Identificati gli autori della contestazione a De Luca a Nocera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
19
Stampa
De_luca_nocera_polizia_tensione_2La Digos ha identificato 25 persone, alcune delle quali appartenenti al tifo della Nocerina che il 18 maggio scorso si sarebbero rese protagoniste della contestazione all’ex Sindaco di Salerno De Luca al suo arrivo al Teatro Diana a Nocera Inferiore. A darne notizia il sito Ottopagine.it. I contestatori attesero l’arrivo dell’ex sindaco di Salerno, già all’esterno del teatro Diana, con cori e striscioni eloquenti. In una si leggeva a chiare lettere: “Luci d’artista. I voti dei cafoni adesso sono buoni”. Tutto risale a delle presunte dichiarazioni rilasciate da Vincenzo De Luca dirette ai tifosi della Nocerina, in merito a ciò che è accaduto due stagioni fa in occasione del derby con la Salernitana.

Ma De Luca qualche giorno dopo la contestazione che si era trasferita anche nel Teatro ha trasmesso durante una trasmissione a LIRATV il suo intervento del novembre del 2013, dopo il derby, nel quale non c’erano frasi offensive nei confronti della tifoseria Nocerina. Le indagini hanno portato già ad alcune denunce rispetto agli identificati.  Sono dieci le  persone denunciate alla Procura di Nocera Inferiore per aver impedito e turbato il comizio elettorale di De Luca. L’accusa mossa nei confronti dei dieci è quella di turbativa elettorale, per la legge del 1957, che di fatto punisce con la reclusione da uno a tre anni «chiunque con qualsiasi mezzo impedisce o turba una riunione di propaganda elettorale, sia pubblica che privata». Il numero dei denunciati, tuttavia, è destinato ad aumentare

GUARDA I VIDEO 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

19 COMMENTI

  1. Ma guarda un po’? Vuoi vedere che sono stati anche pagati per contestare? Mi preme sapere chi caccia i soldi per gli avvocati!

  2. Vedete cospiratori da tutte le parti ? Probabilmente i tifosi della Nocerina non hanno gradito qualche dichiarazione di De Luca e lo hanno contestato, tutto quì. Adesso a parte gli scherzi o i fanatici, il mondo ultras, non credo si faccia comprare da nessun politico!!!
    Veramente stanno creando un caso, e allora cosa dovrebbe dire Salvini che i suoi contestatori dell’estrema sinistra lo contestano in modo abbastanza violento ???
    Perchè la digos in quei casi non interviene ed arresta tutti ???
    Questa è l’Italia, 2 pesi e 2 misure

  3. Onore ai Nocerini………si vergognasse……non ammessa la contestazione…fa indagare gli autori…….come dire o come dico io o niente……qua veramente siamo alla pura follia…….ONORE E SEMPRE AI CONTESTATORI…..

  4. Ma no?! Non ci aveva pensato proprio nessuno a questo?! Sembravano così sinceri, poveri ragazzi chissà chi li ha proprio costretti ad “esibirsi” in quel modo? Chissà quanto hanno intascato? Chissà chi li ha corrotti? Metteteli sotto torchio tanto, prima o poi, CANTANO.
    SI SCOPRONO GLI ALTARINI, I BOICOTTAGGI che sono sotto gli occhi di tutti i campani ma, i finti perbenisti, moralisti e legalisti attenti affinché la giustizia venga applicata, hanno sempre finto di non vedere…

  5. E adesso manadateli a raschiare le gomme attaccate sulla pavimentazione di Piazza Plebiscito

  6. Non credo che ragazzi che si definiscono ultras si possano far corrompere da 4 spiccioli, il vero ultras non ha questo spirito. Penso che tutto sia dettato dalla frustrazione del momento che sta vivendo il calcio a Nocera.

