Salerno, quartiere Mariconda: dai residenti “cartoline” di degrado 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Degrado_Siringhe_maricondaSporcizia, degrado e siringhe usate. Questa la fotografia che ci arriva da uno dei più popolosi rioni di Salerno. Siamo a Mariconda, zona orientale della città, da troppo tempo oggetto di lamentele di chi lì ci abita. Questa volta la denuncia che ci arriva da un nostro lettore residente nella zona è chiara: “Nell’ultimo periodo sono aumentate a vista d’occhio siringhe con e senza ago sporche di sangue. Questo problema va affrontato dall’amministrazione. Ognuno è libero di fare ciò che vuole della propria vita – scrive Mario C. – ma non può creare un pericolo cosi grande tanti cittadini e per i bambini”. Il problema a quanto pare sembra si stia espandendo nel quartiere tra via Premuda, via Podgora e via Marchiafava ed urge di un intervento tempestivo da parte dell’Amministrazione Comunale.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. se mettete i porci a vivere in un salotto perdete tempo e danaro! è colpa loro mica il degrdo si crea da solo!

  2. I vostri commenti si qualificano da soli e meritano qualsiasi aggettivo dispregiativo.
    L’ articolo non vi indigna perché probabilmente siete abituati a vivere in ambienti del genere.

  3. Dov’è il controllo del territorio ??????
    Capisco che per le varie forze di polizia c’è poca pubblicità in periferia ma se ogni tanto si facesse vedere qualche pattuglia in giro forse qualche mal’azione, non dico che verrebbe annullata, ma magari rimandata.
    Hanno sempre detto che prevenire è meglio che curare.
    Ma la prevenzione chi la deve fare………. mio nonno ??????????
    Sig. Prefetto, sbaglio o la sicurezza del territorio e nelle sue mani ????????

  4. Segnalo sempre in via premuda un teppistello che si diverte con il suo accrocchio (sarebbe un complimento chiamarla moto) a scorrazzare su è giù per la strada a qualsiasi ora del giorno e della notte, ovviamente tutto questo senza casco e senza targa, con un mezzo che tutto si può dire tranne che silenzioso!!
    Per non parlare delle macchine senza copertura assicurativa che fanno bella mostra nei vari parcheggi pubblici!! ma le forze dell’ordine cosa fanno dormono? o sono bravi solo a fermare il padre di famiglia che va a guadagnarsi la pagnotta??

  5. Ma dico io nel 2015 c’è ancora gente che si fà di eroina? Ma non li vedete gli specchi che avete davanti a voi?

  6. State senza pensieri, i comitati, le associazioni ambientaliste e i figli delle chiancarelle hanno subito lanciato quattro raccolte firme, dieci video su youtube, tre servizi delle iene e due film denuncia su questo fatto.
    Intanto sono tutti d’accordo che è colpa del comune e di De Luca, prima di loro queste cose a Salerno non si vedevano.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.