De Luca a TgCom: “La mia candidatura alle Primarie corrisponde al codice etico del Pd”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
De Luca_tg_comVincenzo De Luca candidato alle Primarie del Pd in Campania conferma, nel corso della trasmissione “Checkpoint” su Tgcom 24 di non ritirarsi dopo le ultime vicende giudiziarie che lo hanno riguardato (condanna per abuso d’ufficio e sentenza su incompatibilità per il doppio incarico di Sindaco e viceministro nel Governo Letta).

De Luca, nel corso di una lunga intervista ha  ripercorso le fasi che lo hanno portato alla condanna per abuso di atti d’ufficio. Poi ha parlato della sentenza della Corte d’Appello sulla incompatibilità:  “E’ stato un errore da parte del partito democratico non pretendere il rispetto della legge, la legge 400. Mi avevano offerto frattaglie per non farmi decidere niente e non ho accettato. Siamo – ha proseguito De Luca – in un paese di ipocriti nel quale facciamo i moralisti sulla pelle degli altri. Tutti silenti a cominciare da Enrico Letta”.

Il giornalista gli chiede se si sente vittima di una trappola da parte di settori del Pd. De Luca dice:  “Non mi piacciono le logiche del complotto o di trappola. Bisogna avere la responsabilità e l’onesta morale di pronunciarsi nel merito: ritenete giusto o sbagliato che debba essere escluso dalla vita pubblica uno che ha usato la frase project manager anziché coordinatore? “

Sulla Legge Severino dice: “La legge Severino deve essere mantenuta ma modificata in alcuni punti che sono sconcertanti. Questa legge è nata quando venivano fuori le varie ruberie, soprattutto nelle Regioni. L’approvazione di questa legge è stata una risposta all’indignazione popolare. Ci sono cose giuste ma anche cose sconcertanti. La prima è rendere uguali tutti i cittadini davanti alla legge. Non è giusto che questa legge vale per un sindaco e non per un parlamentare o per un ministro.  La Severino deve buttare furi i ladri e i tangentisti dalle istituzioni ma tutelare le persone perbene ed i funzionari delle amministrazioni che vivono nel terrore. C’è la paura della firma che paralizza l’Italia. La Severino – prosegue De Luca –  può anticipare una misura prudenziale ma solo per reati di grave pericolosità sociale. L’abuso d’ufficio può essere considerato un reato di alta pericolosità sociale?”

Il conduttore del programma parla del problema rifiuti in Campania. De Luca aggiunge: “Sono portatore di una esperienza amministrativa di assoluta eccellenza. Rifiuti nella mia città non ne abbiamo mai avuti. Ritrovarsi dopo 8 anni condannato per abuso in atti d’ufficio la trovo una cosa  sconcertante sol perché  nel diritto amministrativo l’espressione project manager non c’è. Qualcuno pensava che usando questa parola potesse esserci un vantaggio per la persona indicata. Ed invece il compenso è stato di 8 mila euro in un anno e mezzo”.

Il giornalista chiede a De Luca se si sente una anatra zoppa politicamente. “Assolutamente no – dice De Luca -. Mi sento  una persona che ha fatto il proprio dovere da sempre e che ha dedicato la sua vita alla comunità, che ha rappresentato un modello di amministrazione fatto di rigore e trasparenza assoluta. Intendo far valere questa mia condizione e lo farò rispettando le regole dello statuto del Pd. La mia candidatura rientra in quello che prevede il codice etico del partito, non c’è nessuna anomalia particolare. Noi dobbiamo garantire una sola cosa al partito nazionale: di poter fare una campagna elettorale a testa alta e potendo presentarci con caratteri di moralità e trasparenza, di fronte a chiunque e in ogni parte d’Italia.

Garantito questo – aggiunge – dobbiamo risolvere i problemi della Campania che sono giganteschi e sono irrisolti, a cominciare dalla tragedia della Terra dei Fuochi”. “C’è stata – ammette De Luca – una richiesta di riflettere attentamente sulla mia candidatura. E’ una richiesta che la segreteria nazionale aveva il diritto e il dovere di fare. Abbiamo riflettuto. Io ho riflettuto e non trovo nessuna ragione per fermarmi. Con me nessuno ha definito ‘inopportuna’la mia candidatura. C’era solo stata una richiesta di riflettere perché giustamente il partito nazionale vuole evitare che vi fossero strumentalizzazioni. Io ribadisco che non c’è da temere nulla. Noi possiamo fare la nostra battaglia a testa alta nei confronti di chiunque. Ci sono tutte le condizioni per andare avanti con grande serenità e civiltà nel confronto sulle primarie, lasciando la parola ai cittadini affinché si pronuncino.”.

