Salernitana di rigore ad Aversa: Calil dal dischetto scaccia le streghe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
ITALY SOCCERTermina con una vittoria di rigore per la Salernitana il derby ad Aversa tra padroni di casa e granata.Un rigore trasformato al 20’ della ripresa da Calilcapitalizza al meglio una brutta partita giocata dagli uomini di Menichini al Bisceglia.Aversa più vivace che ha sfiorato due volte nel primo tempo e due volte nella ripresa il vantaggio. Salernitana pericolosa nella prima frazione solo al quarto d’ora con Mendicino che ha scheggiato la traversa. Meglio il secondo tempo dove, con gli innesti di Perrulli e Negro, la squadra ha trovato maggior intraprendenza conquistandosi il rigore vincente grazie a Lanzaro. Nel finale rientro in campo dopo un mese anche per Pestrin. Ora la vetta ritorna ad essere distante per i granata nuovamente due punti.

Salernitana dunque obbligata a vincere nel derby con l’Aversa Normanna. Il Benevento, infatti, dopo il successo (grazie ad un rigore dubbio) sul Savoia si è portato a +5 dal secondo posto occupato dai granata e tallonati dalla Juve Stabia che ha vinto ieri contro la Casertana. I granata sono reduci, da appena un punto conquistato in tre trasferte. Menichini, che non si fida degli avversari, alla vigilia ha dovuto rinunciare a Gabionetta, oltre che Nalini e si affida al 3-5-2 puntando sugli esterni Colombo e Franco e sul duo d’attacco Calil – Mendicino. Dalla panchina Perrulli, Negro e Pestrin. In mezzo al campo centrocampo muscoloso con Moro, Bovo e Favasuli. Per l’Aversa buone notizie alla vigilia del derby per mister Marra che ha recuperato Catinali e Giannusa due elementi di grande esperienza per il centrocampo. L’Aversa Normanna ha pareggiato domenica scorsa 1 a 1 con la Casertana. In avanti Mosciaro preferito a Fabio De Luca. Partirà dall’inizio l’ex Capua. Il temuto De Vena entrerà a gara in corso. Sugli spalti del Bisceglia almeno 300 tifosi salernitani dotati di tessera del tifoso. Presente in tribuna anche patron Lotito. Non più di 500 i tifosi locali. Tutto tranquillo sotto il profilo dell’ordine pubblico.

LA PARTITA. Alle 14.30 Colarossi di Roma dà il via alle ostilità. Salernitana in maglia bianca e Aversa in tenuta amaranto. I locali provano subito a rendersi pericolosi con Capua che viene fermato fallosamente da Trevisan. La punizione non sortisce gli effetti sperati. Gli uomini di Menichini cercano di prendere le redini in mano della gara e sfiorano il vantaggio al quarto d’ora con Mendicino che servito da Moro di sinistro prova la soluzione a giro che scheggia la traversa. Dopo un minuto nuova occasione granata: cross dalla sinistra di Franco, velo di Mendicino e Bovo tutto solo a centro area spara incredibilmente alto. L’Aversa accusa il pericolo scampato e indietreggia il proprio baricentro lasciando spazi a Calil e compagni. Al 22’ i locali si svegliano e Sassano prova a portare scompiglio sulla sinistra e dopo un rimpallo conclude debolmente sul primo palo dove Gori fa buona guardia.

L’Aversa soffre a centrocampo e Catinali è costretto a fermare Bovo fallosamente beccandosi il primo cartellino del match. I padroni di casa dopo il primo quarto d’ora granata sembrano meno impauriti e puntano all’area di rigore granata senza timori. Al 25’ ci prova Mangiacasale ma il suo tiro è sporcato da Favasuli. Dopo 3 minuti dal corner un traversone aversano attraversa pericolosamente tutta l’area. I granata di Salerno sembrano rallentare il ritmo. Alla mezz’ora si ripristina anche il conto dei gialli: Moro viene sanzionato dall’arbitro per gioco pericoloso nelle trequarti. La partita inizia a diventare spigolosa e l’arbitro ammonisce anche Giannattasio tra i locali.

