Riordino funzioni Province, Sommese: lavoriamo intensamente per completare percorso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
sommeseL’Assessorato alle Autonomie locali della Regione Campania con il proprio Osservatorio sta completando il lavoro di mappatura delle funzioni delegate alle Province in attuazione della legge 56/2014 (Del Rio).

Le Province di Avellino, Benevento e Caserta hanno fatto pervenire i dati su risorse umane e finanziarie, beni mobili ed immobili, che saranno esaminati dall’Osservatorio regionale. Mancano all’appello Napoli e Salerno. L’assessore Sommese ha sentito Pentangelo e Canfora che gli hanno fornito assicurazioni circa l’invio dei documenti nelle prossime ore.

“Stiamo lavorando intensamente –  sottolinea l’assessore Pasquale Sommese – per avere entro venerdì, data della conferenza già programmata, tutti i dati necessari al fine di avviare la fase successiva e pervenire entro la fine dell’anno alla decisione finale sulle funzioni delegate agli enti territoriali di area vasta.

 “L’obiettivo è accelerare questo percorso di riordino definito sul piano nazionale al fine di favorire l’incrocio tra le attese dei cittadini e le risposte che le istituzioni minori sono chiamate a dare con celerità ai territori e alle loro comunità”, conclude l’assessore.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Come al solito Salerno non riesce a fornire i dati in tempo utile, anche con il nuovo Presidente, la Provincia ha conservato le cattive abitudini e menefreghismo degli anni appena passati. Allora è evidente che le colpe sono dei dirigenti, sempre gli stessi e ben saldi alla sedia, buoni per ogni amministrazione e per ogni stagione. Povero Canfora lo vedo male! Se non riesce a fare una sterzata vigorosa con sostituzioni di forza, si impantanerà è fallirà.
    Speriamo nell\’abolizione definitiva delle Province, e tutti a LAvorare.

  2. Concordo pienamente con l’analisi di “Salerno…sempre ultima”, a quanto pare ottimo conoscitore dei fatti e dei dirigenti della Provincia di Salerno.
    Il guaio è che questi soggetti, anche se chiudono le Province, andranno a fare i dirigenti in altri enti o comuni. Quindi i guai fatti fino ad adesso li andranno a fare da un’altra parte.
    Nella terra dei cachi (e delle “purpette”) i problemi si spostano, ma non si risolvono….
    Ed il popolo dorme….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.