La scuola investe nell’autismo, i genitori scendono in campo!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Scuola_autismo“Autismo: una sfida da Vincere” è il nome dell’accordo di rete tra scuole che vede Elvira Vittoria Boninfante, dirigente della scuola media “Tasso” di Salerno e capofila dell’accordo di rete, insieme al dirigente del VI Circolo “Medaglie D’Oro”, Vincenzo Giannone, promotori di un’iniziativa che ha unito, per ora, dodici scuole salernitane, due della provincia di Salerno e una della provincia di Avellino. L’obiettivo è quello di creare un percorso scolastico, intero, qualitativo, funzionale a un bambino autistico, per applicare il metodo scientifico ABA, Applied Behaviour Analysis, supportato dalle leggi, dalle linee guida, e dal decreto n.46 della Regione Campania. Queste scuole della provincia di Salerno, hanno deciso di muoversi insieme per dare finalmente risposte ai bambini affetti da disturbo autistico, alleandosi con le loro famiglie.

I genitori, per la prima volta, sono scesi in campo di persona: il papà di Giorgia, la mamma di Alessandro, la mamma di Ivan, la mamma di Antonio, la mamma di Francesco, il papà di Luca, la mamma di Francesca e altri ancora, hanno rappresentato il percorso da seguire per rompere con il passato e non perdere un altro anno scolastico, fondamentale per ogni bambino autistico. Fino ad oggi, l’autismo semplicemente non è stato affrontato, isolando, di fatto, i bambini affetti da disturbi, senza intervenire in maniera mirata e approfondita. La legislazione in fatto di tutela e supporto per i bambini autistici, è ampiamente disattesa, come le linee guida sull’autismo, il decreto 46 della Regione Campania e le direttive del Sinpia (Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza).

Il metodo ABA, che si basa sull’analisi comportamentale, è l’unico che ha avuto seriamente dei riscontri, ed è l’unico che viene applicato nel resto del mondo. Il progetto di rete tra scuole si propone, grazie alla conoscenza della patologia dei genitori e la disponibilità dei dirigenti scolastici, di formare gli insegnanti e gli operatori ABA. In Italia, opera lo Iescum, Istituto Europeo per lo Studio del Comportamento Umano – diretto dal professore Paolo Moderato, che applica il Mipia, Modello Italiano di Intervento Intensivo e Precoce per l’Autismo – che da trent’anni studia l’analisi comportamentale applicata alla sindrome autistica. Per applicare l’ABA, si deve attuare un programma che copra vari ambienti , casa, scuola, sociale, e la prima necessità è la collaborazione della scuola, della famiglia, del corpo docente, dei compagni di classe e degli operatori ABA, diretti da un supervisor.

Quest’ultima figura, detta il programma, con esperienza personale pluriennale, frutto dell’osservazione di migliaia di casi. Tornando al progetto di rete tra scuole, quest’ultimo si prefigge di costruire un vero e proprio percorso ABA nelle scuole, con la formazione di un congruo numero di insegnanti di sostegno e di operatori ABA legati alle classi di bambini autistici, con un corso di 40 ore di lezione e 100 di tirocinio, con esami per il rilascio di titoli. Passo successivo, ma contestuale, sarà l’attivazione di un progetto pilota che disegni sul bambino autistico l’attuazione del percorso con il coinvolgimento di tutti gli attori che girano intorno al bambino autistico nei vari ambienti, cioè, casa, scuola, sociale.

L’idea del progetto è la logica conseguenza di un percorso intrapreso dal dirigente dell’istituto “Medaglie d’Oro” di Salerno, il professore Vincenzo Giannone, che ha investito nell’autismo, con un seminario di quattro giornate, tenuto dallo Iescum del professore Paolo Moderato, che ha visto partecipare dirigenti scolastici, docenti e genitori. L’ associazione “Autismo: chi si ferma è perduto”, i genitori, tantissimi cittadini, stanno partecipando alla raccolta fondi per finanziare il progetto di formazione ed il progetto pilota, che partiranno il prossimo mese di settembre, con il nuovo anno scolastico. Si attendono segnali concreti, di condivisione e partecipazione, degli Enti preposti. Le scuole, guidate da dirigenti sensibili, costruttivi e lungimiranti, che finora hanno aderito al progetto sono:

1.Capofila Scuola Secondaria I grado “Torquato Tasso “, dirigente Dott.ssa Elvira Vittoria Boninfante

2. II Circolo didattico di Scafati: Dirigente Dott .Vincenzo Giannone

3. VI Circolo didattico di Salerno: Dirigente Dott Vincenzo Giannone

4. Istituto Comprensivo Montecorvino Pugliano, Dirigente Dott.ssa E.V.Boninfante

5. Cristo Re, Dirigente scolastico Dott. Manrico Gesummaria

6. Istituto Comprensivo Ogliara, Dirigente Dott Nicola Annunziata

7. Istituto Comprensivo di Pellezzano, Dirigente Dott.ssa Giovanna Nazzaro

8. Scuola Secondaria di I grado “Nicola Monterisi”, Dirigente Concetta Carrozzo

9. VIII Circolo “Don Milani “, Dirigente Del Forno Luisa

10. IV Circolo “Matteo Mari”, Dirigente Liliana Dell’Isola

11. Istituto Comprensivo ” Alfano/ Quasimodo”, Dirigente P. Del Giudice

12. Istituto Comprensivo ” G. Barra “, Dirigente A.M. Grimaldi

13. Istituto Comprensivo “San Tommaso D’Aquino”, Dirigente A. Frigenti

14. Istituto Comprensivo “ G. Vicinanza “, Dirigente Sabrina Rega

15. Istituto Comprensivo Montoro Inferiore ( AV), Dirigente A. Tarantino.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. SALVE SONO LA MAMMA DI UN BAMBINO AUTISTICO SU QUESTO CASO GENTILMENTE VORREI PIù INFORMAZIONI SICCOME IO ABITO A GRAGNANO IN PROVINCIA DI NAPOLI VORREI SAPERE SE NELLA MIA PROVINCIA CI SONO QUESTE CONVENZIONI . MIO FIGLIO FREQUENTA LA SCUOLA MEDIA “FUCINI RONCALLI” DI GRAGNANO E QUEST’ANNO LA SCUOLA NON HA GARANTITO UN PROGRAMMA CREANDO FRUSTRAZIONI A MIO FIGLIO.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.