Al 36’ Sassano sfugge a Moro e Favasuli e si presenta tutto solo dinanzi a Gori che in uscita chiude lo specchio al fantasista amaranto evitando un clamoroso vantaggio. Al 40’ punizione di Calil che pesca Trevisan in area ma il centrale controlla male e sfuma l’occasione. Al 42’ Bovo viene colpito in area e rimane a terra. Per lui botta al capo e sostituzione con Perrulli. Nel finale di tempo Mangiacasale liberato al limite dell’area si divora il gol del vantaggio. Finisce una prima frazione di gioco che ha visto ancora una volta la squadra di Menichini incapace di imprimere il segno sulla partita.

SECONDO TEMPO. La ripresa comincia con una punizione per i granata che Perrulli manda alto. Risponde subito l’Aversa con una azione di Sassano che si libera per il sinistro ma sbaglia la conclusione. Il neo entrato Perrulli cerca di dare vivacità e profondità alla manovra granata. Al 6’ un cross di Franco dalla sinistra trova gli avanti ospiti in ritardo all’impatto. Al 9’ ancora un’occasionissima per l’Aversa, un rimpallo serve Mangiacasale tutto solo in area che di sinistro conclude a botta sicura: Gori ben piazzato blocca a terra. Ma è ancora Aversa, un liscio di Franco libera Sassano al limite che di sinistro sfiora il palo sinistro di Gori. Menichini corre ai ripari cercando di dare verve sulle fasce: entra Negro al posto di Trevisan. Mister Marra rileva il bravo Sassano con De Vena.

La Salernitana al 20’ sembra risvegliarsi e un tiro cross di Colombo mette in difficoltà la difesa normanna che libera in corner. Dalla bandierina traversone a centro area dove Lanzaro viene cinturato ingenuamente, per l’arbitro è rigore tra le proteste dei locali. Calil dal dischetto spiazza il portiere portando la Salernitana in vantaggio. Marra gioca la carta dell’ex De Luca che rileva uno stanco Mosciaro. La squadra di Menichini sembra ritrovare coraggio e Negro lanciato sulla sinistra per poco non trova l’assist decisivo. Al 27’ una buona ripartenza granata non viene concretizzata da Calil che in area si incarta con la sfera. Alla mezz’ora Menichini ridà sostanza a centrocampo inserendo il rientrante Pestrin al posto di Calil, abbastanza in ombra ma decisivo sino ad ora per il rigore realizzato. Al 33’ calcio d’angolo per l’Aversa direttamente in porta, Gori respinge di pugno e salva nuovamente la porta ospite. I padroni di casa tentano uno sterile forcing finale senza trovare spunti in attacco prestando il fianco alla squadra granata che nelle ripartenze sfiora il raddoppio prima con Perrulli e poi con Mendicino. Finisce il match dopo un sostanzioso recupero con la Salernitana che senza brillare trova comunque tre punti d’oro e ora vetta a soli due punti.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

1° TEMPO

1’- Inizia la gara al Bisceglia di Aversa;

2’ – Punizione per l’Aversa, nulla di fatto;

8’ – La Salernitana fatica a fare gioco su un terreno pesante;

15’ – Mendicino scheggia la traversa con un sinistro a giro;

16’ – Cross dalla sinistra di Franco, velo di Mendicino e Bovo tutto solo a centro area spara incredibilmente alto;

22’ – Sassano dell’Aversa in area conclude debolmente, Gori c’è;

23’ – Ammonito Catinali per fallo a centrocampo su Bovo;

25’ – Ci prova Mangiacasale ma il suo tiro è sporcato da Favasuli;

30’ – Giallo per Moro per gioco pericoloso;

32’ – Ammonito Giannattasio nell’Aversa;

36’ – Sassano sfugge a Moro e Favasuli e si presenta tutto solo dinanzi a Gori che in uscita chiude lo specchio al fantasista;

40’ – Punizione di Calil che pesca Trevisan in area ma il centrale controlla male e sfuma l’occasione;

42’ – Botta per Bovo in area che rimane a terra, Menichini lo sostituisce con Perrulli;

45’ – Mangiacasale dell’Aversa si divora il vantaggio: l’attaccante locale si libera al limite dell’area ma dinanzi a Gori tira incredibilmente alto;

2° TEMPO

1’ – Comincia la ripresa;

2’ – Punizione per i granata con Perrulli, sfera alta;