  7. X Sergej , la contestazione si può fare ,non esistono divieti ,ma deve essere una manifestazione civile,fuori dal cinema al suo arrivo puoi fischiare,applaudire,contestare,ma entrare nel teatro con frasi ingiuriose nei confronti familiari e personali,interrompere una manifestazione politica,tutto ciò la legge non lo permette,quindi è giusto che vengono identificati gli autori,il problema è chi li ha organizzati a fare ciò,se sono stati pagati,ora si trovano nei guai incosciamente perche strumentalizzati da qualche politico, perchè come visto De Luca elogiò i tifosi e Nocera,mai una parola offensiva nei loro confronti, io non eserciterei nulla nei loro confronti a patto che sarebbe importante conoscere il mandante.

  8. Sono quei 25stupidi che,non riescono neanche a capire la differenza tra sport e,politica.Queste persone per farsi notare sono disposti anche ad andare in galera,che gente inutile

  9. Guardate che con questo atteggiamento di disprezzo per quei 25, 250 o 2500 nocerini e/o altre persone dell’agronocerino, definendoli cafoni, gentaglia ecc, porterà con l’isolare ancora di più Salerno e il suo ex sindaco in questa tornata elettorale…
    Riflettete !!! Chi semina vento raccoglie tempesta !!!

  10. Tempesta ma perchè dici stupidaggini,vale quello che ha detto De Luca,punto, poi se ci sono sciemi è problema loro,a Nocera ci sono moltissime persone inteligenti che condannao gli atti dei propri compaesani,lo sport è una cosa a se,la vita quotidiana è ben altro,io frequento Cava,Nocera e ci sono bravissime persone,tu eviti di mettere zizzanie,vuoi vedere che appartieni nascondendoti dietro a una tastiera ai grillini o assimiliati.

  11. X tempesta: non dite cose false, perché magari aizzati da qualcuno!… De Luca ha trasmesso durante una trasmissione a LIRATV il suo intervento del novembre del 2013, dopo il derby, nel quale non c’erano frasi offensive nei confronti della tifoseria nocerina. De Luca non ha mai offeso i nocerini definendoli cafoni, ascoltate bene la registrazione e “CAPITELA BENE” non a modo vostro e poi fate i commenti. Il CAFONE è sempre colui che non rispetto l’altro quindi, non i nocerini in generale ma solo coloro che danno fastidio agli altri non rispettando la libertà e la dignità dell’altro. Questo è un discorso che vale in assoluto per TUTTI, capito TUTTI I CITTADINI DEL MONDO.
    Non ci celiamo dietro queste false interpretazioni perché ci fa comodo!…

  12. una domanda ? come mai voi ridicoli salernitani via schifano tutti? cava,nocera,caserta,battipaglia,avellino, NAPOLI NEMMENO VI CONSIDERANO UOMINI,a voi la risposta..

  13. altra domanda che ritorno al frustrato di cava: a noi ci possono pure schifare tanto chi ci schifa non conta nulla ma a te che nessuno ti caca e ti relega in quel pisciatoio chiamato cava non ti dice niente?….prima era la targa che ti salvava ora nemmeno quella

  14. Cavaiuolo,

    il tuo messaggio precedente sembrava una puntata di Quark, bertucce, scimpanzé, gibboni, macachi, etc…
    Anche se non lo ammetteranno mai, le creature subumane che hai elencato non ci schifano, CI INVIDIANO, invidiano il fatto che siamo una cittá bellissima, molto piú pulita e organizzata della media delle cittá del Sud, e adesso rosicate ancora di piú, come i castori che rodono il legno, perché siamo andati in Serie B e tra qualche anno, con questa societá, torneremo in Serie A. Noi godiamo da bestia pensando al fatto che vi stiamo facendo rosicare, come anche per il fatto che per dire da quale zoo provieni devi dire “IN PROVINCIA DI SALERNO”, altrimenti neanche Piero Angela riesce ad identificarti. Addio e prova con il Maalox e la pasta Fissan, ok? Ciao

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.