A Pellezzano De Mita presenta il suo libro: “La storia d’Italia non è finita”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Ciriaco_De_MitaSi terrà  lunedì prossimo, 27 luglio, alle ore 18,30 presso la sede dell’Archivio Storico e Biblioteca Comunale di Pellezzano, la presentazione dell’ultimo volume dell’On. Ciriaco De Mita “La storia d’Italia non è finita“. All’incontro promosso dall’Assessorato alla Cultura e Politiche Sociali del Comune di Pellezzano, prenderanno parte il Sindaco di Pellezzano Giuseppe Pisapia, l’Assessore alla Cultura e alle Politiche Sociali Francesco Morra e fungeranno da intervistatori Paola Florio giornalista/collaboratrice del quotidiano “Il Mattino” e Mario Rinaldi giornalista/collaboratore del quotidiano “La Città”. Allo stesso incontro prenderà parte l’autore.

“La presentazione del libro dell’On. De Mita – spiega l’Assessore alla Cultura Francesco Morra – vuole essere un’occasione importante per dare uno sguardo al passato parlando del presente, ma soprattutto raccontando eventi accaduti attraverso personaggi di primo piano che hanno cambiato la storia della politica italiana, da De Gasperi a Moro, da Sturzo a Berlinguer, da Fanfani a Ingrao. Un modo per ricostruire la storia dal dopoguerra in poi, senza dare giudizi ma descrivendola, al solo scopo di capirla”.

Il libro intervista che sarà presentato, si rivolge a ciò che è accaduto e a ciò che sta accadendo, parla di una “società senza rappresentanza”, non più pensabile come un insieme omogeneo di parti, ma piuttosto come un’organizzazione in cui, scomparsi i partiti storici, si avverte la necessità di ricomporsi attorno a qualcosa, per cercare di costruire il cambiamento e programmare una nuova storia. È un saggio sulla storia della politica italiana, dalla Prima alla Seconda Repubblica.

Tutto calato nelle vicende del tempo. “Un libro istruttivo – sottolinea il Sindaco Giuseppe Pisapia – il racconto di De Mita è illuminante su molti uomini e fatti. Certi ritratti restano impressi: De Gasperi, Moro, Fanfani, i capi democristiani a cui egli è stato più legato. Di grande interesse sono poi vari episodi: la formazione del centrosinistra, il «compromesso storico», l’avvento di Craxi al governo, l’elezione a presidenti di Cossiga e Scalfaro. Sara sicuramente un incontro molto interessante”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Molto, molto istruttivo! Certo che ne ha da raccontare anche quello che non si deve sapere, la storia politica occulta e manipolata di cui è stato ampio protagonista e da cui ancora non si vuole tirare fuori…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.