Sud: Caldoro, “Sia nella Costituzione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Stefano_Caldoro_europee”La nostra Costituzione, nei principi fondamentali, garantisce e riconosce eguaglianza e pari dignità dei cittadini”. Così Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, in un suo intervento apparso oggi sul Corriere del Mezzogiorno. ”E’ arrivato il momento di trovare spazio, nell’attuale processo di revisione – scrive – per una norma che determini con efficacia la piena tutela e garanzia dei diritti della persona ‘prescindendo dai confini territoriali’. Oggi l’esercizio di quei diritti è limitato in modo inaccettabile per chi risiede in una vasta area del Paese”. ”Questa disparità di trattamento tra il Nord del Paese e il Mezzogiorno – afferma – è insostenibile sul piano sociale ma lo è anche su quello economico, facendo mancare al Paese il contributo di crescita e spinta che solo il sud può dare”.

”Bastano poche righe nella Costituzione per correggere questa ingiustizia – aggiunge – Inserendo il pareggio di bilancio nella Carta, si è affermato un vincolo ‘esterno’ severo e prescrittivo, che restringe spazi di sovranità nazionale per il bene dell’Europa; è ora venuto il momento di introdurre un vincolo ‘interno’, anche esso rigoroso e tassativo, che garantisca una equa ed effettiva distribuzione delle risorse sul territorio, sia ben chiaro, a saldi invariati, a tutela dei diritti costituzioni dell’individuo”. ”Il Sud in Costituzione – sottolinea – Le riforme istituzionali e costituzionali, così come quelle in campo economico e sociale, non sono più rinviabili”.

“Tra queste riforme, quella della coesione territoriale, cioè della garanzia uniforme dei diritti, è la più urgente – evidenzia – Questa è la prima cosa che le istituzioni della Campania, i cittadini della nostra Regione, devono chiedere al Presidente del Consiglio, al Governo e al Parlamento”. “Né più, né meno quello che ha deciso di fare, ed ha fatto, la Germania in soli 10 anni – dice – unire un nazione e un popolo, assicurando a tutti uguali diritti e opportunità”. “Se oggi non uniamo quello che è diviso – conclude – ogni buona intenzione si scontrerà con la dura realtà dei fatti”.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Completamente d’accordo con Caldoro, ma la realtà dei fatti ci dice che per eliminare le ingiustizie e diseguaglianze territoriali tra Nord e Sud servirebbe ben altra qualità nella classe dirigenziale politica, cosa che attualmente in Italia purtroppo non abbiamo diversamente dalla Germania ove impera ben altra etica morale ed umana se pensiamo ad esempio che un ministro si dimette immediatamente subito dopo esser stato scoperto a copiare una tesi di un master universitario, diversamente da noi ove l’egoismo individuale impera a scapito della collettività!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.