Cassazione, Pellegrino: «De Luca? Renzi dovrà farlo decadere»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
renzi_de_luca_salerno_regionali_2015_ (2)L’effetto della sentenza della Suprema Corte è che cancella la sentenza della Corte Costituzionale prevista per il prossimo ottobre: “Per opporsi alla legge Severino, cioè, De Luca dovrà ricorrere al giudice ordinario perché il Tar non è più legittimato”.

Lo spiega in una intervista alla Stampa l’avvocato Gianluigi Pellegrino, commentando l’orientamento delle Sezioni Unite della Cassazione sulla competenza a decidere sull’applicazione della norma sulla incandidabilità.

“Decade quindi, a cascata – aggiunge – anche il pronunciamento atteso della Corte Costituzionale. Che potrà invece esprimersi a riguardo solo quando il caso in incostituzionalità sarà sollevato dal giudice ordinario”.

L’avvocato autore del ricorso si dice molto soddisfatto “perché finalmente vengono riconosciuti i diritti dei cittadini che meritano di essere governati da politici nel pieno rispetto delle norme”. Se De Luca uscisse vincitore dalle urne, potrebbe esercitare il ruolo di presidente della giunta o no? “No”, secondo Pellegrino: “Il premier Matteo Renzi lo deve sospendere subito perché deve applicare la legge Severino. E dichiarandolo subito sospeso non sarà possibile nominare un vicepresidente”. “Non è detto – aggiunge – che Vincenzo De Luca si aggiudichi la poltrona di governatore, ma se ciò dovesse accadere ci troveremmo di fronte a un disastro istituzionale che non andava compiuto”. 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Che macello!!! Ma possibile che solo in Italia non si capisce mai nulla ? Cioè si fanno le leggi e poi si cerca il modo per raggirale. Ma è tanto difficile rispettare le regole in questo paese ? Ma come si fa a vivere in un paese dove i giudici posso usare l’attenuante razziale in alcuni reati ? Ecco perchè alcuni extra comunitari continuano a rubare a violentare e ecc, perchè tanto in Italia lo sanno anche le pietre, che la giustizia fa acqua da tutte le parti. E poi si dice che non ci sono carceri e i delinquenti costano tanto allo stato e perciò è giusto scarcerarli.
    Ecco perchè vogliono venire tutti in Italia.
    MA MI FACCIA IL PIACERE !!!

  2. stamani finanche il Financial Times ha schifato De Luca , Renzi e l\’Italia !
    Ma chi deve darci credito e stimarci!!!! Negli altri Paesi ci si è dimessi anche perchè qualcuno ha affermato che il candidato x o il parlamentare y da giovani avevano scopiazzato la tesi di laurea !

    Ma fateci il piacere , mettete la testa nella cacca!

  3. Per uno che mette mano alla Costituzione in maniera cosi’ facilona,possa anche passare sopra ad una candidatura di personaggi condannati solo in primo grado.

  4. Invece il buon Caldoro e il suo compare Berlusconi condannato in via definitiva per evasione fiscale che ha rubato agli italiani, mettendo le mani nelle tasche degli italiani non è stato schifato dal Financial Times? Avete informato il Financial Times che Caldoro per 5 anni ci ha fatto pagare 15 milioni di euro l’anno per PAGARE I SUOI 400 CONSIGLIERI ESTERNI, ALCUNI CONDANNATI IN SECONDO GRADO, DEL TUTTO INUTILI…

  5. E sciroppati questa bella sentenzona. Il Giudice ordinario farà uscire la sentenza alle prossime elezioni…. hahahahahahahah

  6. Invece il buon Caldoro e il suo compare Berlusconi condannato in via definitiva per evasione fiscale che ha rubato agli italiani, mettendo le mani nelle tasche degli italiani non è stato schifato dal Financial Times? Avete informato il Financial Times che Caldoro per 5 anni ci ha fatto pagare 15 milioni di euro l’anno per PAGARE I SUOI 400 CONSIGLIERI ESTERNI, ALCUNI CONDANNATI IN SECONDO GRADO, DEL TUTTO INUTILI…