Su Renzi e sulle correnti De Luca dice: “La corrente maggioritaria del partito in Campania sono io. Renzi? E’ un deluchiano della prima ora. Ad ogni modo stiamo esagerando la portata di questo problema. Ci sono tutte le condizioni per andare avanti con grande serenità e civiltà lasciando la parola ai cittadini . L’appoggio di Renzi? Conto sull’appoggio dei miei elettori e concittadini. Renzi fa bene a restare fuori da queste vicende”.

Su Cofferati e sui brogli in alcune sezioni durante le primarie in altre Regioni: “Non mi ha convinto la scelta di Cofferati, la considero sbagliata come consideravo sbagliata la sua candidatura. Sulla Liguria un grande polverone sproporzionato rispetto ai rilievi ed alle irregolarità individuate in quelle zone. Lo strumento delle Primarie e di alto profilo democratico ma si espone anche a degenerazioni, non è perfetto. In alcuni casi può accadere che qualcuno possa fare qualcosa di creativo. In Campania? Bisogna fare attenzione. La Campania è la culla della creatività.  Bisogna evitare che la creatività tracimi nel pulcinellismo”.

CLICCA QUI PER VEDERE L’INTERVENTO VIDEO DI DE LUCA A TG COM

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Lievet a miezz e pall tu e sti 4 sciem ca scriven cà n’gop,levatev a miezz e facitece campà,nun servit a nient o scé

  2. facile scrivere volgarità e offese nei commenti.

    questo perchè sono anonimi.

    perchè non scrivete nome e cognome e vi prendete le vostre responsabilità, si civili che penali.

    facile diffamare e calunniare in modo anonimo.

  3. In questi 20 anni di “deluchismo” a Salerno, il grande Sindaco, ci aveva abituato ai colpi di teatro e ad effetto, risultando, all’inizio addirittura simpatico, poi man mano che gli anni passavano e si concretizava la creazione del nulla, prima le fontane, poi opere iniziate e mai finite, poi le fontane che diventano rotatorie, poi il Crescent, enigmatica e patologica realizzazione del sogno dell’onnipotenza, hanno trasformata quella simpatia iniziale in vera percezione dello sprezzo e dell’arroganza per tutti e tutto ciò che non era discendenza diretta del suo “creato”. Ricorderete tutti il suo “è finita la ricreazione” dopo la parentesi De Biase, una brava e mite persona, che lui a spremuto come un limone e poi buttato via, come fa con tutti coloro che non si posizionano nella schiera dei “Yes-men”. Da ultimo la nomina a Vice Sindaco di un uomo del suo staff, abituato a cambiare posizione a seconda del vento, e gli asserviti e poco inclini alla ribellione, Assessori, depositari di diversi avvisi di garanzia per reati economico-amministrativi, silenziati e zittiti a subire un affronto inusitato. De Luca, che pure di Teatro capisce, visto quando spende per il Verdi, dovrebbe sapere che sulla scena, conta poco come entri, molto più importante è come ne esci e lui lo sta facendo nel modo peggiore, fingendo di non rendersi conto che questa volta “la ricreazione” è finita per lui; prezzo pagato all’arroganza e al disprezzo per gli altri e per le regole.

  4. Tuttti questi Ominicchi e Quaquaraquà che nascondendosi dietro l’anonimato sparano offese gratuite e scrivono solo ”pareri assolutamente personali” e non si attengono ai FATTI” dimostrano solo di essere dei VIGLIACCHI nascosti dietro una tastiera. I Fatti, i soli inconfutabili, sono che De luca ha avutoDEMOCRATICAMENTE l’appoggio personale ed al suo programma della maggioranza della città. L’altra considerazione che i Quaquraqua dimenticano è che De Luca ha rinunciato ad uno stipendio da parte della Regione di ben 15000 euro mensili. Questi sono FATTI e non chiacchere sputate su questo sito da parte dei soliti quattro Chiancarellari di turno!

  5. Che non capisci è evidente. Ti devi firmare quando spari offese non qando esprimi pareri del tuttu legittimi. Se non ti firmi sei un Vigliacco!

  6. Che tristezza vedere De Luca arrancare cercando appigli da tutte le parti. Ha chiuso la sua carriera politica come peggio non poteva, è il tipico esempio del politico italiano del sud, purtroppo. Dopo di lui, c’è bisogno di una persona che restituisca il senso delle istituzioni e dalla cosa pubblica, alla gente di Salerno, ormai traviata dalle perverse parole di una persona che ha fatto quel che voleva per interessi personali.