3’ – Sassano salta Trevisan e Lanzaro e dinanzi a Gori sparacchia alto;

9’ – Ancora un’occasionissima per l’Aversa, un rimpallo serve Mangiacasale tutto solo in area che di sinistro conclude a botta sicura: Gori blocca a terra;

11’ – Menichini corre ai ripari inserendo Negro per Trevisan;

15’ – Nell’Aversa De Vena per Sassano;

17’ – Tiro cross di Colombo, Cossentino libera

20’ – Calcio d’angolo per i granata cross al centro e Lanzaro viene cinturato in area: rigore per la Salernitana;

21’ – Sul dischetto Calil….GOOOL!!! Vantaggio granata!;

22’ – Nell’Aversa fuori Mosciaro dentro l’ex De Luca;

27’ – Ripartenza granata non sfruttata da Calil in area normanna;

29’ – Ammonito Esposito nell’Aversa;

33’ – Calcio d’angolo per l’Aversa direttamente in porta, Gori respinge di pugno e salva nuovamente la porta ospite;

37’ – Perrulli in ripartenza con Negro non trova il raddoppio;

40’ – L’Aversa spinge ma senza idee, i granata si difendono con ordine;

42’ – Ammonito Capua nell’Aversa;

45′ – Recupero dell’arbitro;

49′ – Termina il match, granata nuovamente corsari in trasferta;

TABELLINO   –   AVERSA NORMANNA-SALERNITANA 0-1

AVERSA NORMANNA (4-4-1-1): Lagomarsini; Petricciuolo, Cossentino, Esposito, Amelio; Mangiacasale, Catinali (43’st Giannusa), Giannattasio (22’st De Luca), Capua; Sassano (16’st De Vena); Mosciaro. A disp: Despucches, Balzano, Scognamillo, Castellano. All: Marra.

SALERNITANA (3-4-1-2): Gori; Lanzaro, Trevisan (12’st Negro), Bocchetti; Colombo, Moro, Favasuli, Franco; Bovo (47’pt Perrulli); Calil (32’st Pestrin), Mendicino. A disp: Russo, Pezzella, Grillo, Tagliavacche. All: Menichini.

ARBITRO: Sig. Colarossi di Roma2 (Baccini/Rossini)

NOTE. Marcatori: 21’st rig. Calil. Ammoniti: Catinali, Giannattasio, Esposito, Capua e De Luca (A), Moro e Bocchetti (S). Angoli: 4-2. Recuperi: 3’pt, 4’st.

 

 

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. è preoccupante questa squadra con un organico così Dovrebbe stracciare il campionato invece è una squadra senza gioco ne idee…..manichini svegliaaaaaa

  2. è preoccupante questa squadra con un organico così Dovrebbe stracciare il campionato invece è una squadra senza gioco ne idee…..manichini svegliaaaaaa

  3. “…una brutta partita giocata dagli uomini di Menichini…”: L’avete scritto voi. Io l’ho dico da tempo: Menichini non è un allenatore da Salernitana. Speriamo che non ci costi la promozione diretta!

  4. “Il campo può essere un nostro alleato perché potrà penalizzare la Salernitana, squadra con un maggiore tasso tecnico rispetto al nostro”.
    Queste le parole dell’all. Marra prima della partita. Ma vi rendete conto che abbiamo giocato su un campo infame dove prima dovevi pensare a restare in piedi e poi a giocare. Loro su questi campi di patate sono certamente più preparati di noi. Prendiamoci questi tre punti senza fare gli schifetti come sempre. E adesso sotto col doppio turno in casa.

  5. LE PARTITE SI VINCONO CON LA SOFFERENZA CHE VI PENSATE CHE ANDARE A GIOCARE AD AVERSA E` FACILE? STACCIARE IL CAMPIONATO?ADDIRITTURA! A ME SEMBR ACHE CI SONO SQUADRE COME LECCE CASERTANA JUVESTABIA BENEVENTO CHE SONO ATTREAZZATE COME NOI PER IL PASSAGGIO DIRETTO IN SERIE B.

  6. vittoria d’oro, rigore solare, avanti così guai a mollare…ora i tre punti poi se serve arriverà anche il gioco.

  7. La Salernitana ha dimostrato già di poter superare il Benevento, ma questa volta sarà per tutto il campionato.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.