Completato lo sfondamento della massicciata ferroviaria della Lungoirno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
37
Stampa

Sottopasso_Lungoirno_Via_Vinciprova_8Sono stati completati i lavori di sfondamento della massicciata ferroviaria di Torrione nell’ambito dei lavori di realizzazione della strada Lungoirno. Si è trattato di un’opera imponente che permette di concludere il nuovo asse di mobilità pedonale e veicolare monte/mare per la città di Salerno con grandi benefici per la celerità e la sicurezza della circolazione in un punto strategico del territorio. Il tunnel ha una lunghezza di oltre 70 metri di lunghezza per una larghezza complessiva di circa 31 metri. Il sottopasso è composto dai due corpi laterali, dedicati al transito pedonale, e da un corpo centrale per le quattro corsie stradali, due per senso di marcia. I lavori degli attraversamenti pedonali sono stati realizzati con la tecnica dei “monoliti a spinta”.

Il cronoprogramma dei lavori prevede il definitivo completamento dell’opera entro i prossimi 4 mesi. Il costo totale dell’intero sottopasso ferroviario è pari a 10 milioni di euro. Sono state impegnate oltre 150 unità lavorative tra tecnici e maestranze insieme alle strutture di RFI e del Comune di Salerno. Lo sfondamento, realizzato mentre continuava la circolazione ferroviaria, è stata una delicata e complessa opera d’ingegneria le cui problematiche e difficoltà ben si possono comprendere con l’allegata scheda tecnica.  La strada Lungoirno segue il corso dell’omonimo fiume ed è l’asse portante di un grande programma di trasformazione urbana che insieme al miglioramento della viabilità ha permesso l’apertura di parchi,teatri e spazi culturali, la costruzione di alloggi ed uffici, la riqualificazione territoriale di zone degradate del capoluogo.

“Questa mattina si completa sostanzialmente la Lungoirno – ha dichiarato il Sindaco De Luca nel corso della visita al cantiere – Entro l’anno realizzeremo lavori di arredo all’entrata del tunnel da via Vinciprova, con giardini pubblici e un’area di parcheggio. Arriva a conclusione una delle opere più rilevanti per la nostra città: 5 km di asse stradale che collegano il mare con la collina attraverso una passeggiata splendida. Con i suoi 70 metri di profondità, il tunnel ferroviario della Lungoirno (due tunnel stradali e due pedonali) è tra i più lunghi d’Italia ed è un’opera di notevole complessità dal punto di vista ingegneristico. E’ davvero una di quelle opere che segnano la storia di una città e del suo assetto urbano. Ringrazio l’impresa, i nostri tecnici, i responsabili e i direttori del cantiere, gli operai, che hanno fatto davvero un lavoro straordinario. Abbiamo stretto i denti, abbiamo retto in un momento così difficile: oggi consegniamo alla città una delle opere più rilevanti dei prossimi secoli”.

GUARDA TUTTE LE FOTO A CURA DI MANLIO MEMOLI

VIDEO INTERVISTA AL SINDACO DE LUCA SUL COMPLETAMENTO DELLA LUNGOIRNO

VIDEO INAUGURAZIONE DELLO SFONDAMENTO DELLA MASSICCIATA FERROVIARIA

IL SINDACO SPIEGA AD UN GRUPPO DI CITTADINI LE OPERE PUBBLICHE DELLA LUNGOIRNO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

37 COMMENTI

  1. X quello che qundo c’era Giodano, c’era anche Vincenzo come vice….
    Poi che centra Giordano (brava persona) con : il teatro Verdi, il teatro Arbostella, il teatro Ghirelli, il parco del Mercatello, il parco dell’Irno, il parco Pinocchio, la villa Carrara, la villa di Fratte, le demolizioni della vetreria di piazza della Concordia, il mercato generale, il mercato del pesce, il cementificio, il sito di compostaggio, la raccolta differenziata, il polo nautico, marina d’Arechi,la METROPOLITANA le navi da crociera, ecc. ecc…ecc.. ecc.
    Ma non ci rendiamo conto che in questi 20 anni c’è stata una rivoluzione urbanistica e culturale in questa città…..
    Lamentiamoci sempre così stiamo meglio.
    Bonanotte popolo.

  2. La Lungoirno è un’opera importante per Salerno ma credo che questa pezzo finale che termina all’incrocio di via Torrione dinanzi il Grand Hotel Salerno sia molto pericoloso per Automobilisti e Pedoni, infatti in quel tratto di strade molte auto accelerando vedendo la strada libera e chi verrà da via Vinciprova dopo il ponte si ritroverà subito l’auto venire da sinistra….o si mettono dei dossi per rallentare le auto che provengono da via Torrione o sarà pericolosissimo!! Per non parlare dell’incrocio tra via Silvio Baratta e Settimio Mobilio, chi da Settimio Mobilio vuole raggiungere via Silvio Baratta deve dare la precedenza alle auto che vengono da via Luigi Guercio, peccato che questo “Dare precedenza” diventi “Stop” perchè le auto che si fermano in doppia fila nella discesa non ti permettono di vedere un tubo!! Anche grazie al contribuito del Meccanico e dell’Elettrauto di fronte che parcheggiano le loro auto in “doppia fila”…..

  3. Il sottopasso del lingotto a Torino, certo, ci passo spesso e avrei dovuto ricordarmelo, realizzato in qualche anno con i finanziamenti delle olimpiadi e tutte le spinte politiche del caso. Sicuramente a Torino hanno fatto più velocemente di noi. E’ pur vero che quel sottopasso è molto profondo non avendo il problema del mare per cui certi accorgimenti utilizzati a Salerno erano ridondanti. Comunque ottima citazione.

  4. Siamo all’ennesima inaugurazione sulla massicciata ferroviaria. In prossimità di San matteo si fanno le inaugurazioni. Solo per la massicciata siamo al terzo anno di avvisi. Quante opere incompiute o semplicemente annunciate. Ed invece non si parla dei problemi reali della città: strade sempre allagate in occasione delle piogge, parcheggi selvaggi dappertutto senza interventi dei vigili urbani (solo via dei Principati, quando passa il sindaco alle 9.30 di mattina, è scorrevole per 10 minuti), il Crescent (operazione immobiliare di un privato, venduta come opera pubblica), strade dissestate in pieno centro, non parliamo poi della periferia (periferia ormai è già Torrione per intenderci), costruzione della Cittadella Giudiziaria in pieno centro cittadino (le logiche moderne sono di decentralizzare certi servizi mentre noi a Salerno le mettiamo in pieno centro con tutti i disservizi che ne derivano), nuove lottizzazioni degli spazi cittadini per nuove costruzioni di privati (piazza Mazzini, Piazza della Concordia, ecc.ecc.) devo continuare? Apriamo gli occhi. Adesso basta.

  5. Scordatevi la rotatoria, non l’hanno prevista. Ma vi ricordate quanti esperimenti in via Irno sulla rotatoria all’incrocio con via panoramica?
    Ridicoli. E nessuno si preoccupa di rimuovere le auto in doppia fila davanti al bar, la supermercato ed alla pasticceria.

  6. Ma veramente non è prevista???eppure dal 3d sembra che ci sia…se veramente non è prevista allora siamo all’ennesima cazzata del ns amato sindaco…aeee stamm appost…chist so propr sciem…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.