Gadget e stendardi granata regalati dall’area marketing al tifosissimo Andrea

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
andrea_tifosoCome Armandino ha unito in un clima di solidarietà tifoserie rivali, anche Andrea potrà diventare un simbolo: quello del rispetto tra tifoserie che seppur divise da ragioni di campanile non devono sfociare in episodi di delinquenza e violenza. Ciò che è accaduto nei giorni scorsi a Nocera, con un atto ignobile da parte di ignoti che avevano bruciato la bandiera di un tifoso granata diversamente abile, non ha lasciato indifferente nessuno.

Bello il gesto di un gruppo di ultrà molossi che sono andati a casa di Andrea a restituire una nuova bandiera granata ma anche la società salernitana che, come sempre, si è dimostrata attiva anche nel sociale ha voluto esprimere la sua vicinanza allo sfortunato ragazzo di Nocera.

Infatti ieri pomeriggio il responsabile dell’area marketing Fabrizio Riccardi si è recato a casa di Andrea donandogli una bandiera e diversi gadget granata, un momento particolarmente felice per il quarantenne tifoso che, ancora una volta, ha mostrato con orgoglio la sua collezione di poster festeggiando per la promozione in serie B (come testimoniato dalla foto di Telenuova.it).

Andrea ha ricevuto anche la telefonata del presidente Marco Mezzaroma che, con un pizzico di commozione, lo ha  invitato, assieme alla famiglia,  ad assistere con lui e Lotito in tribuna, alla prima partita di campionato del prossimo torneo cadetto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. A tutto quello che è stato detto o scritto vorrei aggiungere una mia considerazione personale indirizzata ai personaggetti che hanno intimidito questa famiglia.
    1) Avete bruciato una bandiera ed adesso ne verranno esposte cento.
    2) Avete costretto gli ultrà della vostra città a dover comprare gadget della Salernitana e posare in una foto pubblicata sui giornali,una cosa che non si sarebbero immaginati neppure nei loro peggiori incubi, fortunatamente le faccie sono state coperte.(comunque complimenti per la solidarietà)
    3) Quel balcone adesso è diventato un Santuario e sarà meta di pellegrinaggio ancora per un bel pò.
    Conclusione rivolta a tutti i violenti della Nocerina che vale per tutti, non vi è bastato essere retrocessi a tavolino ve la siete presi anche con gli indifesi ed alla fine avete ottenuto un altro disastro, non dico che il bene trionfa, ma non siete furbi, state disonorando quello che vorreste rappresentare e state facendo un danno di immagine incredibile alla città di Nocera.

  2. … 4 imbecilli che hanno distrutto l’immagine del calcio Nocerino. … vergognatevi!!! e alla gente di Nocera, se potete, isolate questi cretini!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.