Capaccio-Paestum: Consiglio comunale ha votato all’unanimità contro la realizzazione dell’impianto a biomasse in località Sorvella

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Comune_CapaccioCon una delibera di Consiglio comunale, votata all’unanimità da maggioranza e opposizione, il Consiglio comunale di Capaccio, nella seduta di lunedì 9 febbraio, ha espresso assoluta contrarietà alla realizzazione dell’impianto a biomasse che la società Biocogein intende costruire in località Sorvella. Il consesso è stato introdotto dal presidente del Consiglio comunale Domenico Nese che ha elencato dettagliatamente tutte le motivazioni per cui bisogna impedire la costruzione dell’impianto, concludendo che «questo impianto mette in pericolo la nostra salute». L’assessore alle Politiche ambientali Eustachio Voza ha ripercorso velocemente le tappe della vicenda, da maggio fino ad oggi: «Il 6 giugno dello scorso anno il progetto fu accantonato perché il proponente non era in possesso della disponibilità dei luoghi».

Grazie all’impegno dell’amministrazione comunale e dei tecnici, infatti, si evidenziò che la Biocogein non era titolare di tutta l’area in cui avrebbe dovuto essere realizzato l’impianto, poiché questa era attraversata da una canaletta del Consorzio di Bonifica Sinistra Sele. Tuttavia, la Biocogein ha ripresentato il progetto, escludendo l’area occupata dalla canaletta. «Oggi ci troviamo di fronte a un progetto che appare sostanzialmente variato e, di fatto, si è riavviato l’iter. – prosegue l’assessore Voza – Vogliamo che le risorse energetiche presenti  a Capaccio Paestum diventino risposte alle problematiche del nostro territorio, non possiamo e non vogliamo accollarci i problemi di altri territori».

Prima della votazione ha preso la parola il sindaco Italo Voza: «Questa sera vogliamo denunciare la nostra contrarietà e i nostri dubbi rispetto ai fatti accaduti. Il 6 giugno, alla conferenza dei servizi, vari enti interessati non si presentarono. Eppure la conferenza rigettò il progetto perché non tutta l’area era nella disponibilità della società». Quando sembrava che la questione fosse chiusa è arrivata la notizia che la Biocogein aveva ripresentato il progetto. «Denunceremo chi si renderà responsabile, oggi e negli anni futuri, di danni alla salute pubblica dei cittadini» ha concluso il primo cittadino invitando i consiglieri a votare contro la realizzazione dell’impianto. La delibera approvata verrà inviata anche ai Comuni vicini di Albanella, Altavilla Silentina, Roccadaspide, Giungano, Agropoli e al presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.