In “zona Menichini” la Salernitana vince 1-0 a Lamezia grazie a Calil

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Salernitana_aversa_normanna_45Termina con una vittoria in extremis 1-0 per i granata il match tra Vigor Lamezia e Salernitana. Sempre nel finale gli uomini di Menichini portano a casa come a Martina i tre punti. Dopo una prima frazione condizionata soprattutto dal gran caldo e con i granata
pericolosi con Gabionetta (due volte) e con Negro è Scarsella nella Vigor nel finale di tempo a sfiorare il vantaggio, ma Gori salva tutto.
Ripresa che parte sulla stessa falsa riga del primo tempo con i granata a tenere il pallino del gioco reclamando un rigore forse netto su Nalini e Lamezia pericoloso nelle ripartenze con Malerba e Improta. Alla mezz’ora comincia il solito quarto d’ora granata. Gli ingressi di Mounard per Negro e Calil per uno spento Gabionetta danno maggior verve e freschezza alla manovra granata che sfiora per ben tre volte il vantaggio, con Mounard, Calil e Nalini, ma la sfortuna e un ottimo Piacenti dicono no alla Salernitana. Nel finale Volpe sostituisce Mendicino sfinito e quando sembra che la partita finisca 0-0 un lancio di Tuia dalla difesa pesca Calil sulla destra che in diagonale batte di precisione Piacenti. Il Lamezia si tuffa in avanti anima e cuore ma l’esperienza granata la fa da padrona e al 49’ arriva il triplice fischio a sancire una vittoria sofferta ma importantissima

Salernitana che scende in Calabria a Lamezia e proprio contro la Vigor cerca la terza vittoria consecutiva: “Mi aspetto grande ritmo” – ha detto l’allenatore Menichini che cambia modulo e interpreti sia per l’infortunio di Franco (fuori un mese) che per le tre partite in otto giorno.

“Vincere aiuta a vincere”. Ha detto nella conferenza stampa il trainer toscano – di presentazione di Vigor Lamezia – Salernitana in programma alle ore 15 allo stadio D’Ippolito. 

Salernitana con il 4-2-3-1 tanto predicato dall’ex mister Mario Somma. Mendicino punta centrale ed in campo dal primo minuto. Alle sue spalle Gabionetta, Negro e Nalini. Fuori Calil e Volpe che partiranno dalla panchina. Non convocato Castiglia. A centrocampo Pestrin e Favasuli. In difesa Colombo dirottato a sinistra, Tuia rispolverato a destra. A centro della difesa Trevisan e Lanzaro. In panchina si rivede Mounard. Vigor Lamezia del salernitano Erra con un frizzante 4-3-3. In campo gli ex Gianpà Improta e Montella con tanata voglia di non sfigurare. Occhio a Scarsella rapido e guizzante. Tra i pali la sorpresa di inizio stagione Piacenti.

Da Salerno 300 i tifosi granata al seguito di Pestrin e compagni mentre sugli spalti infiamma l’entusiasmo lametino, scuole chiuse in mattinata proprio in vista del match.

Sotto un sole offuscato dall’afa e oltre 30 gradi di temperatura alle 15 l’arbitro Caso di Verona da l’inizio delle ostilità. Salernitana che parte tenendo il ritmo basso e Vigor Lamezia che invece cerca con la sua vivacità di impensierire Tuia e soci. Al 5’ minuto Mendicino dopo un contrasto aereo riporta un taglio all’arcata sopraccigliare destra. L’attaccante viene medicato con una vistosa fasciatura e ritorna in campo. Al 10’ un taglio dalla destra di Nalini, cross al centro, velo di Negro e Gabionetta si fa parare la conclusione da Piacenti.

