare, debba farsi visitare da uno specialista perché mostra dei disturbi mentali. Lui non sente ragioni, l’aggredisce in bagno, la prende a bastonate fino a ucciderla. Poi inizia a tagliarne dei pezzi, cominciando da un braccio. Alcuni di questi non sono stati ritrovati due giorni dopo, quando è stato rinvenuto il cadavere. E dopo diversi mesi è stato lui stesso a confessare: “Li ho cucinati e li ho mangiati. Volevo distruggerla per poi ricostruirla”, tanto che avrebbe anche tentato di ricucirle un piede alla caviglia. In seguito l’uomo ha chiesto anche dei provvedimenti di clemenza: “Voglio la grazia, come Berlusconi; se la chiede lui posso chiederla anch’io”, ripeteva ai suoi avvocati. Ma ora resta sotto processo.

Fonte unionesarda.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. grazie per aver pisciato in continuazione sulle leggi, il risultato è che giustamente adesso tutti vogliono la grazia come il malato di baby prostitute….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.