  7. sta continuando a mantenere la sua arroganza e tracotanza, lui e’ il migliore sindaco, il migliore politico, il migliore amministratore.
    Accusa gli altri di fare manovrine per le primarie, dice la campania si differenzia per la creativita’.
    Creativita’ che probabilente ben conosce visto che ne parla sempre per dimostrare la sua integrita’ morale che non si abbassa a tale schifezze, anzi lui le combatte.
    Mah, di De Luca non mi fido e non sopporto proprio la sua arroganza, l’ho visto a Telecolore durante l’intervista resa e il suo atteggiamento tracotante e di sfida che ha tenuto e come ha trattato il giornalista, che e’ stato molto garbato, con un aria come se lui fosse il depositario dello scibile umano e di fronte avesse un poveraccio ignorante che non poteva misurarsi con la sua grandezza.
    Bravo il giornalista e la redazione di Telecolore che riescono sempre a tenere un attaggiamento di imparzialita’, che si limitano a dare la notizia e basta, da veri giornalisti. Non so se io sarei riuscita a tenere la stessa professionalita’ del giornalista, credo che avrei attaccato proprio l’atteggiamento da superuomo che De Luca ha tenuto per tutta l’intervista. per me il giornalista ne e’ uscito vincente, anzi ha dato contezza di cosa e’ De Luca.

  8. giusto per la cronaca, uno si dovrebbe firmare con nome e cognome, esponendosi così sia civilmente che penalmente, quando esprime giudizi tipo: tizio ruba, caio puzza ecc ecc….

    in questo caso uno dice:

    mi chiamo pinco pallino, denuncio che tizio ruba e queste sono le prove.

    non chiacchere…non fantasie.
    se ci sono fatti…si espongono….e ci si accolla le proprie responsabilità civili e penali.

    cmq….e la chiudo qui…anche scrivere commenti in forma anonima denota grande cervello. lo sapete a fronte di una denuncia, quanto tempo impiega la polizia postale a risalire all’autore????

    non lo sapete? e allora informatevi…..ne restereste sconvolti…

  9. Una sola considerazione: ma il codice etico dei partiti nella fattispecie del PD, è quello che viene considerato per sè stessi dalla maggioranza degli italiani onesti? Se qualcuno si considera ingiustamente perseguitato dalla giustizia sia da cittadino qualunque e a maggior ragione se è un rappresentante delle istituzioni deve difendersi appropriatamente nei luoghi deputati ovvero nelle aule di giustizia fino ad ottenere l’innocenza o la condanna definitiva, tutto il resto sono solo parole al vento……………..oppure alla fine avrà ragione Berlusconi quando considera la giustizia in Italia orientata politicamente a seconda dei desideri dei padroni del vapore?

  10. e cmq consiglierei anche alla redazione di adoperarsi un pochino in più.

    lo so benissimo che c’e’ scritto chiaramente che non sono responsabili di quanto si scrive, però anche visivamente …….aprire il sito e leggere queste cose…non è una grande pubblicità.

    saluti.

  11. ma di cosa si sta parlando!!!!!!!!!!!!! L’unica etica del PD è quella di fare inciuci anche con il diavolo. Il patto del Nazzareno. Sono schifato. Sono stato elettore di sinistra per 40 anni. Non avranno mai più il mio voto

  12. x informazione, perche’ non ti qualifichi e dici chi sei? non ti firmi con il tuo nome?
    Stai continuando a fare terrorismo, si sa perfettamente che la polizia postale puo’ risalire al computer e quindi a colui che ha scitto un commento, la redazione ha la mia email, che ovviamente non pubblica per tutela della privacy, firmo i commenti con il mio nome.
    per caso sei De Luca che alcuni giorni fa denuncio’ la presenza su facebook di falsi suoi profili e che avrebbe denunciato gli autori alla polizia postale?

  13. scrivo questo e poi non scrivo altro:

    non sono tenuto a qualificarmi in quanto con i miei commenti sto semplicemente esprimendo un’opinione erga omnes.

    non attacco nessuno, non offendo nessuno, non faccio nomi….

    sto esponendo semplicemente un dato di fatto.

    faccio terrorismo? no….esprimo semplicemente un dato di fatto.
    anzi…sto dando un consiglio a chi magari scrive cose senza pensare.
    magari si scrivono anche per scherzo…..poi però non si pensa alle conseguenze.

    e cmq non sono de luca.

    saluti

  14. Rita ci ha fatto sapere (Non l’avevamo capito) che lei non sopporta De Luca. Ma conta qualcosa? o conta che democraticamente è apprezzato votato e giudicato il migliore dalla maggioranza dei Salernitani? Ora si mette a dare anche verdetti su chi vince e chi perde in Tv! Un po’ di contegno!

  15. Non ho dato alcun verdetto ho espresso una mia impressione, voi deluchiani avete la coda di paglia e mal sopportate chi critica il vostro capo.
    Votato democraticamete? vorrei proprio sapere nome per nome l’elenco del famoso 75% che l’ha votato!
    Il 25% che democraticamete non l’abbiamo votato ci facciamo sentire e come, avete voglia di metterci a tacere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.