  7. X salernitano, lei critica Berlusconi e le sue condanne giustamente, ma si rende conto che siamo messi molto peggio di quando la Merkel e Sarkozy si fecero il sorrisetto in pubblico riguardo alla figura di Berlusconi?
    Almeno il Cavaliere non é candidato, mentre De Luca non solo é condannato, indagato, sotto processo si é candidato in spregio alla legge.
    Quest’arroganza é oltremodo offensiva e lesiva per tutti i salernitani e campani, con questa candidatura si mette sotto i piedi la legge, si trasmette il messaggio che si puó delinquere tranquillamente tanto non si viene puniti, ma non solo, ci si puó candidare anche a presidente di una regione e semmai anche a capo del governo.
    Ma vi rendete conto cosa si sta trasmettendo ai nostri figli e l’immagine che si sta dando in tutta Europa e non solo? Giá l’Italia é conosciuta anche come il paese dove la corruzione la fa da padrona, ora ci copriamo di ridicolo per una candidatura di un politico condannato in una regione conosciuta nel mondo per la sua storia, la sua musica, i suoi artisti, per il bellissimo paesaggio, che ha necessitá assoluta di tornare al suo splendore, nell’antica Roma era stata definita Campania Felix, sono stati gli amministratori che si sono succeduti negli ultimi trent’anni fino alla giunta Bassolino che hanno distrutto la nostra regione (Caldoro ha fatto il ragioniere, é vero, gli é stato imposto dal Governo a mettere in pareggio i conti, ha risposto positivamente alle imposizioni impartite, ora si deve ripartire. Lo stesso Renzi ha riconosciuto i suoi meriti). Non si puó consentire ad un politico arrogante e condannato che rappresenta la vecchia politica clientelare, di governare la Campania, ha giá rovinato Salerno in tal senso! Vent’anni bastano e avanzano é ora di cambiare veramente, di voltare pagina! No a De Luca e le sue liste impresentabili!

  8. In questo paese assurdo siamo arrivati a criminalizzare dei cittadini condannati solo in primo grado non tenendo conto in nessun modo di ogni più elementare forma di garanzia giuridica compresa quella costituzionale oltre a quella del buon senso e quindi lasciadi gli stessi in balia di verdetti di giudici a cui praticamente non si può fare appello. Ma la cosa più grave e che la ”durezza” di questa legge contrasta in maniera stridente con il resto delle leggi in materia penale dove l’estremo garantismo sfocia in forme di ingiustizia palese. Ricordiamoci che abbiamo in libertà mafiosi e cammorristi pluriomicidi cha girano liberi e indisturbati, gente che si è macchiate di violenze su donne e bambini che con qualche anno di carcere si è ritrovata in libertà, e si potrebbero fare numerosi esempi. Se si fosse onesti intelletualmente, a prescindere del giudizio su De Luca, si dovrebbe ammetere che queto tipo di sentenze andrebbero sottoposte almeno ad un giudizio di appello.
    Una cosa è certa che il governo Monti ha combinati enormi disastri a cominciare dalle legge Fornero e a seguire sulla legge Severino. Dilettanti allo sbaraglio.

  9. I sorrisetti della Merkel e Sarkozy furono il preludio ad una mossa che mise in scacco il nostro Paese non in grado di cooperare in parlamento per evitare ingerenze straniere negli affari interni. Il gioco di Berlusconi di allora non piaceva a tedeschi e francesi che non potevano così imporci un’austerity che gradivano per poter comprare aziende nostre a buon mercato. Il gioco al massacro che ci fu allora ci fece perdere il contatto privilegiasto con la Russia e successivamente lo stretto rapporto economico con la Libia. Gli attuali vertici della minoranza del PD hanno sulla coscienza tutto ciò perché fu voluto unicamente per smania di potere. E come succede sempre… non solo non ottennero i benefici sognati… ma ora hanno perso tutto il potere che credevano di avere.
    Oggi la rivoluzione De Luca è ineludibile e tutto l’accanimento che esiste nei suoi confronti ci fa capire quanto è importante che venga eletto… molti nemici ..molto onore

  10. X RITA

    Finiscila con le barzellette. Mentre il paese andava a pu.ttane lui faceva le cene eleganti. Altro che Merkel… Se poi vuoi ti do una lezione sul debito pubblico e di quanto gli italiani hanno in giacenza sulle banche (il doppio del debito…)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.