Occupazione Casa di Cura “La Quiete”: Sindaco di Pellezzano scrive al Prefetto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Casa_di_Cura_QuieteUna lettera urgente indirizzata al Prefetto di Salerno è partita stamattina dal Comune di Pellezzano, a firma del primo cittadino, Giuseppe Pisapia, il quale, preoccupato della situazione economica e sociale che si profila da tempo in merito alle questioni della Casa di Cura “La Quiete Srl” e del Centro Diagnostico “CE.DI.SA SpA”, ha immediatamente informato le Istituzioni, affinché si adottino azioni utili per chiudere le vertenze. Entrambe le strutture, infatti, vivono un momento di grande difficoltà. “Non solo – dice Pisapia nella nota – sta venendo sempre meno la certezza del mantenimento del posto di lavoro, ma da circa undici mesi, nonostante continuino, a garantire la loro presenza al lavoro, i dipendenti non si vedono corrisposte le giuste retribuzioni.

Solo nella comunità di Pellezzano, sono diverse le famiglie che hanno al loro interno congiunti che lavorano in queste aziende e spesso si tratta di realtà monoreddito, che da tempo, in assenza di interventi adeguati e determinati, si trovano senza risorse per portare avanti la normale vita familiare. Come sindaco ho già ricevuto più volte il grido di aiuto di questi cittadini, che non può continuare a rimanere senza risposta. Per queste ragioni, anche in virtù dell’ultima nota inviata in data odierna alle istituzioni, alla proprietà e alle organizzazioni sindacali, da parte della Direzione Sanitaria della Casa di Cura “La Quiete”, dove si comunica, che la stessa struttura è stata occupata dai dipendenti, creando di fatto, problemi di ordine pubblico e di sicurezza, con difficoltà nella gestione dell’assistenza agli utenti attualmente ricoverati; si chiede che vengano poste in essere con la dovuta URGENZA tutte le azioni utili ad accelerare la definizione della vertenza tra lavoratori e proprietà, affinché la stessa tenga fede agli impegni presi per la corresponsione delle retribuzioni”. L’auspicio del sindaco è che “le esigenze dei lavoratori e dei cittadini trovino con sollecitudine una risposta adeguata”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. E’ una cosa vergognosa , sono almeno 25 anni che si sente sempre la stessa storia . Ma i vertici dell’ASL oltre a prendere un lauto stipendio , che fanno? Perche non revocano una buona volta le convenzioni e si assorbono questa clinica importante per il ruolo che svolge e la facciamo finita con questa continua litania?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.