M5S: bocciati alla Camera altri 8 emendamenti contro la realizzazione dell’inceneritore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
bandiera_Movimento_5_StelleIn commissione ambiente ieri il Movimento 5 stelle ha presentato 8 emendamenti al dl competitività nel quale, all’oramai famoso articolo 14, si nomina un commissario governativo per la realizzazione dell’impianto di incenerimento dei rifiuti a Cupa Siglia da 400 mila tonnellate l’anno. Gli emendamenti sono stati tutti respinti ed il testo resta quello che è stato licenziato dal Senato. Tra i parlamentari salernitani che hanno dato parere negativo agli emendamenti soppressivi o correttivi è stato anche l’onorevole Tino Iannuzzi, vicepresidente della commissione, deputato del PD. “Nel capoluogo e nei picentini questi grandi deputati del PD indossano la la maschera di Bravehart, ma una volta entrati nel transatlantico romano restano allineati ai dettami del governo berlusco-renziano che mai ha abiurato alla religione dei rifiuti bruciati nei termovalorizzatori”, attacca Silvia Giordano, prima firmataria dei vari emendamenti, insieme al campano Salvatore Micillo e a molti componenti della Commissione Ambiente della Camera.

“Continueremo questa battaglia presentando ai cittadini e alle istituzioni i nostri piani alternativi a questo impianto. Sono battaglie lunghe e difficili, ma abbiamo dalla nostra parte comitati e associazioni molto competenti, imparagonabili per preparazione ai rappresentanti dei partiti che imperversano sui colli romani.” Andrea Cioffi, protagonista di questa battaglia in Senato ribadisce: “Basta interventi del genere in Cupa Siglia dove ci sono in zona anche il cementificio, la discarica di Sardone ed altri opifici. Un’area che è diventata negli anni una bomba ecologica. E’arrivato il momento di tutelare l’ambiente, l’economia e le popolazioni anche dell’area dei Picentini, zona trascurata rispetto ad altre da sempre. Noi siamo pronti a dare battaglia insieme a tutti gli attori del territorio. Va fatta chiarezza non solo sulla posizione sull’Inceneritore ma anche sulla delocalizzazione delle Fonderie Pisano. Sul territorio i rappresentati degli altri partiti a chiacchiere sono tutti sfavorevoli all’aumento di impianti in quella zona, nei fatti vanno nella direzione opposta.”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.