Al quarto d’ora Di Bella della Vigor, dopo un intervento rimane a terra infortunato. Malerba rileva il difensore. Dopo pochi minuti punizione per i calabresi palla di Improta per Puccio ma il calciatore biancoverde ciabatta la conclusione. La Salernitana cerca di sfondare a destra con Nalini ma senza fortuna, anzi è la Vigor che spesso riparte in contropiede e su uno di questi Catalano brucia Colombo che lo stende. Ammonizione e punizione lametina senza esiti. Al 25’ da una punizione da destra di Nalini cross di Negro per Tuia in proiezione offensiva ma il difensore granata viene anticipato da Puccio.Dopo un tiro di Gabionetta al 31’ sporcato da un difensore lametino, la Vigor al 38’ sfiora il vantaggio con Scarsella che sfrutta un errore di Pestrin ma a tu per tu con Gori si fa ipnotizzare dal portiere campano che respinge, sulla ribattuta tenta Gianpà ma Gori ancora blocca. Si fa rivedere la Salernitana con una ripartenza veloce a sinistra, Negro scatta bene ma a limite dell’area conclude alto. L’arbitro concede 4 minuti di recupero nei quali è il solito Scarsella a rendersi pericoloso ma la difesa libera. Termina un primo tempo abbastanza equilibrato e condizionato soprattutto dal caldo.

Ripresa che comincia con la Salernitana subito vogliosa di trovare il vantaggio. Ma la pressione granata sortisce solo due corner senza esiti positivi. Il Lamezia si riporta in avanti e un buono spunto di Malerba viene fermato dall’uscita in tuffo di Gori. Dopo un giallo rimediato da Mendicino al 9’ uno slalom di Nalini sulla destra termina con l’atterramento dell’esterno granata in area. Per l’arbitro tutto regolare tra le proteste degli ospiti. Sulla ripartenza della Vigor ammonito Trevisan nella Salernitana. Al quarto d’ora un cross di colombo trova Gabionetta a centro area che non inquadra lo specchio. Proprio il brasiliano dopo pochi minuti esce perché afflitta da crampi ed entra Calil. Erra invece manda in campo Montella per Catalano.

Dopo un tiro cross di Malerba che si spegne sul palo esterno Menichini manda Mounard in campo al posto di Negro. Subito il francese scarica per Colombo, cross da sinistra palla a destra per Nalini che non inquadra lo specchio e manda alto. Ancora Mounard ci prova dal limite, bel tiro ma palla che termina di poco sopra la traversa. Alla mezz’ora una bella azione manovrata degli ospiti porta Calil alla conclusione dal limite di destro, Piacenti si distende in angolo e salva il risultato. Ancora Salernitana: cross di Calil palla al centro per Mendicino che impatta con Puccio palla che sbatte sul palo va sui piedi di Nalini ma Piacenti vola a deviare in corner.

Menichini manda Volpe in campo al posto di Mendicino stanchissimo e ridisegna la squadra. Quando sembra che la partita stagna sullo 0-0 al 40’ un lancio di Tuia dalla difesa pesca Calil tutto solo sulla destra, il brasiliano si aggiusta la sfera e batte di precisione Piacenti per il vantaggio granata. Il Lamezia si tuffa in avanti anima e cuore ma l’esperienza granata la fa da padrona e al 49’ arriva il triplice fischio a sancire una vittoria sofferta ma importantissima.

LA CRONACA MINUTO X MINUTO

PRIMO TEMPO

1’- Salernitana che parte subito con l’intenzione di fare gioco ma è Catalano della Vigor che cerca di impensierire Tuia;

5’-  Contrasto aereo di Mendicino e Di Bella, con l’attaccante granata che riporta un vistoso taglio alla fronte ma rimane in campo;

10′ – Gabionetta batte a colpo sicuro su perfetto cross di Tuia ma Piacenti compie un vero miracolo;

14’ – Si infortuna Di Bella nel Lamezia al suo posto entra Malerba;

22’- Ammonito Colombo che ferma Catalano pronto a ripartire in contropiede;

25′ – Punizione di Nalini dalla destra che serve l’inserimento di Negro ma il suo passaggio non trova compagni in area;

32′ – Gabionetta liberato al tiro dal solito Nalini vede il suo tiro sporcato dal recupero di Puccio e finire tra le braccia del portiere biancoverde;

