Cisl denuncia: “Guardiania e portierato nei Campus universitari di Salerno, addetti sottopagati e sottoposti a turni stressanti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Università_di_SalernoAttività di guardiania e portierato presso i Campus universitari di Fisciano e Baronissi, la Cisl Università di Salerno chiede un incontro ai vertici dell’Ateneo – Rettore e direttore generale – per porre rimedio a una situazione che sta diventando incresciosa e garantire così maggiore sicurezza agli studenti e ai lavoratori che durante l’intera giornata frequentano le strutture dell’Ateneo salernitano.

A lanciare l’allarme è il segretario generale Pasquale Passamano: “Il personale utilizzato dalle varie società che si sono succedute nell’aggiudicazione del servizio dal 2009 ad oggi, è sottopagato, sottoposto a turni stressanti e senza un adeguato abbigliamento per l’espletamento del servizio. Durante questi cinque anni nei Campus è mancata un’adeguata vigilanza, mettendo in pericolo la sicurezza di migliaia di studenti e di tutti gli operatori che ogni giorno frequentano e lavorano presso l’Ateneo”, ha spiegato Passamano.

La Cisl Università di Salerno, in riferimento al progetto per le attività di guardiania e portierato presso i campus di Fisciano e Baronissi, aveva già espresso il proprio disappunto circa le risorse economiche impegnate (trasferite alla Fondazione Universitaria) che, dal 2009 a tutt’oggi,  sono più di 380.000 euro all’anno. “Il servizio erogato in questi anni è stato assolutamente insoddisfacente, non raggiungendo i risultati prefissati”, ha continuato l’esponente della Cisl salernitana.

Il progetto condiviso nel 2009 tra le parti sociali, il Rettore e l’allora Presidente della Fondazione, prevedeva un servizio di portierato, telesorveglianza, monitoraggio e assistenza degli spazi interni ed esterni del campus. Un’intesa che però non sarebbe stata rispettata.

“Inoltre, il progetto prevedeva l’impiego di 18 addetti per coprire il servizio nelle 24 ore su 24, tuttora risulta che le persone impegnate sono appena 9, di cui 7 per il campus di Fisciano e 2 per il campus di Baronissi, non riuscendo a garantire un’adeguata sorveglianza dei Campus”, ha concluso Passamano.

“Per questo la Cisl Università di Salerno chiede che il servizio in oggetto, soprattutto quello riferito alle ore diurne (7.30/19.30), venga nuovamente gestito direttamente dall’Ateneo con personale proprio, salvaguardando gli attuali livelli occupazionali, che non ha assolutamente responsabilità rispetto alla scarsa sicurezza che in quest’anni si è registrata nell’Ateneo di Salerno”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.