Amalfi; Sequestrata parte di un noto albergo, 5 denunce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
AMALFIParte di una nota struttura alberghiera di Amalfi, nel Salernitano, è stata sequestrata a causa di un cantiere completamente abusivo. L’operazione è stata condotta dai finanzieri della sezione operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno, su delega della procura della Repubblica di Salerno, e nell’ambito della intensificazione dei servizi di polizia ambientale e controllo economico del territorio disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli.

Il proprietario della struttura, partendo dai lavori di rifacimento e messa in sicurezza di una struttura parzialmente crollata, aveva dato avvio ad alcuni lavori che comportavano un sostanziale mutamento qualitativo e quantitativo delle opere preesistenti, per i quali non era sufficiente avvalersi della S.c.i.a. (segnalazione certificata di inizio attività edilizia), ma occorreva passare attraverso il rilascio di ulteriori pareri ed autorizzazioni, da parte della commissione locale per il paesaggio del Comune, della competente Soprintendenza per i Beni Ambientali e Paesaggistici, della Capitaneria di Porto e della Dogana, nonche’ del Genio Civile, dal momento che la struttura ricade all’interno del parco regionale dei Monti Lattari, in una zona riconosciuta ”patrimonio dell’Umanita” dall’Unesco, ed inoltre, si trova nella fascia di 30 metri di rispetto previsti a tutela del demanio marittimo.

Gli accertamenti hanno anche evidenziato che all’interno della struttura erano in corso di realizzazione altri lavori che avrebbero dovuto portare alla realizzazione di alcune suite e di un corridoio di collegamento. L’operazione, svoltasi in collaborazione con il personale dell’ufficio tecnico del Comune di Amalfi, ha rivelato che, attraverso una sostanziale modifica dello stato interno dei locali, nonche’ attraverso lo sbancamento non autorizzato di roccia, si era ottenuto un notevole ampliamento degli spazi utili.

Altri lavori non autorizzati riguardavano un soprastante terrazzo, trasformato da solarium a spazio di ristorazione, con tanto di forno in muratura. Cinque i soggetti denunciati per varie ipotesi di reato: abuso edilizio, falsita’ commessa da pubblico ufficiale in atto pubblico, abuso in atti d’ufficio, e connesse violazioni in materia paesaggistica. Sussistono inoltre, i presupposti per la contestazione del reato di lottizzazione abusiva.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.