39′-Brutto errore di Pestrin che perde palla sulla trequarti difensiva e consente a Scarsella calciare a tu per tu con Gori il quale compie un vero miracolo;

40′ – Buona occasione per la Salernitana con Negro che lanciato da Lanzaro mette il pallone alto sulla traversa;

45’ – Sono 4 i minuti di recupero nel primo tempo;

49′  – Termina il primo tempo tra Vigor Lamezia e Salernitana sul punteggio di 0-0

SECONDO TEMPO

1’ –  Due calci d’angolo pericolosi per la Salernitana che però non trova il vantaggio;

4′ – Secondo giallo per la Salernitana con Mendicino che finisce sul taccuino dell’arbitro;

9′ – Rigore negato a Nalini che era sgusciato tra due avversari sulla linea di fondo. Sulla ripartenza della Vigor ammonito Trevisan;

14′ – Cross di Colombo deviato dalla difesa calabra e colpo di testa di Gabionetta che non inquadra la porta;

18’ – Esce nei granata uno spento Gabionetta ed entra Calil;

22’ – Montella per Catalano nella Vigor Lamezia;

23’ – Tiro cross di Malerba palla sul palo esterno;

25’- Entra Mounard per Negro nei granata;

27’- Subito il francese scarica per Colombo, cross da sinistra palla a destra per Nalini che non inquadra lo specchio e manda alto;

28’ – Bel tiro di Mounard dai 30 metri e palla che termina di poco alto;

29’ – Ci prova Calil dalla distanza Piacenti si distende e devia in corner;

31’ – Cross di Calil, palla al centro per Mendicino che impatta con Puccio palla che sbatte sul palo va sui piedi di Nalini ma Piacenti salva in corner;

36′ – Si ferma anche Mendicino che non ce la fa a continuare, al suo posto Volpe;

41′ – Calil lanciato a rete incrocia perfettamente di destro mettendo la palla in fondo al sacco 1-0 granata;

43′ – Mister Erra gioca il tutto per tutto inserendo un attaccante Held per Giampà;

45′ – 4 minuti di recupero anche nel secondo tempo;

49′ – Termina la partita con il Lamezia che non ci sta e si viene quasi alle mani.

 

VIGOR LAMEZIA-SALERNITANA 0-1

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Piacenti; Spirito, Gattari, Di Bella (15’pt Malerba), Rapisarda; Puccio, Giampà (43’st Held), Scarsella; Catalano (22’st Montella), Del Sante, Improta. A disp: Rosti, Di Marco, Battaglia, Voltasio. All: Erra.

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Tuia, Lanzaro, Trevisan, Colombo; Pestrin, Favasuli; Nalini, Negro (24’st Mounard), Gabionetta (19’st Calil); Mendicino (36’st Volpe). A disp: Russo, Bianchi, Pezzella, Giandonato. All: Menichini

Arbitro: Sig. Caso di Verona (Saia/Ficarra)

NOTE. Marcatori: 41’st Calil.

Ammoniti: Colombo, Mendicino, Trevisan, Favasuli (S), Held (V). Angoli: 1-4. Recuperi: 4’pt, 4’st. Spettatori totali: 1940 di cui 96 da Salerno (quota abbonati 220) per un incasso di 18mila Euro.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Bene cosi!!! In questo momento servono solo le vittorie,specie su questi tipo di campi. E poi e’ meritata anche se non abbiamo fatto un grande gioco. Nalini diventa sempre più una certezza, Pestri il solito baluardo, Trevisan un pilastro….e oggi abbiamo anche visto che grande centrocampista e’ Favasulli. Anche Lanzaro ha fatto la sua partita. Da rivedere la condizione fisica di qualche giocatore tipo Gabionetta e Calil. Quindi Menechini avrà sempre di più il compito difficilissimo di scegliere i giocatori da mandare in campo. Ma ben venga questo imbarazzo perché l’arma vincente della Salernitana sara’ il doppione per ogni ruolo…..forza granata.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.