Salerno, risposta alla microcriminalità: arrestato rapinatore di supermercati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Arresto_Polizia_rapinatore_supermercati_3Nella tarda serata di venerdì al termine di complessa attività investigativa, gli Agenti della Polizia di Stato appartenenti alla  Squadra Mobilehanno tratto in arresto, sottoponendolo a fermo di PoliziaGiudiziaria per rapina aggravata, David Barrella, nato a Casarano (LE) di 30 anni , residente a Mercato San Severino (SA), già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti. Il giovane è ritenuto responsabile di due rapine avvenute nei giorni scorsi ai danni di supermercati ubicati nella zona orientale della città di Salerno, al cui interno aveva fatto irruzione travisato ed armato di coltello puntandolo alla gola delle cassiere per costringerle a consegnargli l’incasso.

L’arrestato, già nella giornata del 15 gennaio scorso era stato rintracciato da una pattuglia della Squadra Mobile, impegnata nelle attività investigative a seguito delle suddette rapine, nei pressi di un altro supermercato mentre si accingeva a compiere l’ennesima rapina. In quella circostanza era riuscito a fuggire, abbandonando, sul posto, il coltello ed il motociclo utilizzato per compiere la rapina. A seguito di intense e meticolose ricerche, intorno alle ore 23.00 di ieri, il Barrella è stato rintracciato e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria.

Comunicato Ufficiale della Polizia

Arresto_Polizia_rapinatore_supermercati_2 Arresto_Polizia_rapinatore_supermercati_1 Arresto_Polizia_rapinatore_supermercati_4

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. A tutti quei professori di musica che facevano sarcasmo nei confronti delle forze del ordine ,ecco la risposta ….adesso non scrivete più ?vi è subentrata l artrosi alle dite …continuate ad essere omertosi mi raccomando …andate a passeggiare sul lungomare ..

  2. ci mancava il Leccese……Tierra del Grande Sud dove ci stanno i club di Silvio…..sono sempre loro Borbone/Duce/Silvio vajassa e Telecafone della Pascale…….o Sud Sud…quant è bell ò Sud

  3. Che poi non capisco negli ultimi anni si parla tanto di “celle telefoniche” per identificare assassini e altro, perchè non si fa lo stesso per stabilire chi sono i rapinatori in quei minuti in cui avvengono le rapine?? tanto il 90% dei casi sono sempre gli stessi, raramente sono neo-rapinatori

  4. allora adesso i chiancarellisti devono dare merito a de luca x come si ragiona sugli episodi di criminalita comunque penso che siete stupidi non e demerito suo quando delinquono e ne merito al contrario provincialotti delle fornelle

  5. Il “leccese” è dovuto al fatto che suo padre giocava a Casarano in serie C1 quando è nato!

  6. Congratulazioni a coloro che oggi giorno ci mettono il cuore; un grazie affettuoso, rimanete sempre la parte positiva di questo paese auguri di buon lavoro.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.