Il Festival delle Generazioni in Tour a Salerno lo scorso 25 giugno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Festival_GenerazioniSi è tenuta giovedì scorso a Salerno la tappa del Festival delle Generazioni in Tour. In occasione di Salerno Letteratura, il Festival delle Generazioni ha fatto tappa nella città campana per una serie di appuntamenti, organizzati in collaborazione con la Fnp regionale. La giornata ha preso il via alle 9:30 al Bar Trieste con la rassegna stampa con Francesco Durante, direttore di Salerno Letteratura e la giornalista Brunella Schisa. Folto pubblico pronto ad ascoltare a commentare le notizie dei quotidiani. Alle 11:30 nel Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, la tavola rotonda Né vecchi, né giovani: cittadini ha visto dopo il saluto di Francesca Zaffino, direttore del Festival delle Generazioni, la presenza di Giuseppe Acocella, Maria Cristina Antonucci, Giulio Sapelli e Patrizia Volponi, neo segretario nazionale Fnp Cisl.

L’incontro, ispirato al testo commissionato dall’ Fnp Cisl nazionale ha posto l’attenzione sulla situazione attuale, con uno sguardo volto al passato e una proiezione ottimista del futuro che verrà. Dopo aver ringraziato Francesco Durante, direttore di Salerno Letteratura, dell’invito al Festival delle Generazioni per collaborare agli eventi della giornata del 25 giugno, Francesca Zaffino, ha augurato buon Festival delle Generazioni in Tour. Dobbiamo rappresentare giovani e anziani dinanzi i problemi della società. Il Festival delle Generazioni è una delle occasioni giuste per rifletterci su, ha affermato Giuseppe Gargiulo, segretario regionale Fnp Cisl Campania.

L’unione delle generazioni è fondamentale, così come il loro costante dialogo. Uno degli esempi vincenti di questo dialogo è l’Anteas, ha affermato Maria Cristina Antonucci, ricercatore in Scienze Sociali presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, ponendo l’attenzione sulla positiva produzione progettuale nel terzo settore. Il dialogo tra le generazioni è un vero ideologico. Bisogna riflettere alla luce del contesto circostante, ha affermato Giulio Sapelli, professore, storico ed economista italiano, accennando alla storia della lotta tra le generazioni.

Il passaggio di testimone è fondamentale nel dialogo tra vecchi e giovani, ha affermato Patrizia Volponi, ponendo l’accento sulla necessità per le vecchie generazioni di comprendere che dopo di loro il mondo continuerà e per le giovani generazioni di comprendere che prima di loro il mondo esisteva ancora. La chiave di volta vincente è l’unione e la collaborazione, non la lotta, sterile ed improduttiva. Unire le generazioni per un futuro migliore, abbattere il preconcetto della lotta tra vecchi e giovani, ascoltare i giovani e far in modo che facciano tesoro degli insegnamenti delle precedenti generazioni sono stati i temi affrontati nell’incontro in una sala affollata anche dai volontari dell’Anteas, associazione nazionale tutte le età attive nella solidarietà, che ha fatto dell’unione dei vecchi e dei giovani il suo cavallo di battaglia, per mettere in campo le numerose iniziative che si svolgono in tutto lo stivale.

Nel pomeriggio appuntamento con Maratona di Scrittori alle 18:30 nel Cortile Esterno del Museo Archeologico con Lorenzo Marone e Michela Tilli nell’incontro I vecchi e i giovani e i loro segreti, condotto da Luca Badiali e al Tempio di Pomona alle 19:00 con Lia Levi nell’incontro Storie di segreti e identità profonde, condotto da Titti Marrone. Alle 20:00 a Largo Barbuti appuntamento con La Maya desnuda di Bauci,condotto da Annibale Elia con Franco di Mare che ha raccontato come è nata l’idea del suo ultimo libro e alle 22:00 all’Arco Catalano Grandi italiani raccontano condotto da Alfonso Amendola con Silvia Truzzi, autrice intervistata in merito alle sue produzioni letterarie.

Gran finale tipico del Festival, con Canzoni e Generazioni, preceduto da una performance fuori programma de I Virtuosi di San Martino che hanno intrattenuto il pubblico, come le precedenti sere, soddisfacendo le loro richieste musicali. Si è protratto fino a notte l’appuntamento con Canzoni e Generazioni, un momento musicale nel quale i protagonisti si raccontano in una canzone, in un format ideato da Francesco Durante e I Virtuosi di San Martino con le loro musiche, per accompagnare la reinterpretazione di pezzi musicali che hanno segnato i protagonisti ospiti della giornata. La giornata ha visto protagonisti i volontari del Festival delle Generazioni, di Salerno Letteratura e la collaborazione tra i Festival per dedicare appuntamenti al dialogo generazionale. Il live twitting, le dirette su Periscope e gli aggiornamenti social in tempo reale hanno permesso di far vivere ciò che accadeva anche a chi non fisicamente presente a Salerno. Il resoconto della tappa, le produzioni multimediali e gli storytelling sono consultabili sul sito www.festivaldellegenerazioni.it che vedrà la prossima tappa a Bologna dall’8 al 10 ottobre 2015.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.